javascriptNotEnabled
Home \ Community \ Blog \

Il poker di MomoMan2

PREFAZIONE

 

Capita che un giorno giri nel verso sbagliato.

Capita che un giorno non abbia poi tanta voglia di giocare, ma l'impegno preso nei confronti della struttura del torneo, degli amici ecc. quasi ti obblighi a giocare comunque.

Capita che una sequenza di sconfitte immeritate scavino solchi pieni di dubbi nella tua mente.

Capita che una sequenza di sconfitte meritate ti convincano che il poker non fa per te.

Capita che una sequenza di vittorie immeritate ti convincano che sei invincibile.

Capita che una sequenza di vittorie meritate ti facciano sentire un superman del poker, dimenticando che in qualsiasi momento la sorte può giocare un brutto scherzo.

Capita anche che nello stesso momento, più questioni si intreccino insieme, formando una ragnatela inestricabile... e così, esce la mano assurda, sbagliata, quella che non avresti mai voluto giocare così. Ma l'hai fatto.

E allora, penso che sia conveniente raccontare a tutti cos'è successo, soprattutto per raccontare la mano a se stessi, in modo che non si verifichi più.

 

LA STORIA

Vengo da una serie fortunata (e, senza false modestie, forse anche in parte meritata) di vittorie ai SnG Fifty 50 che hanno dato nuovo slancio al Bankroll. Mi sento forte. Ma un tarlo nella mente c'è, e rosica, rosica, rosica...

 

Mi presento al tavolo alla seconda mano, un po' in ritardo. Gli impegni di famiglia sono quelli che sono e in fretta e furia accendo il PC... non un buon modo di iniziare il torneo.

 

La voglia è quella che è... riunioni, stanchezza, mille impegni, un numero di tornei giocati negli ultimi giorni forse troppo alto per quanto io possa sopportare.

 

Piccoli problemi familiari, quelli "stupidi", quelli che in fondo dici: "beh, se questi sono i problemi, in fin dei conti ce la passiamo bene"... ma sai, sembra quasi che un po' di nervosismo faccia bene, non si può vivere tranquilli e felici... un po' di sana inca%%atura bisogna sempre mettercela in ogni cosa. In fin dei conti, un po' di adrenalina non ha mai fatto male a nessuno... forse...

 

La voglia di essere protagonista, un personaggio riconosciuto nella tua piccola comunità. Vuoi essere ricordato per qualcosa di memorabile. Ah, "qualcosa di memorabile, sì..."

 

E così, succede di avere un bel 10 10 nella prima mano. E così, succede di pensare: "moh, faccio il brillante... facciamoci due risate". Succede che da EP qualcuno (che nella fattispecie corrisponde al nick Mastro-old) faccia il brillante pure lui. E allora... non vorrai mica essere meno brillante del tuo avversario?!?

E in una guerra di rilanci, mi trovo "all in" senza che il mio cervello abbia ragionato! Ha vinto il mio dito indice che si muove veloce sul touch del mio vecchio ma fidato notebook. L'oppo gira una maledettissima coppia di K!

A quel punto non ti resta che sperare nel dealer di PS... in fin dei conti, lo sanno tutti che il dealer di PS prepara mani ad arte... dai, ora sicuramente esce un 10. Niente... dai ancora una possibilità... niente! Niente. Niente. NIENTE!

ASINO!

E così, si conclude il mio più breve torneo di SuperLega!

Ecco, per questo sarò ricordato. Complimenti, genio!

 

Un saluto a tutti

 

Giacomo

 

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente