javascriptNotEnabled
Home / Video /

Tilt: Detenzione e Prevenzione (parte 1)

Oggi continueremo a discutere di un argomento molto importante nel campo del poker. Praticamente ogni giocatore al mondo si è trovato, almeno una volta nella vita, a dover combattere contro questo "mostro", e la maggior parte non riesce a trovare una soluzione a questo problema: stiamo parlando del tilt.
 
Per chiarire qualche idea a riguardo, ci siamo rivolti direttamente alla più grande autorità di questo settore, il mental coach Jared Tendler - autore anche del libro "The Mental Game of Poker", del quale potrete trovare informazioni sulla versione italiana qui.

 
1) Praticamente ogni giocatore di poker al mondo, durante la sua carriera, ha provato almeno per una volta la sensazione di essere in tilt. Perché è così comune, fino al punto che alcuni dei migliori giocatori al mondo lo considerano "una componente naturale del gioco"?
Jared Tendler: "Il poker è totalmente diverso da ogni altro gioco o sport al mondo. In nessun altro campo, un giocatore con un vantaggio di abilità enorme non solo perde, ma perde con altissime frequenze, contro giocatori infinitamente più scarsi. Un giocatore della PGA (Professional Golfers Association) non perderebbe mai contro un giocatore di golf semi-professionista. Il tennista alla millesima posizione del ranking mondiale, non perderà mai contro un giocatore amatoriale. Al contrario, nel poker accade di continuo. Per un giocatore di poker più forte rispetto al proprio avversario, tutto ciò può essere difficile da digerire. La varianza esiste in tutti i giochi che abbiamo menzionato, eppure nel poker è talmente più alta che può portare un giocatore alla follia."
 
2) Nel suo libro "The Mental Game of Poker" parla di diversi tipi di tilt. Potrebbe brevemente spiegarci i più comuni?
Jared Tendler: "Per i motivi che ho spiegato sopra, il "Tilt causato dall'ingiustizia" ed il "Tilt causato dall'odio per la sconfitta" sono sicuramente i più frequenti. Il "Tilt causato dall'ingiustizia" entra in gioco perché un giocatore non crede di star vincendo quanto meriterebbe. Quindi bad beat o cooler sono tutte mani che avrebbe dovuto vincere, e non averle vinte causa in loro rabbia. Il "Tilt causato dall'odio per la sconfitta" è leggermente diverso in quanto colpisce, come si può intuire, le persone che odiano perdere. A loro non importa come o perché perdono. Il solo fatto di aver perso è abbastanza da causare in loro una profonda rabbia. I giocatori di poker tendono ad essere molto competitivi, e questa tipologia di tilt entra in gioco soprattutto con loro - giocatori competitivi che odiano perdere. "
 
Tradotto da Marcellus88
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso