javascriptNotEnabled
Home / Video /

WSOP 2009 MAIN EVENT: verso la finale

 

Il day 6 delle World Series of Poker 2009 è giunto al termine, dell'enorme field di giocatori che ha preso parte all'evento più atteso dell'anno è rimasto adesso solo l'uno per cento. I pochi coraggiosi rimasti in gioco hanno schivato le bad beats, resistito ai cooler, e hanno impegato tutte le loro energie per superare sei giorni di gara in cui hanno mostrato un poker di classe mondiale.

Un gruppo di uomini coraggiosi e un'unica donna rimasta in gioco hanno affrontato la loro battaglia al tavolo verde.....giovedì mattina ne rimarranno soltanto nove!

La giornata ha avuto inizio con 185 giocatori e 4 italiani rimasti in gara: Corrado Montagna, Maurizio Saieva, Salvatore Bonavena e Alessandro Longobardi.

Sono ancora molti i giocatori che rappresentano PokerStars dopo aver conquistato il loro posto con un satellite online e la speranza di ripetere l'impresa di Chris Moneymaker.

A rappresentare il Team PokerStar Pro c'è anche un volto che abbiamo imparato a conoscere lo scorso anno, Dennis Phillips ha raggiunto il terzo posto nel 2008 proprio nel Main Event ed è ancora in corsa per tentare di ripetere l'impresa con 2.500.000 chips.

Mentre qualcuno continua la sua corsa altri concludono la loro avventura, è quello che è accaduto al Team PokerStars Pro Noah Boeken e al suo compagno di squadra, olandese anche lui, Thierry van den Berg. Van den Berg non ha chiuso il progetto di colore che cercava, mentre Boeken ha ridotto con una serie di colpi critici il suo stack da 2,4 milioni di chips a zero. La mano peggiore per lui è stata quella in cui i suoi re sono stati battuti da A-Q in un all in preflop. Boeken ha concluso la sua avventura al 96° posto mentre Van den Berg è stato eliminato al 138°.

La coppia di ex campioni del mondo rimasti in gara, Joe Hachem e Peter Eastgate sono stati compagni di tavolo per la maggior parte del pomeriggio. Hachem ha raggiunto il suo terzo piazzamento a premio, dopo la vittoria del 2005 e il 238° posto nel 2006, in questa edizione 2009 ha lasciato il torneo al 103° posto.

Eastgate dopo la vittoria dello scorso anno ha giocato anche quest'anno al meglio ma non è riuscito a ripetere l'impresa di conquistare il titolo per la seconda volta. Alla conclusione della giornata ha investito tutte le sue chips con A-J chiudendo una doppia coppia ma sul board c'erano 4 carte a colore che hanno segnato il suo destino lasciandogli un 78° posto.

Betrand "ElkY" Grospellier che era chip leader al day 3 ha giocato la sua mano finale con A-K ma ha trovato K-K in mano al suo avversario ed ha concluso al 122° posto.

Dei quattro giocatori italiani rimasti in gara, l'unico a resistere è stato Corrado Montagna che rivedremo in azione domani. Il giocatore reggiano aveva cominciato la sua giornata con un milione di chips all'attivo e nel corso della giornata era riuscito a salire fino a quota 3 milioni, ma a quel punto la fortuna lo ha abbandonato lasciandolo con 860.000 chips ad affrontare il day 7. Domani non si darà facilmente per vinto e può comunque essere già soddisfatto per aver raggiunto un record, Montagna è infatti il miglior italiano piazzato in un main event WSOP, nessuno prima di lui era riuscito a raggiungere gli ultimi 64.

Fonte: By Dalia, www.pokerstarsblog.it

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso