ps_news_thn.jpgIl viale viene cosparso di petali e coriandoli per festeggiare l'arrivo dell'Evento madre delle World Series Of Poker.

L'ora del Main Event NL Holdem Championship da 10.000$, infatti, è giunta.

Lo spettacolo a Las Vegas presso le sale del Casinò Rio non ha mai smesso di allietare appassionati e addettti ai lavori.
Giusto prima dell'evento principale è arrivata la conclusione dell'Evento 55 Poker Player's Championship da 50.000$ che mescolava le specialità e coinvolgeva i migliori giocatori al mondo, tra cui per l'Italia Dario Alioto e Jeff Lisandro, quest'ultimo presente quest'anno a tutti gli eventi col passaporto italiano.

Dario Alioto non è riuscito a trovare le porte del paradiso e dei premi, Jeff Lisandro, invece, chiudendo 11° ha sfiorato un Final Table che ha visto, per la terza volta in questa edizione WSOP, Phil Hellmuth uscire sconfitto dal testa a testa finale e vedere sfumare i sogni del dodicesimo braccialetto.

Phil "Poker Brat" Hellmuth partiva leggermente avanti in Heads Up, tuttavia il sogno si è trasformato in una delusione da un milione di dollari di premio quando col suo draw ( ) sul flop è finito ai resti contro Brian Rast che con ha vinto il torneo su turn e river che hanno fissato i chiodi senza portare i quadri.

phil-hellmuth1.jpg

Phil Hellmuth, terzo Runner Up WSOP 2011

Come detto il Main Event WSOP NL Holdem da 10.000$ che si staglia in due settimane di gioco intenso per arrivare al Final Table che si disputerà poi a novembre, ha preso il via col Day 1A che ha visto chiudere da leader Fred Berger con 209.000 gettoni, mentre la carovana azzurra è condotta ancora una volta dal sardo Filippo Candio che sembra trovare un certo feeling con l'evento mondiale e imbusta a 71.150, davanti ad altri azzurri tra cui Ernesto Panno (69.600) e Maurizio Agrello (63.050).

wsop-pix1-216x210.jpg