javascriptNotEnabled
Home / Promozioni /

Quali sono i fattori da considerare prima di entrare in un piatto?

Prima di mettere nel piatto una chip o un centesimo in qualsiasi mano di poker, ci sono moltissime variabili che dovresti analizzare. Se una quantità sufficiente di queste variabili si esprime a tuo favore, puoi giocare; in caso contrario, è consigliabile passare.

Troppo spesso i giocatori commettono l'errore di giocare una mano senza esaminare attentamente la situazione. Per evitare questo errore in futuro, continua a leggere e scopri i fattori da considerare prima di prendere una decisione.

La tua mano iniziale
Che si tratti di rilanciare, vedere un rilancio o entrare con un limp, il fattore più importante di norma è la forza della tua mano iniziale. Se hai coppia di assi, coppia di re, coppia di donne o asso e re, decisamente vorrai giocare a prescindere da quello che sta succedendo intorno a te al tavolo.
Tuttavia, quando hai una mano più dubbia (coppie più basse, carte in sequenza dello stesso seme o un asso con una carta più debole, per esempio) non esiste un criterio assoluto per prendere una decisione. In queste situazioni devi prendere in considerazione i seguenti fattori:

Posizione
Più la tua posizione al tavolo è avanzata, più ampio è il ventaglio di mani che dovresti giocare. Se ti trovi under the gun con asso e dieci, dovresti passare. Questo perché ci sono così tanti giocatori dopo di te che probabilmente la tua mano verrà dominata da un asso con una seconda carta più forte o da una coppia di alto valore. Tuttavia, se la stessa mano ti capita quando sei sul bottone e gli avversari prima di te hanno passato, vale molto di più: dovresti decisamente rilanciare, perché sono rimasti pochi giocatori nel piatto.
Dovresti essere cauto anche quando vedi dei rilanci in posizione iniziale. Poniamo che tua abbia 8-7 dello stesso seme under the gun +1 e vedi un rilancio del giocatore under the gun. La forza della tua mano giustifica questa mossa, ma a causa della posizione dovresti probabilmente passare. Ci sono buone possibilità che uno degli altri giocatori al tavolo effettui un controrilancio e improvvisamente dovrai spendere molto di più per vedere il flop o passare prima di arrivare a quel punto.

Gli avversari
Dicono che il poker sia un gioco di persone, non di carte. Questo significa che tutti giocano in modo diverso e dovresti adattare le tue strategie di conseguenza. Se al tavolo c'è un giocatore sul quale ti senti di avere un vantaggio particolare, dovresti cercare di entrare nel maggior numero possibile di piatti insieme a lui. Puoi farlo vedendo i suoi rilanci o controrilanciando per affrontare il piatto in heads-up.
Vale anche il contrario: se al tavolo c'è un giocatore che temi, non c'è niente di male ad evitarlo quando possibile. Certo, non devi portare tutto questo agli estremi, per esempio passando mani molto forti solo per evitare di entrare in un piatto con lui; ma se una situazione è dubbia, la cautela è spesso l'approccio migliore.

L'ammontare del tuo stack
L'ammontare dello stack dovrebbe sempre essere preso in considerazione, specialmente durante un torneo. Il numero di chips (o di grandi bui) nel tuo stack determina il tipo di strategie che puoi attuare. Se sei "short stacked" (pari a 15 grandi bui o meno), le tue alternative diventano andare all-in pre-flop o passare pre-flop. Questo esclude immediatamente molte mani (carte medie in sequenza dello stesso seme, per esempio) che in un mondo perfetto non sarebbero affatto male, ma che in questa situazione non puoi giocare. Invece, vai all-in con mani che includono una carta alta.

Quando hai uno stack importante hai molte più opzioni a disposizione e puoi giocare una gamma di mani molto più ampia: mani forti per il valore e mani deboli quando l'obiettivo è rubare i bui. In questo caso, devi comunque fare attenzione alle dimensioni dello stack del tuo avversario. Meglio non rilanciare con una mano debole quando il tuo avversario è short-stacked: tenderà ad andare all-in e tu sarai costretto a passare. Invece cerca di fare il bullo con i giocatori che hanno uno stack medio (di solito pari a 25-35 grandi bui). Questi giocatori si trovano in una situazione paradossalmente difficile: hanno troppe chips per andare all-in, ma non hanno abbastanza chips per tenerti testa. Di solito è il bullo con lo stack più grande a uscirne vincitore!
Per altri suggerimenti e strategie pokeristiche, crea subito GRATIS il tuo account PokerStars ed entra nella nostra scuola. Se sei già un membro della scuola, perché non effettuare un deposito e provare questa strategia ai tavoli?
Ti suggeriamo di consultare gli altri consigli di strategia del poker.


Come vincere nei tornei Freerooll

Come riprendersi da una fase negativa
 

Crea subito il tuo account PokerStars GRATUITAMENTE cliccando qui o assicurati di includere il codice marketing "ScuoladiPoker" per ricevere il nostro Bonus di €10 e 10 Ticket VIP Scuola di Poker, ed entra nella nostra scuola. Se sei già un membro della scuola, perché non effettuare un deposito e provare questa strategia ai tavoli?


Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso