javascriptNotEnabled
Home \ Community \ Blog \

The Best... blog

/Set/2012

Settembre 2012; il poker e le sue varianti

Da: Ost The Best @ 12:01 (CEST) / 347 / Commento ( 0 )

La maggior parte dei players gioca solo Hold'em, e solo una piccola percentuale gioca le varianti.
Di sicuro, le trasmissioni televisive non contribuiscono a far conoscere queste varianti agli "amanti del giochino"; avete mai visto per TV un evento di Razz, o di Badugi, o di 2-7 low ball?

Penso pure che per essere competitivi occorra studiare parecchio, e quindi in tanti si concentrano per migliorarsi nell'Hold'em, e non hanno il tempo per imparare regole e dinamiche delle varianti.

A me le varianti sono sempre piaciute. Quando iniziai a giocare a "soldi veri" sulla .com utilizzando i T€ vinti con le classifiche mensili della IPL, naturalmente iniziai con l'Hold'em; il primo mese persi subito i miei 5T€. Il mese successivo cominciai a mixare HE e Omaha Hi/Lo, e da lì ho iniziato ad incrementare il mio BR.
Credo fortemente in questo concetto: all'Hold'em una grande percentuale di players sa giocare ad un livello decente; alle varianti, semplicemente la percentuale ed il livello sono minori. E quindi nel lungo periodo "deve" essere più facile vincere.

Le varianti nel poker sono molteplici, e tutte completamente differenti tra di esse; basta pensare all'Omaha dove si gioca con 4 carte ma devi utilizzarne solo 2, allo Stud dove ti vengono servite inizialmente 3 carte e poi altre, una ad una, fino ad averne 7, al Razz deve al contrario vince il punto minore...
Poi abbiamo la variante della variante... Omaha e Stud vengono giocate sia nel modo normale, che nella variante Hi/Lo; e non pensate che sia la stessa cosa, hanno dinamiche completamente differenti, e naturalmente le migliori "starting hands" con cui decidere se entrare o no in una mano sono completamente differenti.

Troppa confusione? Ma no, alla fin fine tutto si riduce a semplici calcoli di probabilità, in base alle carte ricevute e alle possibilità di migliorare o chiudere il punto.
Un esempio? Se al Razz alla 5^ street hai una coppia e una carta alta (quindi hai solo 3 carte low) è improbabilissimo che nelle ultime due street "pescherai" le due carte low (obv diverse da quelle che possiedi) per chiudere il punto, quindi è ovvio il fold.

Poi esistono tornei che raggruppano più varianti: l'HORSE che ne ha 5 (Hold'em, Omaha H/L, Razz, Stud e Stud H/L); l'8-Game che ne ha ben 8.
Ecco, riallacciandomi a quanto detto all'inizio, se non tutti i giocatori sanno giocare le varianti, saranno ancora meno quelli che ne sanno giocare decentemente 5, e quindi ancora meno quelli che ne sanno giocare 8!

Per chi gioca la CB, il famosissimo campionato a squadre di Intellipoker (spero sia conosciuto a chi mi leggerà) è diventato quasi un obbligo conoscere le varianti, perchè ogni settimana mediamente su 5 tornei, 1 è Hold'em e gli altri 4 sono varianti.
La nostra squadra, la Magia Stellare, ha vinto l'ultima edizione 2012-2; non certo perchè siamo dei fenomeni, ma probabilmente perchè mediamente tutti e 7 i componenti sanno giocare le varianti, e si sono specializzati su almeno un paio di esse.

Chiudo consigliando a chi mi legge di provare le varianti, per tanti motivi; probabilmente giocare SEMPRE e SOLO hold'em a lungo andare può stancare, mentre trovo positivo alternare le tipologie; in questi tornei, o S&G, troverai spesso qualcuno che non sa giocare, o addirittura chi si è iscritto per errore e non ha la minima cognizione di cosa fare, quindi le possibilità di andare ITM aumentano.

Ciao; Rob

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente