javascriptNotEnabled
Home \ Community \ Blog \

Le mie sfortune

Vi presento il mio blog, qui scriverò di tutte le mie avventure su ps
Da: nos317
Invia PM
/Feb/2016

Il Sunday Challenge

Da: nos317 @ 11:55 (CET) / 80 / Commento ( 3 )

Dopo una pausa di circa 4 mesi per mancanza di motivazioni, decido di ripartire in questo 2016.
Come sempre dopo le pause decido di ripartire senza fare depositi ma sfruttando i ticket scuola e gli StarCoin, il che è sempre un buon metodo per non farsi predere dalla foga del "devo recuperare quei 10 euro a tutti i costi".
Il primo giorno è molto interessante, riesco a superare contemporaneamente sia il freeroll per lo stars da 500€ che lo step 0, poi supero anche lo step 1 in due tentativi (nel primo ero arrivato 5°) e con mia grande soddisfazione supero anche lo step 2 al primo colpo!
Risultato raggiunto: un ticket per un torneo da 15 euro (non ho mai reputato vantaggioso tentare la fortuna nello step 3 per un ticket da 100€, tuttavia in futuro un pensierino si potrebbe fare), in passato ho sempre sfruttato questo ticket per iscrivermi al “the big 15” e tuttavia nelle rare occasioni in cui ho giocato bene non sono mai riuscito ad arrivare a premi.
Decido quindi di posticipare la decisione per il giorno dopo, nel frattempo con il ticket per lo stars500 riesco a vincere 2 euro e contemporaneamente concludo il 15 StarCoin  delle 20.14 al 10° posto (altri 2 euro presi).
Soddisfatto del mio gioco, (che per assurdo migliora ogni qual volta smetto per 3-4 mesi e ricomincio… BOH…) decido di puntare più in alto iscrivendomi al Day 1 del Sunday Challenge, mi ha attratto lo svolgimento in 2 gg che non avevo mai provato prima d’ora.
La partenza ovviamente è molto tight… non è qui che si vince il torneo ne si accumulano chips importanti, capisco che il field di giocatori non è quello che mi aspettavo: i bui sono bassissimi e gli stack in proporzione davvero grandi, tuttavia il gioco è mooolto più aperto di come lo immaginavo (probabilmente a questi buy-in per me proibitivi, non si sente ancora il peso dell’investimento), allora con un po di alti e bassi arrivo in average quando termina la reg. tardiva.
Fino a qui non sono troppo soddisfatto del mio gioco, un po’ troppo passivo in certe situazioni, un po troppo donk in altre, non ho ancora trovato la miscela ideale, però come sempre accade quando terminano le registrazioni, mi carico e comincio ad aggredire più convinto e più solido fino ad arrivare a mezzora dal termine dove ormai lo scopo principale è sopravvivere per giocarsela ITM al day 2.
Qui il mio cervello mi direbbe di non giocare più se non le premium, ma come ho detto prima (forte anche del fatto che per me è un freeroll) dopo le pause il mio gioco migliora, e mi ritrovo ad aggredire gli short come un giocatore serio che punta a racimolare un po’ di chips per il day 2, e qui mi sento padrone della situazione: i giocatori al tavolo sono sempre gli stessi e ormai so come giocano, loro non sanno come gioco io perché avrò fatto si e no 3 showdown in tutto il torneo.
Quindi con mia grande sorpresa mi qualifico per il day 2 in con 150.000 fiches in 15 pos. Su 60 sopravvissuti (average 100.000).
Ovviamente, per chi non conosce il Sunday Challenge, ci sono ben 8 “day 1” quindi in totale ci si aspetta di arrivare al day 2 in 600 giocatori (la domenica i partecipanti al day 1 sono il doppio).
E così è stato, ieri sera mi siedo al mio tavolo 150° su 619 e con la bolla a 540, qui non so esattamente cosa fare perché pensavo che l’eliminazione di 70 giocatori impiegasse un ora di torneo, invece per la seconda volta sbaglio valutazione (l’inesperienza si fa sentire) e mi ritrovo ITM dopo soli 25 min. di torneo con lo stack quasi invariato (praticamente ho giocato una o forse 2 mani), da li in avanti comincio a fare le analisi giuste, difatti mi aspetto gli short moolto aggressivi e i bigstack altrettanto, per cui come avevo letto un questo sito, mi concentro sulla conservazione dello stack senza prendere rischi inutili con steals azzardati.
Ah… dimenticavo, non vedo due carte decenti da un bel pezzo…
Arrivo a 250 left e comincio a giocare secondo il mio stile (mezzo donk e mezzo anche) ma sono contento del mio gioco, riesco a portarmi in average senza show down e senza prendere rischi, fino a che faccio un errore madornale:
UTG +1 stack sopra average punta 2,5bb io non so per quale motivo (in realtà lo so sono un donk) con 64s decido di tentare un resteal puntanto 6bb, (primo errore perché un giocatore con un bello stack non si prende rischi da EP se non ha una mano molto buona) tutti fold e oppo chiama (prima bestemmia), al flop 10 8 4… se non fosse uscito niente sarebbe stato meglio, perché, fuori posizione, decido di fare mezzo piatto (da donk vero) e lui me le spara in faccia, a questo punto dopo circa 20 secondi di bestemmie, passo pensando che il peggio che poteva avere era AT.
Continuando a bestemmiare per aver buttato mezzo stack in questo modo recupero più o meno metà di quello che avevo gettato ,qui sono un po’ tilt ma non me ne accorgo fino alla stronzata successiva:
sono di BB con KQ e UTG va all-in con circa ¾ del mio stack, essendo tilt purtroppo chiamo e mi gira 55… flop apparentemente bianco, turn K (e qui dico ok mi è andata bene) river 4… chiude scala da 4 a 8….
Resto con gli 3bb e vado con la prima mano che capita uscendo miseramente in 197esima posizione vincendo 51 euro…
Non sono contento di aver gettato con due mani praticamente 6 ore e mezza di torneo (se non consideriamo i vari step) perciò di positivo se non i 50€ non vedo nulla…
Volendo riprovarci sicuramente chiedo a qualcuno qui se ha dei suggerimenti per migliorare il mio gioco (da donk).
Grazie a tutti e alla prossima!

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente