javascriptNotEnabled
Home / Video /

''luipis17'': dal NL5 al Regno Unito


 

Ho seguito Luigi 'luipis17' nell'ultima parte della promozione poiché mi è arrivato già preparatissimo per mano di Simone Ruggeri che l'aveva seguito prima di me, quindi è stato un lavoro abbastanza facile!

Così "Actaru5", giocatore del Team PokerStars Online, commenta la prestazione del suo allievo "luipis17" che è diventato Supernova al termine del percorso intrapreso nella Stellar Explosion.
Luigi, appena laureato in Geologia, comincia cash game, ma "solo for fun" al NL5. Con la Stellar sale subito al NL10 e conclude al NL50 con un bankroll da permettergli di trasferirsi a Liverpool e cominciare l'anno nuovo con almeno 100 buy-in.

 

luigi-luipis17.jpg
"luipis17"
 

Com'è andata la tua Stellar Explosion?

È stata una bellissima esperienza, ci sono stati momenti un po' difficili, ma è stato pianificato tutto abbastanza bene. Ho iniziato dal NL10, da gennaio fino ad aprile ho giocato il NL5 for fun perché mi stavo laureando. Infatti, mi sono laureato 10 giorni prima l'inizio della Stellar. Dopo un paio di mesi al NL10 sono riuscito a battere il livello. Per i primi 2 mesi c'è stato un bombardamento di nozioni nuove che apprendevo tramite le lezioni, che hanno cambiato tantissimo il mio gioco nella prima parte del percorso. Dopo un paio di mesi sono passato al NL25. C'è stata una fase di ambientamento però il livello faceva sentire la differenza rispetto al NL10: molti regular, field più duro. Fino a settembre ho giocato al NL25 ma i primi mesi la barra dei VPP era ferma. Fino ad allora avevo giocato al massimo 20.000 mani in un mese, da aprile sono passato 70-80 mila, non è stato facile. Settembre è stato un ottimo mese, al NL25 ho tenuto 8/BB100 e avevo il bankroll pronto al level up per il NL50, e lì è arrivato un bagno di sangue. Ci sono restato giusto un paio di settimane, mi ero posto uno stop loss di 15-20 stack ma non ho fatto neanche in tempo a raggiungerlo perché a swingare certe cifre non ero ancora pronto. Qualche mese prima giocavo NL5, non ero abituato. A ottobre sono risceso al NL25. Era dura rimettersi a giocare perché suonava un po' come una sconfitta dopo essere stato al NL50. Gli ultimi 2 mesi mancavano più di 30.000 VPP, ho dovuto giocare 100.000 mani a novembre e 100.000 fino agli ultimi giorni di dicembre.

E adesso? Proseguirai la tua carriera da giocatore di poker?
Avevo deciso di giocare al NL25 fino alla fine dell'anno e stabilizzarmi successivamente al NL50. Dovendo giocare il NL25, negli ultimi mesi ho fatto zero review. Non avevo più il tempo, ho pensato solo a giocare e mi ero promesso che, nella prima parte di quest'anno, avrei studiato il NL50 e rivisto un po' di mani per ripartire.

Che cosa hai fatto col profit ottenuto da questa esperienza?
Parte l'ho investito per cambiare vita: mi sono appena trasferito in Inghilterra, una parte la sto quindi utilizzando per il trasferimento e per vivere di rendita i primi mesi. Ho lasciato un bankroll per giocare il NL50, pensavo di partire con 100 buy-in.

luipis17-grafico.jpg

Come mai hai deciso di trasferirti in Inghilterra?
Un po' per fare una nuova esperienza e un po' per imparare la lingua, poi si vedrà. Sono arrivato da due settimane insieme a un altro amico, gioca anche lui.

In quale città ti trovi?
Liverpool.

Il tuo titolo di studio offre sbocchi all'estero?
Ci sono le opportunità ma ora è difficile perché con la lingua non sono messo benissimo. Per il momento continuerò a grindare.

Quanto sono stati importanti i coach in questo percorso?
Inizialmente il mio coach era Simone Ruggeri che ha poi passato il testimone a "Actaru5". Sono stati entrambi fondamentali. Ruggeri mi ha dato una prima infarinatura facendomi vedere il poker sotto un altro punto di vista. Quando giocavo per divertimento, era tutto molto più semplice, invece Simone mi ha insegnato a pianificare la mano, iniziare a ragionare sui range e tutte queste cose qui. "Actaru5" è stato super disponibile sin da subito. Con lui mi ero già sentito qualche mese prima durante la Stellar e quando sono diventato suo allievo mi ha aiutato tanto, abbiamo fatto anche dei meeting notturni.

Oltre ai coach, c'è stato qualcun altro che ti ha aiutato a tagliare questo traguardo?
Alcuni ragazzi della Stellar con cui mi sono sentito nei momenti un più duri: è capitato che qualcuno di noi voleva mollare perché mancavano troppi VPP, ma ci siamo aiutati e incoraggiati a vicenda.

Gianvito Rubino per PokerStarsBlog.it


Fonte:www.pokerstarsblog.it/2014/luipis17-dal-nl5-al-regno-unito-146048.shtml
 
 
 
 
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso