javascriptNotEnabled
Home / Video /

Value bet (pt 2)



http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg

 
Conoscere il proprio avversario
Le value bet, specie quelle effettuate con mani non fortissime, funzionano meglio contro le calling station ed altri avversari che chiamano molto (ad es. TAG scarsi).
Al contrario, non è molto utile contro un LAG. I LAG non sono tipi di giocatori che chiamano molto, ma puntano e rilanciano quando hanno una mano (beh, lo fanno spesso anche quando una mano non cel'hanno). Il modo per affrontare un LAG è cercare di intrappolarlo utilizzando un range di call (relativamente) ampio. Evitiamo di value-bettare un LAG – ci rilancerà e noi saremo costretti spesso ad una decisione difficile.

 
Usare la posizione
La posizione è importante nelle value bet perché è uno strumento fondamentale per la lettura delle mani. Quando parliamo dopo un avversario, saremo più facilmente in grado di capire se può avere una mano forte o meno. Se ci checka dietro, finché non sta giocando in slowplay per check-raisarci, è difficile che abbia una buona mano.
Quando siamo fuori posizione è più difficile valutare la forza della mano di un avversario, ed è anche più difficile estrarre valore, in quanto le bet fuori posizione sono percepite come più forti.
Se siamo in posizione ed abbiamo acquisito le conoscenze che derivano dal giocare in posizione, possiamo effettuare value bet anche con mani più marginali (ad es. 2nd pair). Quando, invece, siamo fuori posizione, tendenzialmente dovremo evitare le value bet. In particolare, se un giocatore tight ha già chiamato una nostra bet, evitiamo di continuare a puntare, a meno che non abbiamo una mano veramente forte. Non otterremo più di una o due strade di valore se giochiamo fuori posizione contro un giocatore tight.

 
Usare la nostra immagine
Anche la nostra immagine è molto importante al fine di mettere l'avversario su un calling range. Se abbiamo un'immagine loose e/o aggressiva, il nostro avversario sarà più propenso ad effettuare dei call light nei nostri confronti.
Se abbiamo un'immagine tight e/o passiva, il range di call del nostro avversario sarà più tight perché tenderanno a metterci su un range più stretto.
Perciò, se siamo visti come LAG possiamo fare delle value bet con mani più deboli. Tra l'altro, questo porta ad una conseguenza circolare: più siamo LAG, più possiamo value-bettare con mani deboli; e più value-bettiamo con mani deboli, più veniamo percepiti come LAG.
Se siamo percepiti come nitty/passivi, evitiamo di value-bettare molto perché i nostri avversari ci chiameranno solo con mani legittime. Consideriamo invece di iniziare ad aprire i nostri range in modo da poter guadagnare di più dalle situazioni marginali.

 
Le size delle bet possono influenzare il calling range dell'avversario
Se il nostro avversario è un giocatore tight che folda molto, puntiamo ½ piatto anziché ¾ di piatto. D'altra parte, se il nostro avversario è una calling station, proviamo a massimizzare le nostre vincite puntando un importo pari al piatto. Ricordiamo sempre che l'obiettivo è far chiamare mani peggiori della nostra. Quando value-bettiamo, non vogliamo costringere l'avversario al fold. Quando value-bettiamo ed il nostro avversario folda, abbiamo commesso un errore! Possiamo aver commesso un errore di valutazione del suo range/calling range, oppure, semplicemente, abbiamo puntato troppo.
 

Non trasformiamo mani con valore di showdown in bluff 
Se il nostro avversario non ci chiama con mani peggiori, non stiamo value-bettando, stiamo bluffando. Ed è qui che la lettura del board diventa importante. La maggior parte dei giocatori non è disposta a chiamare più street su un board con A alto, se non ne hanno uno. Molti giocatori foldano se si chiude un draw ovvio che loro non stavano seguendo. Molti giocatori non chiamano su un board scary senza un punto molto forte. Teniamolo sempre a mente: se al river scende la quarta carta di uno stesso seme e noi abbiamo in mano un colore non molto forte, non stiamo value-bettando perché il nostro avversario folderà tutto, tranne un colore migliore del nostro. Bluffare potrebbe essere una buona idea, ma ricordiamoci che stiamo bluffando, non value-bettando. Ma spesso è meglio limitarci al check behind.

 
Tratto dal forum twoplustwo
 
 
 
 
Tradotto da Marcellus88
 
Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso