javascriptNotEnabled
Home \ Community \ Blog \

Considerazioni di uno scarso, ma scarso scarso

/Giu/2012

La 1a lunga trafila dello scarso ma scarso

Da: linliang89 @ 12:27 (CEST) / 7 / Commento ( 2 )
Salve a tutti intellini. E' tanto che non aggiorno il mio blog, ma sinceramente non c'era niente da dire, a parte cose di cui vergognarsi. :)
Dopo che aver prosciugato il mio mini bankroll iniziale attraverso sit-n-go, MTT e momenti privi di mindset, a fine aprile avevo deciso di ripartire da zero dedicandomi al cash-game partendo dal livello più basso.
All'inizio è stato difficile ambientarmi. Il mio andamento era sempre antalenante e tendente ad appoggiarsi alla varianza.
Giocavo troppo aggressivamente contro gli avversari sbagliati, missavo le value-bet, callavo le five-bet con mani marginali, davo troppe odds ai miei oppo e mi facevo sempre value-bettare river.
Il mio secondo bankroll è quindi precipitato anche lui in maniera disastrosa fino ad arrivare dai 30 ai 15 stack per il NL2... il mio morale era a terra.
Ho cominciato così a seguire un pò la sezione del forum e cercare di capire i miei errori.
Ho ristretto il mio range di apertura, poi lo riallargato, ho ristretto il range di tribet e cosa molto più importante ho smesso di intestardirmi con molte mani marginali ^^
Tra una mano e l'altra ho passato più di 15k mani senza avere un riscontro positivo.
E qui ho cominciato a fare una semplice table selecting: evitare i tavoli pieni di REG e sedersi ai tavoli con giocatori random.
Le cose hanno cominciato a migliorare, ma non in modo tale da poter avere un profit. La mia avventura sulle montagne russe continua.
Decido così di installare il trial di Pokertracker. Comincio ad usare l'HUD, studio le statistiche e uso quelle che meglio servono ad un limite MICRO. Il gioco decolla, ma deve fare i conti con i miei sbalzi d'umore.
Continuo ad alternare giorni di B-game e giorni di Z-game fino a quando ieri sera, in piena notte, decido di fare un paio di mani tanto per farle, senza intenzione di fare profit, e forse è stato questo quello che mi ha fatto giocare meglio.
Nonostante molte persone tendevano ad alzarsi appena mi sedevo (per caso avevano paura di me? :) ) lasciandomi spesso in situazioni 2-4handed, ho chiuso la nottata con un netto di 7,5 stack e portato quindi il mio BR ad un livello più che decente, per poi scoprire che finalmente, dopo 23218 mani, sono finalmente riuscito a riemergere sopra la linea di break even.
Yeah
Non so se questo momento positivo proseguirà, o se lo spettro dello scarso ma scarso tornerà a farsi presente, o magari se la dea varianza vorrà porsi come ostacolo nel mio cammino.
Inntanto però mi pongo un obiettivo per fine estate: contando che giocherò poco causa lavoro, mi propongo di arrivare a 50 stack per il NL2.

Cosa si nasconde nel futuro dello scarso ma scarso?
Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente