javascriptNotEnabled
Home \ Community \ Blog \

grandealba blog

grandealba blog
Invia PM
/Nov/2010

Ipt sesta tappa: che presa a Malta!

Da: grandealba @ 18:51 (CET) / 10 / Commento ( 2 )

Yooo amici intellipokeristi, stavolta vi scrivo da una location tutta nuova dove non ero mai stato prima, trattasi della piacevole isolotta a sud della Sicilia che risponde al nome di Malta, entrata in questa seconda stagione come nuova tappa del PokerStars.it Italian Poker Tour. Infatti oltre alle già collaudate tappe della season one come San Remo, Venezia e Nova Gorica, quest’anno sono entrate a far parte del tour pokeristico più ricco e prestigioso d’Italia anche San Marino, Malta e, fresca notiziola di questi giorni, anche Campione.   Ma veniamo al torneo. Siedo al posto 3 del tavolo 17, solite ventimila chips di stack e livelli da un’ora. Il tavolo si presenta subito interessante: prevalenza di stranieri e tre italiani particolarmente nitty. Come sapete preferisco di gran lunga giocare con gli stranieri, sono mediamente più bravi e anche se a qualcuno potrebbe sembrare un paradosso in realtà è un gioco che prediligo perché più tecnico e quindi meno imprevedibile. Rispettano di più le giocate, sono meno calling station, puntate e rilanci hanno un senso logico, ci si capisce di più insomma su quello che sta succedendo al tavolo e si possono prendere misure sulla partita. Passo il primo paio di livelli soprattutto ad osservare quello che succede cercando di farmi un’idea sui miei avversari, prendo qualche piatto salendo circa a 26k. Chiudo set di JJ in un piatto a 4 e al turn mi aggiudico la mano uncontested con un controrilancio al quale saggiamente i due avversari rimasti nel piatto foldano. Salgo a 33 mila chips.    Tribetto con AQ e ricevo due call, tra cui l’original raiser, un ragazzetto straniero che sta giocando molto bene. Flop Qxx con due quadri, esco di 1.300 su piatto da 1.500, call del BB e raise a 3.700 del ragazzo OR. Potrei controrilanciare ancora ma non mi va molto di giocare un piatto enorme al turn dove probabilmente dovrò giocare per tutte le miei chips con Top Pair Top Kicker nei primi livelli di un torneo così deep stack. Penso che se faccio call potrò rivalutare meglio la mia situazione al turn. In fondo se l’or è in flush draw farà check behind al mio check fuori posizione al turn per prendersi una carta gratis e se non cade la terza quadri mi metterò in modalità check/call al river. Faccio call, il BB folda e rimaniamo heads-up. Il turn è un blank e io faccio check. Lui punta 4.800, è tempo per me di prendere una decisione. Credo che abbia settato, è il piatto più grosso che sta giocando dall’inizio del torneo, se fosse stato in draw quasi sicuramente avrebbe fatto check behind così come se avesse avuto solo una coppia, qui secondo me ha o doppia o tris. Ho ancora uno stack sopra average e un tavolo sul quale credo di avere edge, non mi va di impelagarmi in un piatto troppo grande in questo momento. Gli chiedo “Se foldo mostri?” e lui fa cenno di sì con la testa. Qui secondo me commetto il vero errore: quel suo assentire alla mia domanda è un chiaro tell di debolezza la maggior parte delle volte, una cosa tipo “Non sono fortissimo quindi se foldi sono più contento e sono disposto anche a venire incontro ad una tua richiesta se mi lasci subito il piatto”. Ormai avevo già deciso di foldare e quindi commetto l’errore di non tener conto di questo tell. Foldo AQ e lui mostra Q8 di quadri, top pair e flush draw. In effetti non avevo calcolato questa ipotesi, solo una coppia o solo un flush draw avrebbero meritato il check behind, ma tutte e due insieme potevano giustificare una giocata come la sua. Sono comunque abbastanza contento della mia decisione, prendo nota mentalmente della cosa e vado avanti nel mio torneo.    In effetti recupero presto, continuo a salire uncontested e mi porto a circa 43k, il tavolo continua a lasciarmi fare. Apro con JJ dall’utg per 725 sui blinds 100-200 e ricevo ben 5 call! Flop QQ8, mi sembra un buon flop anche per una cbet fuori posizione e punto 2.000 primo a parlare. Foldano tutti fino al BB alla mia destra, un ragazzetto italiano corto e molto nitty con circa 13k totali, che rilancia fino a 6k. Non ha giocato molte mani, potrebbe avere un 8 e credermi in bluff, o magari una underpair che crede buona grazie al flop accoppiato. Certamente potrebbe avere anche una Q ma comunque c’è poco da riflettere per me che ho quasi quattro volte il suo stack, lo metto subito all-in. Lui entra in the tank e comincia a pensarci un’infinità. A quel punto capisco di essere sopra e spero davvero che faccia call e mi porti dentro anche  le altre 6.500 che gli rimangono dietro, magari facendomi call con una coppietta. Passando davvero minuti e spero che qualcuno chiami il tempo perchè io non lo faccio mai ma qui stiamo davvero rasentando il ridicolo, saranno passati 2-3 minuti con lui che ci sta ancora pensando. Alla fine folda e udite udite.... MI MOSTRA UNA Q!!!! Incredibile, non mi era mai successo prima di vedere una giocata così iper-nitty!!! Mi chiede se avevo AQ e io naturalmente gli dico “Chiaro! Nice fold, io non ci sarei riuscito fossi stato in te, ottimo fold!” mentre gli stranieri al tavolo guardano la scenetta non sapendo se ridere o piangere.  Mi porto a 54.000 e comincio a pensare che davvero questo sia il mio torneo, non capita tutti i giorni di ricevere un regalo così inaspettato, magari si tratta di un segno del fato looooolll...!   Invece mi devo ricredere presto del mio destino perché da quel momento non solo mi ritrovo card dead per tutti i livelli successivi ma non me ne va bene una, non centro un flop, non va in porto una cbet o una tribet. Mi si dimezza lo stack e mi cambiano di tavolo. Sto giocando da quasi undici ore e manca solo mezz’ora alla chiusura della giornata, ho circa 23k chips. Se arriva una mano buona tento il raddoppio altrimenti se ne riparlerà domani con la mente più fresca e la speranza di un double-up in un giorno nuovo.   Un giocatore corto utg rilancia 2.300 sui blinds 400-800 ante 100, c’è un call da bottone. Io spillo KK da BB e controrilancio a 7.500 nella speranza che il corto con circa 20.000 decida di metterli tutti con una bella coppietta. Infatti l’or va all-in e il bottone folda, già sto per leccarmi i baffi su questo goloso piatto da quasi 60k che mi farebbe iniziare il day2 in media, quando il ragazzo gira solo AA, bella coppietta davvero! Board liscio e rimango con 4.000 chips dietro. La mano successiva foldano fino a Tommy Palasciano che apre per 2.100 e io le metto tutte con KQ, Palasciano chiama naturalmente e mostra KTs a quadri. Tutto sommato se il colpo mi tiene mi riporto a 10k e magari trovo anche un altro raddoppio, e invece tolgo e do due quadri al flop e il terzo subito al turn, sono drawing dead. Che presa a Malta!   Nei due giorni successivi non mi rimane che fare un po di coaching al nuovo testimonial di PokerStars.it, un simpaticissimo campione olimpico che verrà annunciato ufficialmente a breve. Come tappa finale del coaching ieri sera ci siamo anche giocati il torneo della stampa dove maestro e allievo sono anche finiti rispettivamente primo e secondo, non male per il mio pupillo fresco fresco di poker, sono orgoglioso di lui!    Vi lascio dandovi appuntamento alla diretta IptLive che stavolta è stata spostata di un giorno per problemi tecnici, quindi Martedi 16 Novembre alle 15.30 circa come sempre su www.gazzetta.it, questo il tavolo dei magnifici otto al quale ancora una volta sederà lo straordinario Sergio Castelluccio, che secondo me in questo momento è anche il più forte giocatore del circuito IPT, una vera macchina da guerra!

SERGIO CASTELLUCCIO 968.000  LARS JESPER PERSSON 1.082.000 OLEKSANDR SHAROV 985.000 ROBERTO TASSI 537.000 JOHAN PHILIP SIRBACK 1.248.000  EDOARDO SCIMIA 1.200.000  BASILIO CIPRIANO 269.000 
POLCHLOPEK 1.393.000   Alle 19 come sempre giocheremo insieme l’IptLive Freeroll su PokerStars.it, al password per iscriversi al torneo sarà: “malta”.   A presto con la diretta!   Alberto

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente