javascriptNotEnabled
Home / Video /

Una guida incredibilmente lunga sulla lettura delle mani (pt 4)

http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg

Adesso, una volta che siamo arrivati al flop (o più avanti) abbiamo bisogno di conoscere l'aggressività del nostro avversario per cercare di capire cosa abbia, rifinendo il range che gli avevamo assegnato preflop. E questo ci porta al terzo comandamento:

Conosci il board: il board può avere differenti "texture", e queste texture possono essere più o meno scary, in base alle carte che abbiamo ed al range del nostro avversario. Diversi giocatori giocano in maniera diversa rispetto alla stessa texture. Ad esempio, su un board molto connesso, se un giocatore loose-aggressive ci check/calla, possiamo aspettarci che abbia il nuts, o comunque un punto molto forte; se invece subiamo lo stesso tipo di giocata da un loose-passive, possiamo aspettarci che abbia...Beh, quasi sempre niente. Cosa incide sulla texture di un board? Partiamo dal flop.
 
 
Quanto è suited: il board può essere rainbow (3 semi differenti), two-suited (due semi uguali) e monochrome. Più è suited un flop, più il nostro avversario ha bisogno di una mano forte per chiamarci. Da notare, comunque, che la tipologia di avversari iper-aggressivi tenderà a donkbettare, rilanciare o floatare sia con bluff puri, sia con semi-bluff su questi tipi di board. Se siamo i primi a parlare, possiamo spesso rubare questi piatti con una bet discretamente piccola (2/3 di piatto); se veniamo chiamati, stiamo attenti al colore. Un po' di matematica: mettiamo che al board scendano 3 picche, e noi non ne abbiamo in mano nemmeno una. Le possibilità che un avversario abbia floppato colore sono del 3.3%, mentre quelle che abbia progetto di colore sono del 15.8%. Se abbiamo hittato una buona mano (ad es. TPTK) non dobbiamo avere paura ed iniziare a chiamare. Puntiamo e proteggiamoci dai progetti, che sono molto più probabili di un colore già chiuso. Inoltre, se il nostro avversario ha il 2nd nut, è più propenso a pagare una bet su un flop monochrome che su un board con 4 carte dello stesso seme (presumento che non abbia progetti di colore). Puntiamo finché abbiamo la mano migliore. Se invece, su un board monochrome, siamo noi ad avere una carta di quel seme, le possibilità che il nostro avversario abbia colore scendono al 2.6%, e che abbia progetto al 14.4%, quindi le possibilità che abbia un progetto, rispetto ad una mano già chiusa, sono ancora maggiori rispetto a prima. Puntiamo e proteggiamo!
Quanto è connesso: parliamo di quante carte abbia il board per fare scala. Un board J-T-9 monochrome è molto più pericoloso di J-7-2 monochrome. Stiamo sempre attenti alle scale – sono una miniera d'oro per i giocatori attenti, perché spesso gli altri non le notano. Quando al flop scendono A-K-Q, il giocatore con JT ha già tolto lo stack a quello con AK. Quando il board è connesso, dobbiamo stare attenti a 2 possibilità: il nostro avversario potrebbe avere doppia coppia o bilaterale. Spesso, la doppia coppia è l'evento peggiore, perché la nostra scarsa made hand poche volte riuscirà a batterla. Anche un progetto di scala può diventare una monster, ma deve prima arrivarci. La doppia coppia, invece, è già li. Ai limiti più bassi, i giocatori giocano passivamente i loro progetti, check/callando nella speranza di migliorare, ma giocheranno la doppia coppia aggressivamente. Gli avversari più aggressivi, punteranno con entrambe le mani molto decisamente. Quando qualcuno ci da azione su un board connesso, dobbiamo riuscire a stabilire se ha un progetto o se ha già una mano molto forte. Dopo di che, dovremo procedere in base alla forza della nostra mano ed al range che facciamo all'avversario. Come su un board suited, un board connesso può essere usato per bluffare o semibluffare. Mettiamo che il nostro avversario 30/11/3 rilancia preflop da MP, e noi chiamiamo con 33 in posizione. Siamo in HU, ed al flop scendono 7-6-5. Questo è un ottimo flop per essere aggressivi: considerando le statistiche dell'avversario, molto spesso avrà due overcard, quindi le possibilità che abbia completamente missato il board sono parecchie. Un raise o un float al flop possono portarci molto valore. In quest'analisi non stiamo nemmeno tenendo conto del nostro progetto di scala, sia perché è difficile che si chiuda, sia perché, qualora si chiudesse, difficilmente verrebbe pagato dall'avversario. Stiamo dicendo solo che questo board è buono perché è veramente difficile che abbia hittato il range del nostro avversario. Contraccambiargli l'aggressione dovrebbe essere un modo abbastanza sicuro di vincere la mano senza arrivare allo showdown.

 
 
Tratto dal forum twoplustwo
 
 
Tradotto da Marcellus88
 
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso