Finisce la corsa del Team PokerStars Pro Dario Minieri all'evento #19 Pot Limit Hold'em da 5.000$ in queste World Series Of Poker 2013

C'erano ben 4 braccialetti al final table: oltre al giocatore romano, vantavano il titolo anche i compagni di squadra Bertrand Grospellier ed Eugene Katchalov. Ma ad aggiudicarsi un altro braccialetto è David Kitai, già campione all'EPT di Berlino 2012, che oggi ha conquistato il suo secondo evento WSOP in carriera.
 
kitaievento19.jpg

Foto ufficiale WSOP 2013 by PokerNews
 
Kitai elimina in heads up l'americano Cary Katz con un set di fanti su un board jack high, l'avversario non può esimersi dal call con un'overpair targata KK, e il board impietoso termina l'evento regalando la vittoria al belga.

Il torneo di Minieri è caratterizzato dalla sua strategia aggressiva che gli ha permesso di restare ai vertici del chipcount per la maggior parte del torneo. Al final table l'azzurro non è stato da meno, ma i piatti uncontested non sono arrivati al momento giusto: Dario deve foldare un paio di rilanci determinanti e vede il proprio stack ridursi fino alle 64.000 chip che manda da bottone con , trova però sul grande buio il campione PCA 2013, già protagonista del flip che nella giornata di ieri poteva regalare a Minieri la chipleading del torneo. Arriva quindi il call del bulgaro con , e il board muto spegne le speranze del romano di bissare il successo del 2008.
 
minieriwsop2013.jpg
 
Foto ufficiale WSOP 2013 by PokerNews

Sebbene sia mancato un pizzico di fortuna, Minieri ha espresso un grande gioco, aggressivo ma allo stesso tempo disciplinato, che gli ha permesso di dominare gran parte dell'evento. La voglia di fare bene in queste WSOP trapela dalle sue parole, già spese negli eventi immediatamente precedenti. Dopo aver vinto la Race to Supernova Elite, la determinazione caratteristica del "caterpillar" pare totalmente dedicata alle WSOP, ci si aspetta quindi ancora spettacolo in questo campionato del mondo: il poker italiano ha già gli occhi puntati sul suo prossimo evento.

Dimitar Danchev chiuderà poi il torneo in quarta posizione, eliminato in un all-in a 3 con , nettamente in svantaggio rispetto a Kitai che ha una coppia di nove, e Vincent Bartello con . Danchev e Bartello chiudono rispettivamente 4° e 3°. Quinto invece Eugene Katchalov, il quale esce con un cooler: ha coppia di nove e colui che sarà poi il runner-up lo elimina con due donne. Il francese Bertrand Grospellier si ferma invece appena dietro in settima piazza.
Ecco il payout finale:
 
1 Davidi Kitai Belgium $224,560
2 Cary Katz USA $138,794
3 Vincent Bartello USA $103,628
4 Dimitar Danchev Bulgaria $77,893
5 Eugene Katchalov Ukraine $58,912
6 Kristina Holst USA $44,844
7 Bertrand Grospellier France $34,341
8 Dario Minieri Italy $26,468
9 Chris Johnson USA $20,520
Minieri incassa quindi il suo primo final table di queste World Series Of Poker e punta a vincere il prossimo evento. Riuscirà quest'anno a conquistare il secondo braccialetto della sua carriera? Stiamo a vedere, di certo lo spettacolo non mancherà.