javascriptNotEnabled
Home / Video /

Valutare il board (pt 3)

 
http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg
 
 
 

5. La pericolosità del board è relativa
Uno dei flop più wet che mi vengono in mente è 7-8-9 bi-tone. Se hitta la mano dell'avversario, COME MINIMO ha 4/5 di bilaterale.
Comunque, un flop del genere non è sempre male. Un avversario con statistiche da set-miner nitty può avere, generalmente, solo 5 mani che legano bene questo flop, che sono tutte le coppie che vanno da 66 a TT. E su un flop del genere, un giocatore così nitty ci farà subito capire se ha una di quelle mani, perché non vuole che una brutta carta al turn blocchi la sua azione.
Al contrario, contro un giocatore migliore di quello di prima, un board come 7-8-9 monotone non deve essere considerato come wet. Il nostro avversario può sia aver missato compleramente, sia aver floppato una monster, e quando noi c-bettiamo su questo board orribile stiamo dimostrando molta forza. Agli occhi dell'avversario, il minimo che possiamo avere è 4/5 di colore con due overcard.
La pericolosità del board cambia in base al tipo di avversario.
 
Se è vero che i board sono, in genere, facilmente divisibili tra wet e dry, la loro consistenza cambia in base all'avversario che abbiamo davanti. Ovviamente, lo stesso vale anche per i nostri avversari.

6. La struttura del board cambia in base all'azione preflop
Facciamo un esempio molto semplice. Abbiamo 130BB e siamo fuori posizione contro un avversario tight, che ha un range di 3bet che include soltanto JJ+/AQ+. Noi siamo in middle position ed apriamo con Kka subito veniamo 3bettati dal giocatore tight. Siamo sicuri che una 4bet frebbe foldare JJ/AQ+ sempre, QQ l'85% delle volte e KK mai. Per cui, una 4bet ha veramente pochissimo valore e trasformerebbe la nostra mano in bluff, facendo foldare tutto quello che battiamo. Decidiamo quindi di chiamare.
Al flop scendono A-Q-J rainbow. OGNI mano del range del nostro avversario ci batte, e la mano peggiore in assoluto che possa avere è TPTK.
Contro lo stesso avversario, con la stessa action preflop, un flop solitamente disastroso come 7-8-9 bi-tone sarebbe stato semplicemente qualcosa di fantastico.
 
7. La valutazione del board dipende dal livello di gioco
In generale, più basso è il livello, più i giocatori tenderanno ad avere un range ampio.
Per esempio, al NL2 di Stars, qualsiasi flop con un A può essere considerato wet. Ai limiti più bassi, i giocatori non riescono a foldare un A, quindi il problema è a chi ce l'ha più "grosso" (il kicker!). Solo un paio di livelli più in alto, gli A bassi verranno considerati una minaccia.

Cosa rende un flop dry?
Esistono solamente 4 flop con i quali nessun turn potrebbe chiudere una scala: K-8-3, K-8-2, K-7-2, Q-7-2. Se rainbow, sono da considerare super-dry. Se bi-tone, lo sono ancora abbastanza.
Esistono altri board che, anche se non completamente sconnessi, rendono veramente difficile che qualcuno abbia un draw, come ad esempio 9-4-2, Q-6-3, T-5-2...Da qui, il corollario che ne segue: se un board missa la maggior parte delle calling hand speculative, è da considerarsi dry.
C'è un'altra categoria di board che è bene conoscere. Pensate alle possibili mani con le quali si calla o overcalla; rimuovete tutti gli A e tenete tutto il resto dentro. Noterete come la maggior parte di queste mani si polarizzino tra l'8 ed il J. 
 
Tutti i flop accoppiati sono dry in generale, ma i flop che vanno da 88x a QQx sono MOLTO dry, per un semplice motivo. Quando sono fuori due carte uguali, è meno probabile che qualcuno ne abbia una in mano. La Q è anche una pessima carta da giocare per un draw, in quanto un draw con Q alta sarebbe troppo evidente e, per questo, meno pagato. Per questo un trips di Q è poco probabile.

Conclusione
Esiste un tipo di flop che può essere sia estremamente dry che estremamente wet: è JTx. Si connette praticamente con ogni mano speculativa, può aver legato coppia, doppia coppia, coppia+draw...In un 3bettato, d'altro canto, ci sono pochissime mani che legano così bene questo flop allo stesso modo, e contro molte di queste mani possiamo essere abbastanza felici di fare un floating almeno per una strada.
Nonostante la parola "mai" non dovrebbe essere usata nel poker, ai microlimiti possiamo fare un'eccezione: mai c-bettare con aria e fuori posizione su un flop JTx.

 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso