javascriptNotEnabled
Home / Video /

Strategie per i microlimiti (parte 2)

Clicca qui per la prima parte dell'articolo
 
4. Non date consigli ai vostri avversari
Dopo aver preso una brutta bad beat a seguito di una giocata pessima di un vostro avversario, il primo istinto è quello di criticare la sua giocata. Però, ha fatto una giocata talmente brutta che in realtà dovreste essere più che felici che l'abbia fatta. Se siete andati ai resti con top set e l'avversario vi ha chiamato con gutshot, perché vi dovrebbe dispiacere il suo call? Dopo tutto, se aveste vinto la mano, non vi sareste lamentati. Tenete per voi i vostri consigli e continuate a far commettere errori ai vostri avversari.
 
5. Puntate con le mani forti, passate con le mani deboli
La base del texas hold'em, che ai microlimiti assume un valore ancor maggiore. Non è necessario inventarsi giocate a questi livelli: quando avete una buona mano puntate, altrimenti foldate. Forse potrebbe preoccuparvi l'idea di far foldare i vostri avversari quando avete un buon punto, ma rimarrete stupiti di quanto spesso vi chiameranno senza avere niente.
 
6. Attenzione ai raise
Per esperienza, posso dirvi che difficilmente i giocatori dei microlimiti aprono il gioco con un raise senza una buona mano. Il piano di quasi tutti i giocatori a questi livelli è quello di vedere il flop, hittare...
 
Devi fare il login per visualizzare questo articolo. Fai il login qui.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso