javascriptNotEnabled
Home / Video /

Table selection (pt 2)

 
 
Sono al tavolo, cosa devo fare adesso?
Abbiamo scelto un tavolo con un'alta percentuale di giocatori al flop, pieno di giocatori fullstack e sconosciuti. Abbiamo finito? NO! Trovare il tavolo in cui sedersi è solo metà del lavoro. Lo step successivo è quello di trovare il miglior posto in cui sederci. Ciò che rende buono un posto è:
1) nessuno SS alla nostra sinistra;
2) reg aggressivi lontani da noi
3) fish/maniac seduti immediatamente alla nostra destra.

1) Qui il motivo è semplice: apriamo 67s dal bottone, riceviamo una 3bet all-in dallo SS e siamo costretti a foldare. Probabilmente avere gli SS alla nostra destra è la miglior cosa, in quanto ci permette di tenere il nostro range d'apertura abituale. In più, se lo SS è scarso, il più delle volte si limiterà a chiamarci preflop, mettendoci in una situazione scomoda postflop.

2) Non si parla di giocatori con statistiche 10/8, perché francamente non ci interessa molto dove sono seduti rispetto a noi. Ci riferiamo ai 15/13 con un range di 3bet del 4%. Un buon reg, che presta attenzione alle giocate, può metterci in difficoltà. E' meglio non sedersi vicino a questi giocatori, a meno che non crediamo di avere edge su di loro.

3)Avere questo tipo di giocatori alla nostra destra ci da' gli spot più profittevoli. Abbiamo il vantaggio di parlare dopo di loro prima degli altri. Non c'è molto da dire su questo argomento, se non che vorremmo quanti più giocatori di questo tipo possibile.

 
 
Credo di aver trovato una casa
Ce l'abbiamo fatta. Siamo stati seduti qui per un po', ci siamo costruiti uno stack decente ed abbiamo outplayato praticamente tutti. Ma quando è il momento di lasciare il tavolo? Probabilmente questo è il momento più difficile del table selection. Guardare le statistiche del tavolo e non controllarle nelle mani a seguire è una grossa leak. Possiamo usare lo stesso metodo che abbiamo usato per trovare il tavolo, per decidere se rimanerci oppure alzarci e cercarne un'altro. Ecco qualche altra regola che può aiutarci a decidere di alzarci dopo le prime 20 mani giocate circa:
- un VPIP medio inferiore al 18%;
- tre o quattro stack medi;
- buoni reg sia alla nostra sinistra che alla nostra destra;
- nessun apparente fish al tavolo.

 
 
Qualche altra considerazione
Iniziamo parlando della scelta dei tavoli tramite l'utilizzo di qualche software. Il più grande problemaè che sempre più poker room non consentono l'utilizzo di questo genere di programmi. Ma se troviamo un sito dove possiamo usarlo, dobbiamo tenere in considerazione alcune cose: innanzitutto ci portano ad un tavolo con un alto VPIP che si basa sulle nostre statistiche, e non su quelle del tavolo in un determinato momento, ma non tiene in considerazione le statistiche degli avversari sconosciuti.

Altra cosa importantissima sono le note: se prendiamo nota dei reg, sappiamo, sin dal momento in cui ci sediamo, quanti ce ne sono, e possiamo, grosso modo, considerare tutti gli altri come fish.

Infine, la cosa più importante, dovuta alla pigrizia delle persone: iniziare i tavoli.
In generale, ai giocatori scarsi non piace aspettare per giocare, ed iniziano a giocare HU/SH prima che il tavolo si completi. In questi casi possiamo trovare alcuni tra gli spot più profittevoli per noi. Possiamo applicare qui le stesse regole che utilizziamo per sederci ai tavoli già pieni: se, ad esempio, il tavolo si riempie di reg o di stack medi, è meglio andarci a cercare un altro tavolo.

 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88


Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso