javascriptNotEnabled
Home \ Community \ Blog \

fabkus

/Dic/2012

Tiriamo le somme del 2012 appena concluso

Da: fabkus @ 19:51 (CET) / 11 / Commento ( 2 )

Ci ritroviamo qui a tirare le somme di un altro anno concluso. E' consuetudine umana schematizzare ogni cosa e racchiudere il susseguirsi degli avvenimenti entro limiti prestabiliti. Questo è quanto di più sbagliato possa esserci nel poker, tuttavia sono le debolezze a renderci umani, abbiamo bisogno di certezze e basi solide su cui costruire i nostri progetti. L'ignoto (il futuro) ci preoccupa, il passato ci rassicura e ci aiuta a capire e comprendere i nostri errori.

Il mio 2012 è stato un anno dolceamaro. Se esattamente 365 giorni fa mi avessero detto: "Nel 2012 farai almeno un tavolo finale SCOOP, un tavolo finale ICOOP, un tavolo finale al Sunday Special e vincerai un Night on Stars" ci avrei subito messo la firma. Tuttavia, a volte, il destino ama essere beffardo: quello che poteva essere un grande anno si è invece rivelato un anno appena sufficiente e per certi versi deludente parlando di profit, considerando l'importanza dei risultati ottenuti.

Sia ben chiaro, in un periodo storico come questo sarebbe da stupidi sottovalutare l'importanza di 16.000 € guadagnati in un anno. Eppure, quando più volte ci si avvicina ad un traguardo enorme e lo si vede sfumare, vuoi per errori di valutazione o di stanchezza (sia coach che professionisti non ne sono esenti), vuoi per una notevole sfortuna avuta nei tavoli finali, quell'amaro in bocca resta sempre. Non so se sia presunzione o semplice voglia di vincere, ma accontentarsi di un piazzamento ad un tavolo finale quando ci sono certe cifre in ballo mi risulta decisamente difficile.

Solo un po' di fortuna in più nelle fasi finali, probabilmente, mi avrebbe permesso di vincere almeno il triplo, tuttavia bisogna sempre cogliere il lato positivo di ogni esperienza che, oltre al comunque dignitoso profitto, può lasciare dentro anche preziosi insegnamenti per il futuro. E' sotto questo punto di vista che il 2012 è stato molto positivo per me: l'esperienza e gli insegnamenti acquisiti. L'analisi dei miei tornei, il confronto con gli altri giocatori anche durante i miei coaching settimanali, hanno certamente fatto notevolmente progredire il mio gioco. Sono molto soddisfatto anche del mio mindset che ha raggiunto un livello che non avrei mai creduto fino a qualche tempo fa. La tranquillità con cui affronto le bad beat mi lascia ben sperare. Farsi trovare preparati nei (sempre in agguato) momenti sfortunati è molto importante, così come affrontarli serenamente senza mutare il proprio gioco. Negli MTT i periodi sfortunati possono essere distruttivi, sia per il bankroll che per la mente, facendo crollare ogni più ferrea convinzione. L'esperienza e le centinaia di migliaia di mani giocate in questa specialità mi consentono ora di affrontare tutto ciò con maggiore distacco e sempre nell'ottica della scelta più giusta.

Parliamo di cifre: nel 2012 ho giocato quasi 2.500 tornei, ABI 28,85 € e 8.577 € di profit netto a cui si aggiungono due bonus da 3.000 € sbloccati e 1.650 € di milestone avendo fatto 200.000 VPP.

Profit 2012

L'anno non era iniziato nel migliore dei modi, con la peggiore serie negativa dall'inizio della mia carriera. Ad Aprile un 3° posto SCOOP e vari altri risultati mi hanno permesso di ritornare in profit a cui però è seguito un lungo periodo di risultati sostanzialmente in breakeven fino ad un periodo autunnale ed invernale estremamente fortunato e profittevole (vittoria NOS, 5° posto ad un ICOOP, 7° posto ad un Sunday Special e numerosi altri tornei shippati e tavoli finali).

Ecco il grafico overall negli MTT su Pokerstars.it:



Quasi 6000 MTT giocati in poco più di 3 anni, sfondata la soglia di 25.000 € di profit netto e oltre 50.000€ sommando la rakeback e i bonus vari. Se consideriamo che non ci sono stati shippi enormi nella mia carriera non posso che essere comunque soddisfatto di quanto fin'ora fatto. Durante il 2012 ho anche giocato cash ma ho realizzato che è una disciplina in cui ho ancora moltissimo da migliorare, facendo sostanzialmente breakeven in circa 288.000 mani giocate tra NL100 e NL50.

Progetti per il futuro? Laurearmi e far crescere la mia ditta pubblicitaria per il mio network di siti web. Il poker è un redditizio passatempo ma ho una vita davanti per giocarci e voglio per ora concentrarmi su priorità più importanti per il mio futuro. Del resto ciò che questo gioco mi ha insegnato è che non bisogna avere fretta, una graduale crescita è alla base di un duraturo e solido successo, non ho quindi nè l'esigenza finanziaria nè la necessaria libertà temporale per tentare una scalata verso lo status Supernova Elite. L'obiettivo è quindi giocare almeno 3.000 MTT nel corso del 2013 e fare, run permettendo, 300.000 VPP.

I buoni propositi ci sono tutti, le difficoltà arriveranno certamente ma sono pronto ad affrontarle umilmente e serenamente come spero di aver imparato a fare.
Auguro quindi a tutti voi un magnifico 2013, ricco di gioie e soprattutto di shippi! :wink:

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente