javascriptNotEnabled
Home / Video /

Wishlist: la top ten delle donne (di Rebekah Mercer)


La risposta alla domanda: "Cosa vogliono le donne?" dovrebbe essere molto semplice. E' sia il denominatore comune di una società civile che il titolo di una famosissima canzone degli anni '70. Aretha Franklin lo ha urlato al mondo con una sua canzone, forse la più famosa. L'avete capito, no?
RESPECT!
Una semplice parola di due sillabe (in inglese; tre in italiano) deve stare alla base del comportamento ai tavoli di poker – e non solo qui. Ma spesso, le donne ricevono l'esatto opposto dagli uomini quando si siedono a giocare, spesso in un tavolo dove la donna seduta è solo una. Anche due pro famose e forti come Liv Boeree e Celina Lin hanno recentemente parlato di come siano state soggette a commenti e comportamenti poco felici.
A volte per le donne è difficile, basta immaginare che, per molti uomini, il "gentil sesso" in quel momento sta varcando quel confine che appartiene a loro. E ciò non accade solo nel poker live, perché anche nell'online le donne sono spesso prese di mira ed insultate. Molte donne "nascondono" il loro genere quando giocano online per evitare queste situazioni, e chi può biasimarle? Vi piacerebbe che tutto il tavolo si mettesse contro di voi, solo perché siete di sesso femminile?
Il grande traguardo di Victoria Coren Mitchell, quello di essere stata la prima persona al mondo a vincere due Main Event EPT, dovrebbe far capire come questa fantomatica superiorità maschile sia stata bella che superata, ammesso che sia mai esistita. Vicky ha provato al mondo intero (qualora ce ne fosse bisogno) che le donne non sono inferiori agli uomini, e che hanno una resistenza mentale che consente loro di sopportare la pressione del gioco.

Vicky Coren Mitchell - EPT pre-win.jpg

Ma nel frattempo, visto che il sessismo esiste ed è spesso palese, vorremo redigere una top 10 di comportamenti che si dovrebbero tenere al tavolo per essere rispettosi. Ciò, ovviamente, vale non solo nei confronti delle donne, ma di chiunque.

1) Sii rispettoso al tavolo. Verso qualsiasi persona. Di qualsiasi genere, razza, nazionalità ed abilità pokeristica.
2) Sii amichevole, soprattutto con chi è nuovo. Ricorda quando ti sei seduto al tavolo per la prima volta, e quanto per te sia stato difficile. Se sei un uomo, pensa a quanto sia stato (o a quanto sarebbe) difficile essere l'unico uomo in un tavolo di donne che si conoscono tutte tra di loro.
3) Cerca di essere d'aiuto. Puoi farlo, ad esempio, ricordando i blinds a chi non ha mai giocato live prima. Ma fallo gentilmente, non con aria di superiorità.
4) Sii paziente. Dai a tutti il beneficio del dubbio, ed abbastanza tempo per prendere una decisione. Ricorda che, se adesso per te una determinata mossa potrebbe essere scontata ed immediata, per loro potrebbe non esserlo. E nemmeno per te, all'inizio, lo era.
5) Sii gentile. Vero, è brutto perdere contro una mano che probabilmente non andava giocata. Ma ricorda che questo gioco è un lento e continuo processo d'apprendimento, e che comunque, molto spesso, gli errori degli altri si trasformano in profitto per noi.
6) Non essere il signor "io so tutto". Puoi aver letto tutti i libri riguardanti il poker, e giocato con Phil Ivey in persona, ma ricorda che non tutti hanno bisogno o vogliono i tuoi consigli. E' piacevole parlare delle mani, ma non mentre si sta giocando. A nessuno piace ricevere una lezione sul cosa avrebbe o non avrebbe dovuto fare al tavolo. Soprattutto con le donne, non partite con l'idea che ne capiscano meno di voi.
7) Non essere TROPPO amichevole. Il tavolo da poker non è un posto dove rimorchiare. Va bene salutare e dare il benvenuto ad una donna, ma non iniziamo un monologo non-stop. Rende difficile la concentrazione e spesso non è gradito.
8) Non presumere che il tuo aiuto sia sempre gradito. Magari al giocatore novizio piacciono le chips di taglia grossa, e non apprezzano la vostra insistenza nel cambiargliele. Chiedete gentilmente.
9) Non provare ad intimidire le donne ed i novizi con posture aggressive e commenti. Da' loro lo stesso rispetto che daresti a chiunque altro – e che vorresti da chiunque altro.
10) Non fare scenate quando perdi una mano. E' una reale e concreta possibilità quella di perdere una mano contro una donna o un giocatore alle prime armi. E spesso non si tratta solo di fortuna.

 
Tratto da pokerstarsblog.com
 
Tradotto da Marcellus88

Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso