javascriptNotEnabled
Home \ Community \ Blog \

grandealba blog

grandealba blog
Invia PM

Bobby Baldwin è una leggenda vivente del poker. E’ uno degli amministratori della Mirage Corporation e presidente del casinò Bellagio di Las Vegas, dove gestisce anche la famosa Bobby’s Room, l’esclusivissima sala dove si svolgono le partite di poker cash High Stakes più alte del mondo. Bobby scrisse il capitolo sul Limit Hold’em nel libro Super System di Doyle Brunson e qualche anno più tardi lo stesso Doyle gli ha chiesto espressamente di curare la sezione sull’Omaha Eight or Better (o Omaha Hi-Lo) per il secondo volume.   Domani alle 21.00 si giocherà l’evento 10 dello SCOOP (Spring Championship Of Online Poker) su PokerStars.it e si giocherà proprio ad Omaha Hi-Lo: un torneo da 10 euro di buy-in per un montepremi garantito di 5.000 euro e un torneo da 100 euro di buy-in con un montepremi garantito di 20.000 euro. Ho pensato di darvi qualche piccolo consiglio di strategia di base, affidandomi alle linee guida presentate da Bobby Baldwin, perché si tratta di un gioco molto tecnico e anche se non ci avete mai giocato prima potreste rimanere piacevolmente stupiti di quanto sia divertente da giocare.   Nell’Omaha Hi-Lo il piatto viene diviso tra mano High e mano Low (quest’ultima ci può essere solo in caso di 5 carte non accoppiate di valore inferiore all’8), per le regole complete del gioco visitate la pagina di PokerStars.it   Tenete a mente che con 3 CARTE superiori all’8 sul board non si può fare LOW (si gioca solo per l’HIGH) e che COLORI e SCALE non valgono per la mano LOW (come nel Razz e Stu Hi-LO). Ovviamente come nell’Omaha classico dovete SEMPRE utilizzare DUE delle vostre carte private e TRE carte del board.   Un ultimo dettaglio importante è che potete utilizzare combinazioni differenti delle vostre 4 carte private per ottenere la mano high e la mano low, ecco perché il primo e forse più importante consiglio di tutti è:   cercate sempre di giocare mani che vi permettano di fare lo SCOOP, ovvero cercate di vincere il piatto INTERO, giocando sia per la mano High che per quella Low.   STRATEGIE DI BASE   Siccome dovete sempre cercare di fare SCOOP molti professionisti dell’Omaha-8 seguono il mantra “Non uscire mai di casa senza un’asso”. L’asso è la carte chiave di questo gioco, e non si dovrebbe mai entrare in gioco senza averne uno in mano. Chiaramente perché si tratta di una carta che ti permette di chiudere NUTS per l’High e per il Low.   Il NUTS LOW, la migliore mano low possibile, è la cosiddetta WHEEL, ovvero una scala 5432A. Una scala del genere sul board giusto (senza coppie o possibilità di colore) rappresenta un punto fortissimo per aggiudicarsi anche il piatto High.   Le mani di partenza di qualità nell’Omaha-8 sono le seguenti:   AA2xAA3xAA45 A23xA24KA256A345AKQ2 (double suited sempre meglio)   Come vedete in tutte queste mani c’è sempre un asso, ricordate infatti che in una partita da dieci giocatori di Omaha vengono distribuite quasi tutte le carte del mazzo e quindi è molto facile che questa carta sia in possesso di uno dei vostri avversari, cosa che gli dà un grande vantaggio. Partire con carte medie produrrà scale medie e colori medi che perderanno la maggior parte delle volte, ecco perché se gli assi sono le carte migliori le carte medie sono in assoluto le peggiori per partire con una mano di Omaha-8.   Un’altra opinione diffusa tra i giocatori professionisti di questa variante è quella che spesso sia SBAGLIATO RILANCIARE prima del flop. Essi sostengono che la chiave del gioco sia giocare sul FLOP e che, prima di vedere le tre carte comuni sia meglio investire soltanto un importo minimo. Le mani di Omaha-8 per vincere hanno quasi sempre bisogno di migliorare, ecco perché molti considerano sbagliato ingrandire il piatto prima di poter capire realmente la forza della propria mano. L’aggressività in questa variante dovrebbe concentrarsi soprattutto sulle street successive, quando abbiamo solidi progetti combo o punti NUTS.   L’Omaha-8 è un gioco che prevede progetti multipli. E’ essenziale avere una buona strategia preflop e giocare solamente mani di qualità. Se giocate troppo loose vi accorgerete di cadere nella frustrazione più totale che ci sia nel poker: realizzerete una marea di seconde mani migliori e perderete una valanga di chips.

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente