javascriptNotEnabled
Home / Video /

Tilt management (pt 2)


Nello scorso articolo abbiamo parlato di alcune delle cause del tilt, nelle quali praticamente chiunque potrà riconoscersi. Adesso parleremo di come fare ad evitare di cadere in preda del tilt. Riuscire a fare ciò vorrebbe dire avvicinarsi ad un gioco ottimale che porterebbe più soldi nelle nostre tasche. Le persone più esperte avranno probabilmente i loro modi per evitare che il tilt le porti a perdere soldi, quindi vi dirò cosa aiuta me a superarlo.
Credo di essere una persona molto paziente, che non si arrabbia spesso. Ma, come ogni altra persona, ogni tanto mi capita. Partiamo da una considerazione:
 
 
"Se non stai giocando il tuo miglior poker, non dovresti giocare il massimo stake che il bankroll ti permette".
Avanzando di stake, il gioco diventa più difficile, ed abbiamo bisogno di essere al meglio per andare avanti. Se non stiamo giocando il nostro miglior poker, non avremo edge al tavolo e non avremo guadagno nel gioco.
Ecco un paio di consigli utili:
 
 
Se non stiamo giocando bene, anticipiamo la fine della nostra sessione.
Nel cash possiamo alzarci dal tavolo quando vogliamo. Quando rientreremo, i fish saranno sempre li ad aspettarci.
 
 
Se non siamo dell'umore giusto per iniziare una sessione, non giochiamo.
Quando sono annoiato, la prima cosa alla quale penso è quella di giocare a poker. Ma giocare a poker i nostri stakes usuali solo perché siamo annoiati, non è un buon motivo per giocare. Possiamo fare altre cose per passare il tempo (a me, per esempio, piace passare il tempo facendo giochi di ruolo come WoW, per altri potrebbe essere leggere...).
Un'altra idea potrebbe essere quella di giocare stakes più bassi, anche di altre varianti, con il risultato che la pressione sarà inferiore, in quanto stiamo giocando stakes bassi, e abbiamo anche la possibilità di migliorare in qualche altra variante. Capisco che, per chi gioca il NL2, questa non è una soluzione applicabile. Anzi, forse è anche da sconsigliare (giocare una variante che non conosciamo agli stessi stakes che giochiamo regolarmente non è una buona idea). Ma, per esempio, qualcuno che gioca il NL100 può passare del tempo, rischiando poco ed imparando un nuovo gioco. In qualsiasi caso, fare break even ai micro è molto meglio che speeware ai middle/high stakes.

Ognuno ha il proprio modo affrontare il tilt ma, in linea generale, possiamo affermare che giocare a poker per noia non è affatto una buona idea.

 
 
Bere e giocare a poker
Per quanto, a primo impatto, possa sembrare cool, bere mentre si gioca a poker online non è assolutamente una buona idea.
Mentre qualcuno sostiere che bere possa essere +EV mentre si gioca a poker live (ci da' una buona immagine al tavolo), è impossibile che bere sia +EV per il poker online. Oltre che a farci fare scelte sbagliate, potrebbe anche condurci a tentare una "scalata" ai livelli superiori.


Chiunque volesse scrivere qualcosa inerente al tilt sarà ben accetto. Essendo questo un argomento molto vasto, ed anche molto personale, è impossibile da "codificare" tutto in un breve articolo. Quindi l'aiuto di chi vorrà dare un contributo, sarà molto utile a tutta la community per ampliare e migliorare questo discorso.

 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso