javascriptNotEnabled
Home \ Community \ Blog \

Memorie di un dilettante

Piccole cronache e considerazioni su tornei e particolari mani giocate
Invia PM
/Dic/26

Tempo di bilanci, oltre la varianza...

Da: princi699 @ 11:34 (CET) / 196 / Commento ( 1 )

Sta finendo il mio primo anno da giocatore quasi full timeed è ora di fare qualche bilancio,

Durante quest'anno ho capito molte cose che mi sfuggivano quando giocavo saltuariamente, tra cui l'importanza di alcuni aspetti tecnici e mentali del bagaglio di un buon giocatore.

Ho imparato l'importanza dello studio del poker quasi come una scienza matematica, della lettura e rilettura dei sacri testi, l'importanza fondamentale dell'hands review come tecnica per scoprire e correggere i propri errori, l'importanza di giocare in condizioni di serenità, con tanta pazienza, senza farsi prendere dalla smania di accrescere rapidamente il proprio stack.

Un anno durante il quale ho giocato tanti tornei, che non mi ha dato grandi guadagni (anzi, sto chiudendo l'anno con un piccolo passivo) ma mi ha fatto assaggiare la soddisfazione di vincere alcuni bei tornei e fare diversi tavoli finali a livelli di buy in cui non pensavo di poter essere competitivo e di chiudere con un discreto attivo nel gioco cash.

Si, perrchè una delle cose fondamentali che ho scoperto è stata che per arrivare fino in fondo ad un torneo bisogna saper foldare al momento giusto anche carte apparentemente imbattibili. Certo, anche io ho lanciato la mia dose di improperi al server quando mi ha fatto scoppiare coppie monster contro punti marginali ma, anche per avere provato a giocare sia in altre room che live, alla dine ho capito che il gioco è fatto anche di scoppi e l'unico modo per controllare l'influenza della sfortuna, o varianza, come la chiamano quelli bravi, è imparare a "leggere" le carte degli avversari studiandone il gioco, memorizzando informazioni, ragionando prima di ogni mossa, perchè il poker, almeno nella versione tornei MTT, non è un gioco basato su chi ce l'ha più lungo nella singola mano ma su chi arriva più lontano a fine torneo perchè un tavolo finale ha molto più valore di un semplice ITM. Giocarsi un intero torneo in una singola mano non ha molto senso nelle fasi iniziali e, alla lunga, può essere più profittevole foldare quella golosa coppia di dame che seguire  il carneade di turno che ti chiama All In magari con K3 off perchè "se lo sente"... 

Insomma, un anno dove, grazie a Pokerstars ed intellipoker, credo di avere posto le basi per un 2017 di soddisfazioni e divertimento, anche grazie ai diversi amici che ho potuto farmi in questo spettacolare mondo del poker.

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente