Giunge al termine anche il Day5 di questo Main Event delle World Series of Poker 2013. Al termine del Day4 erano rimasti 239 player in gara per la prima moneta da oltre 8 milioni di dollari, fra cui 5 italiani, e ben 3 di loro riescono a raggiungere il Day6: Andrea Dato, Sergio Castelluccio e Gaetano Preite. A guidare la top10 è invece il canadese Sami Rustom con oltre 7 milioni di chip.
 
gaetanopreitemainevent.jpg
Il primo a lasciare la truppa è Luca Moschitta152° posto 50.752$ per lui: esce con AK, confidava di giocarsi almeno un coinflip ma dall'altra parte ci sono due re e nessun asso sul board: "Era un pot da 1,6 milioni", commenta Moschitta, "purtroppo il sogno è finito ma sono orgoglioso di aver dato tutto me stesso a questo WSOP Main Event".

Sebbene lasci il torneo 50 eliminazioni dopo, l'ITM è lo stesso: Alessandro "bubukonan" Fasolis si ferma 102° e anche lui porta a casa 50.752$. Era arrivato in pausa cena con uno stack di 1,6 milioni, appena sotto average, quando erano ancora 110 i player in gioco. Solo 8 player out più tardi però le chip dell'azzurro vengono conquistate da un top full: "È stato comunque un gran torneo", ha commentato "bubukonan", "ringrazio tutti, è bello vedere quanti ti sostengano... ho giocato il mio miglior poker di sempre e sono soddisfatto, peccato perché non ero lontano!".
 
andreadatowsop.jpg
Andrea Dato chiude il Day5 con poco più di 1 milione: "Domani bui 25.000/50.000 e 68 player left, peccato solo per KK scoppiato da AQ all'ultimo livello, quel piatto mi avrebbe portato a 4 milioni e mezzo, ma sono comunque soddisfatto della giornata".
 
sergiocastellucciowsop.jpg
 
Sergio Castelluccio ha avuto l'onore di giocare al tavolo televisivo con grandi campioni come Annette Obrestad e Ashton Griffin, il quale è stato eliminato proprio per mano di "genio-ps": TT per l'azzurro, AT per l'avversario e nessun asso sul board. Poi però le carte non arrivano più: "Primo livello molto bene, sia come run che come tavolo, poi mi hanno spostato al tavolo televisivo e sono stato card dead per 6 ore in mezzo agli squali". L'ex campione IPT chiude a 1.655.000 e commenta "L'importante è esserci!".

Gaetano Preite è il migliore degli azzurri, chiude ben sopra average anche grazie a un pizzico di fortuna, come quando i suoi dieci settano e superano QQ dell'avversario riportandolo a quasi due milioni prima della pausa cena. Poi Gaetano è bravo a gestire il suo stack e si porta poco sotto i 4 milioni prima che finisca la giornata quando l'average è 2,8 milioni.
 
gaetanopreite.jpg
I 68 giocatori rimasti si affronteranno nel Day6 per conquistare il tavolo finale più importante dei tornei di poker: quest'anno un italiano riuscirà a ripetere l'impresa di Filippo Candio nel 2010? Lo scopriremo nelle prossime ore.
 
*Photos courtesy of WSOP.com and PokerNews

day5count1.jpg
day5count2.jpg