javascriptNotEnabled
Home / Video /

Wsop: Max, missione "fallita"




Si sono conclusi 11 eventi alle WSOP 2012, quattro sono ancora in corso e 46 devono ancora iniziare tra cui il Main Event al via il 7 luglio. Il bilancio di questi primi dieci giorni vede i giocatori italiani ancora a bocca asciutta. Qualche fiammata, in particolare di Marigliano, Baldassarri e Pescatori, ma ancora nessun braccialetto.
 
Si sono infrante a ridosso del final table le ambizioni di Max Pescatori di strappare il suo terzo successo alle WSOP. "Il Pirata" era infatti tra i giocatori approdati al Day 3, l'ultimo, dell'Evento #10 il $5.000 "Seven Card Stud", ma la sua cavalcata si è interrotta in 12/a posizione dopo quattro mani perse consecutivamente. Ha vinto John Monnette a cui sono andati $190,826. Per lui si tratta del secondo braccialetto in carriera. Alle sua spalle si sono piazzati Huu Vinh, Timothy Finne e Perry Friedman. I primi quattro classificati sono tutti di nazionalità statunitense. A dare filo da torcere ai players "a stelle e strisce" ci ha provato il maestro dello Stud, Jeff Lisandro, giocatore con cinque braccialetti in bacheca nato in Australia da genitori italiani e cresciuto in provincia di Salerno prima di trasferirsi negli USA.
 
Ecco il payout del tavolo finale dell'Evento #10:
1. John Monnette 190.826 $
2. Huu Vinh 117.913 $
3. Tim Finne 73.847 $
4. Perry Friedman 53.460 $
5. Jeff Lisandro 41.789 $
6. Mark Dickstein 33.325 $
7. Bryn Kenney 27.062 $
8. Raymond Dehkharghani 22.332 $

Si è concluso con il trionfo del canadese Ashkan Razavi l'Evento # 9, il $1.500 "No Limit Hold'em Re Entry". Il torneo è durato cinque giorni, ha visto la presenza di 3404 giocatori con un montepremi di $4,595,400. Razavi si è portato a casa ben $791,398. Al secondo posto si è piazzata la bella Amanda Musumeci che ha sfiorato il bracialetto, ma si è consolata con $481.643. In terza posizione si è piazzato il newyorkese Derrick Huang ($347.228). Tra i giocatori finiti out ci sono anche due italiani. Sono Gabriele Lepore e Flaminio Malaguti. Il primo ha chiuso al 251/o per £3,216, il secondo al 309/o posto per $2,895. Malaguti è un italiano noto Oltreoceano più che in patria, si è trasferito a Las Vegas nel 1985.

Veniamo alla cronaca dei tornei ancora in corso. Come detto sono quattro. L'Evento #12, "l'Heads Up No-Limit Hold'em" da $10,000 di buyin è giunto alla fase finale, dei 152 iscritti sono rimasti in quattro: Tommy Chen vs Brian Hastings e Jason Mo vs Brock Parker. Il vincitore si porterà a casa $371,000. Tra gli eliminati ci sono Cristiano "Crisbus" Guerra e Alessandro Speranza. ""Crisbus" ha perso l'ultimo testa a testa prima della zona a premi. La lista dei giocatori finiti out ci rende l'idea del livello tecnico del torneo. Tra loro ci sono stelle del calibro di Bertrand 'Elky' Grospellier, Tom Marchese, Jake Cody, Michael Mizrachi, Steve O'Dwyer, David Sands, Daniel Negreanu, Phil Ivey, Justin Bonomo, Martin Jacobson, John Juanda, Jason Mercier, Chris Moorman, John Duthie, Faraz Jaka, Viktor 'Isildur1' Blom, Erik Seidel, Randy Lew, Isaac Haxton, Ben Lamb, Olivier Busquet, Yevgeniy Timoshenko, Victor Ramdin, Joseph Cheong, Andy Bloch, Justin Smith eVanessa Rousso, bellissima Pro del Team PokerStars.

L'evento #13 è in fase di svolgimento, si tratta del "Limit Hold'em" da $1500 di buyin a cui hanno preso parte 730 giocatori. Tra loro anche Massimiliano Martinez e Flavio Ferrari Zumbini, purtroppo già eliminati. Al momento sono rimasti in 41, tutti "in the money", con Eric Buchman out in 42/a posizione. Guida il gruppo Jared Woodin inseguito tra gli altri da Isaac Haxton, Jennifer Harman e Humberto Brenes.

L'Evento #14, "No Limit Hold'em Shootout" da $1,500 di buyin, è giunto alla fine del Day 1. Dei 1138 iscritti solo 120 torneranno per la seconda giornata di gioco. Tra loro non ci sono italiani. Si tratta di una tipologia di torneo in cui avanza soltanto il vincitore di ciascun tavolo. Il gioco è iniziato su 120 tavoli e ripartirà nel Day 2 da 10, ciascuno con 10 players. Tra coloro che hanno superato il primo ostacolo spiccano Phil Ivey, Joe Cada, David Doc Sands, Scott Clemments, Erik Seidel, Jeff Madsen e Melanie Weisner. Sono invece stati eliminati molti big quali Liv Boeree, Victor Isildur Blom, Joeseph Cheong, Jonathan Duhamel, ElkY Grospellier, José Barbero e Daniel Negreanu.

L'Evento #15 è iniziato da poco, dei 212 iscritti sono ancora in corsa in 190. Il "Seven Card Stud Hi-Low Split-8 or better" è una variante del poker che gran parte degli appassionati non sarebbe in grado di giocare. Tra i big al tavolo ci sono Phil ivey, Norman Chad, Scotty Nguyen, Eugene Katchalov, Matt Savage, John Racener, Eli Elezra, Daniel negreanu, Phil Hellmuth, Robert e Michael Mizrachi, Chad Brown, Matt Galtz, Xuan Liu, Justin Bonomo, Jeffrey lisandro, ElkY Grospellier, Huck Seed, John Juanda, Allen Cunningham, Jason mercier, Nacho barbero, Doyle Brunson. Ancora dentro anche Marco Traniello, Dario Alioto e Max Pescatori.
 
 

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso