javascriptNotEnabled
Home / Video /

Viaggiando per giocare i campionati locali (di Johnny Lodden)


E' stato un altro anno pieno di viaggi lavorativi, col momento saliente rappresentato dal Norwegian Championship di Marzo. Per quanto riguarda il poker giocato, sono arrivato terzo in un evento HU, mentre per il resto non è andata benissimo. Tuttavia mi sono divertito molto, e vorrei condividere questa esperienza con voi, in quanto non molti conoscono queste serie locali annuali.
Si tratta dell'undicesima edizione del Norwegian Championship, che cresce ogni anno con sempre più partecipanti. A causa delle leggi norvegesi sul poker, abbiamo dovuto giocare le serie in un'altro paese, e quest'anno è stata scelta Dublino, in Irlanda.
Le serie cambiano sede ogni due anni: prima di Dublino siamo stati per due anni a Riga, in Lettonia, e prima ancora a Nottingham, in Inghilterra. Ovunque si giochi, rimane sempre il campionato norvegese, ovvero, aperto solo a giocatori norvegesi. Per partecipare si deve avere un passaporto norvegese. Oggi è diventata la più grande serie di tornei in Europa!
Quest'anno il main event di Dublino contata circa 1200 iscritti. Ricordo che la prima volta eravamo circa in 40; l'anno successivo in 90, poi 150 e poi è cresciuta, fino ad arrivare al livello attuale.

johnny_lodden_pokerstarsblog.JPG

E' interessante, perché moltissimi norvegesi che partecipano a queste serie, non partecipano ad altre come l'EPT. E' più una settimana di divertimento che una settimana di poker, per la maggior parte dei giocatori. Viaggiamo assieme ovunque si svolga, quindi giochiamo, beviamo e ci godiamo l'ottima compagnia per una settimana. E' anche divertente il modo in cui funziona, con centinaia di norvegesi che, tutti assieme, arrivano al casino di un altro paese. C'è stata una volta in cui c'erano circa 58 tavoli di cash game aperti, ed il floorman mi disse che era la seconda più grande affluenza che ci fosse mai stata li.
Ricordo quando siamo stati al Dusk Till Dawn di Nottingham nel 2008 e nel 2009. Alcuni dei miei amici che partecipavano alle serie ci sono andati qualche giorno prima, chiedendo al casino se erano pronti ad accogliere una massa di norvegesi pazzi ed ubriachi. Ma, cosa più importante, erano andati ad accertarsi che ci fossero abbastanza alcoolici.
Loro hanno risposto: "Non preoccupatevi, sappiamo quello che facciamo...Siamo inglesi, affrontiamo queste situazioni ogni settimana". Le birre erano già finite la prima sera. Ed erano rimasti come se volessero dire: "Wow, pensavamo che bastassero per una settimana!". Quando siamo tornati l'anno successivo, erano molto meglio preparati.
Le Norwegian Championship non sono cresciute solo come numero di partecipanti, ma lastruttura in se è diventata molto importante. Assumiamo personale e dealer dell'EPT, in modo che i tornei si svolgano agevolmente e tutti si divertano. L'atmosfera è fantastica, e nonostante tutti provino (ovviamente) a vincere, si divertono moltissimo.
Ogni anno, aspetto queste serie con impazienza. Infatti, nonostante siano appena finite, già sto aspettando quelle del prossimo anno.

 
Tradotto da Marcellus88

Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso