javascriptNotEnabled
Home \ Community \ Blog \

team-it blog

team-it blog
Invia PM
/Ott/2009

Out-odds-pot odds-probabilità. Tabelle annesse.

Da: team-it @ 17:14 (CEST) / 75 / Commento ( 8 )

Ciao amici della community, assunto che all’interno del forum vi sono già numerosi articoli che parlano di outs, pot odds, implied odds, ecc..ecc… quindi i loro significati possono essere facilmente assimilati leggendone i contenuti.

Qualora a qualcuno non fosse ancora molto chiaro il concetto di pot-odds e cosa ne comporta la sua valutazione, semplificando possiamo dire che tale calcolo ci permette di conteggiare il costo, in termini di chips o denaro, che l’effettuare un call o un qualsiasi altra action comporta, al fine che si possa verificare un expected value positivo nel lungo periodo e quindi capitalizzare o sfruttare al massimo le nostre decisioni (evc+ ev$+).

E’ facilmente intuibile che nessuno giocando i sit in multitable riesce a calcolare rapidamente e su più tavoli questo rapporto, bene o male si affida a quella che è la sua esperienza, le sue conoscenze in termini di Icm (non me ne voglia Sandrino), intuisce l’action che precede ogni sua giocata, la rapporta all’eventuale azione da intraprendere, riesce a correlare le proprie carte private (hole cards) a quelle che sono le carte sul tavolo (board).

In questo articolo inseriremo delle tabelle di facile consultazione che permetteranno di facilitare calcoli e valutazioni; avendo tutti chiaro il concetto di outs (carte a venire per noi positive alla chiusura del punto) calcolarli rapidamente ci permetterà di aver chiaro, anche se non in modo decimale, ma comunque sia indicativamente esatto le ODDS, che relazionate  alle POT ODDS  ci faranno capire se l'entita delle puntate che accettiamo di vedere, o cercheremo di fare, sono per noi vantaggiose o meno nel lungo periodo. Soffermeremo l’attenzione su  alcune situazioni di gioco standard al fine di stilare una successiva tabella..

 (Volutamente tralasceremo i concetti di implied odds e reverse implied odds per non confondere nessuno affrontandoli prossimamente),

<font size="4">Esempi di gioco</font>

Noi avremo 4 outs, quando le nostre carte correlate al board ci offrono un gutshot di scala.

In mano su un board , noi chiuderemo il nostro punto solo ed esclusivamente (dando per assodato che il nostro opponente punti con qualcosa che ci batta) con i quattro a disposizione nel mazzo, quindi se consideriamo che il pot è di 150 chips ed il nostro opponente betta 50, egli ci offre pot odds di 1:4, dobbiamo investire 50 per vincerne 200, allora vediamo che odds offre il nostro progetto:

Le carte per noi sconosciute sono 47 (alle 52 del mazzo dobbiamo sottrarre le ns.2 hole cards e le 3 del flop), di queste 47 quindi 43 non ci daranno la possibilità di chiudere il nostro draw mentre 4 si, quindi il rapporto tra esse (43/4) ci fornisce 10,75.

Pertanto è intuibile che la nostra chiamata elevata al lungo periodo ci esporrà a delle perdite, perché l’investimento che noi associamo al nostro progetto è maggiore di quello che matematicamente il nostro progetto stesso offre e cioè di 1 a 10 (la giocata corretta sarebbe stata per esempio quella di callare su un pot di 1500,  bet di villain pari a 150, pot odds > di 1/10 callo 150 per vincerne 1650) .

Continuando, abbiamo in mano s su un board che recita con due carte dello stesso seme delle nostre; abbiamo quindi la possibilità di chiudere il nut flush draw, vediamo che possibilità abbiamo di realizzare il nostro progetto. Necessitiamo di 9 outs (dando per scontato che il ns. inteso come overcard sia ininfluente al fine di aggiudicarsi il pot), quindi le nostre odds in base ai calcoli precedenti sono: 47 carte sconosciute, di cui 38 non concorreranno alla chiusura del draw e 9 ci permetteranno di chiudere il flush, 38/9 = 4.222. Considerando la mano di cui sopra ed ipotizzando che il pot è di 500 chips, se il nostro opponente betterà un importo pari a 300 ci renderà sconveniente la giocata offrendoci pot odds minori (500+300/300= 2.66),  quindi rapportata al long term effettuiamo chiamata che ci comporterà delle perdite.

Quindi in generale se le nostre odds sono maggiori alle pot odds >>>>>Foldiamo

Se le odds sono minori alle pot odds>>>>>>>Calliamo

L'unica cosa a cui dobbiamo prestare attenzione, e mi raccomando di considerare, è quella di non essere troppo ottimisti nel calcolare i nostri outs e valutare se qualcuno di essi possa concorrere alla chiusura di un punto superiore al nostro,  in favore dei nostri opponenti.

Rappresentiamo ora la possibilità di realizzare un importante progetto che ci fornisce moltissimi outs, che noi definiamo combodraw :

in mano s su un board che recita dove due carte di questo board sono dello stesso seme delle nostre hole card,  se pure avessimo la certezza che l'opponente ci betti con top pair top kicker, noi possiamo realmente spingere in questa mano perchè possiamo considerare utili alla chiusura del punto tantissimi outs, basti pensare al flushdraw, all'openended straight draw, che potrebbero venirci in soccorso migliorandoci anche le nostre overcards, quindi non possiamo giocare passivamente questa nostra mano o andare troppo per il sottile; consiglio di rilanciare sempre, se lo spot è quello giusto, l'avversario o gli avversari coinvolti pure. Possiamo addirittura decidere di andare in all-in e lasciar loro nella difficile situazione di chiamare o meno, considerando che in esempi del genere abbiamo spesso o quasi dai 15 outs in su con odds (vi risparmio i calcoli, sono di 1,5 o meglio), quindi anche con pot odds di 1/2 sarà per noi sempre vantaggioso aggredire questo piatto ed il partecipante o partecipanti a questa mano (sottolineo aggredire perchè essere gli aggressori concorre a fornirci un vantaggio in più) .

In ogni situazione di gioco quindi, in virtù degli esempi sin qui trattati, ma anche di altri che si possono verificare sui tavoli da gioco, cioè vincere il piatto inseguendo progetti con overcards, bottom pair che diventa two pair, che diventa un trips, two pair che diventa un full house, ecc.ecc. valutiamo i nostri effettivi outs (non in modo sempre ottimistico, ma cercando di restringere ad un ventaglio plausibile di mani quelle dei nostri avversari al fine di considerare se i nostri outs concorrano anche per la chiusura di punti superiori ai nostri per i nostri avversari) e valutiamo l'importo delle puntate da corrispondere e/o eseguire, ponendo attenzione a quelli che sono i nostri progetti di gioco e le possibili combinazioni di carte in mano al nostro avversario al fine di porlo in condizioni di difficoltà.

Quindi, dato un preciso numero di outs, calliamo in situazioni dove ci vengono offerte le rispettive pot odds o meglio.

<table width="239" class="tableizer-table"><tbody><tr class="tableizer-firstrow"> <th align="center">Numero di Outs</th> <th align="center">Pot Odds</th></tr><tr><td align="center">2</td><td align="center">22/1</td></tr><tr><td align="center">3</td><td align="center">14/1</td></tr><tr><td align="center">4</td><td align="center">10/1</td></tr><tr><td align="center">5</td><td align="center">8/1</td></tr><tr><td align="center">6</td><td align="center">7/1</td></tr><tr><td align="center">8</td><td align="center">5/1</td></tr><tr><td align="center">9</td><td align="center">4/1</td></tr><tr><td align="center">12</td><td align="center">3/1</td></tr><tr><td align="center">15</td><td align="center">2/1</td></tr></tbody></table> <pre><font size="4"> </font></pre>

Dopo aver rappresentato quanto deve offrirci il pot in termini di odds correlandolo agli outs per giudicare vantaggiosa o meno una nostra azione, possiamo attraverso sempre le nostre carte positive vedere le percentuali di probabilità e determinare quali esse siano al turn e river o solo al river. La valutazione di queste percentuali, influirà ulteriormente su quelle che saranno le nostre decisioni aiutandoci a far sì che siano sempre corrette o almeno nella stragrande maggioranza dei casi

<pre><font face="Times New Roman"> </font></pre> <table width="214" class="tableizer-table"><tbody><tr class="tableizer-firstrow"> <th>Outs</th> <th>%turn/river</th> <th>%river</th></tr><tr><td align="center">2</td><td align="center">8.4</td><td align="center">4.3</td></tr><tr><td align="center">3</td><td align="center">12.5</td><td align="center">6.5</td></tr><tr><td align="center">4</td><td align="center">16.5</td><td align="center">8.7</td></tr><tr><td align="center">5</td><td align="center">20.3</td><td align="center">10.9</td></tr><tr><td align="center">6</td><td align="center">24.1</td><td align="center">13.0</td></tr><tr><td align="center">7</td><td align="center">27.8</td><td align="center">15.2</td></tr><tr><td align="center">8</td><td align="center">31.5</td><td align="center">17.4</td></tr><tr><td align="center">9</td><td align="center">35</td><td align="center">19.6</td></tr><tr><td align="center">10</td><td align="center">38.4</td><td align="center">21.7</td></tr><tr><td align="center">11</td><td align="center">41.7</td><td align="center">23.9</td></tr><tr><td align="center">12</td><td align="center">45</td><td align="center">26.1</td></tr><tr><td align="center">13</td><td align="center">48.1</td><td align="center">28.3</td></tr><tr><td align="center">14</td><td align="center">51.2</td><td align="center">30.4</td></tr><tr><td align="center">15</td><td align="center">54.1</td><td align="center">32.6</td></tr><tr><td align="center">16</td><td align="center">57</td><td align="center">34.8</td></tr><tr><td align="center">17</td><td align="center">59.8</td><td align="center">37</td></tr><tr><td align="center">18</td><td align="center">62.4</td><td align="center">39.1</td></tr></tbody></table> <pre> Ciao a tutti e GG.</pre>

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente