javascriptNotEnabled
Home / Video /

Strategie per i microlimiti (parte 1)

Nel poker online, vengono definiti "microlimiti" tutti i livelli che vanno dal NL2 al NL10. A causa dei pochi soldi in gioco, generalmente l'azione sarà molto più loose rispetto ai livelli superiori.
 
Giranto per i forum, sentirete molto spesso persone dire che "i microlimiti sono imbattibili". Affermano che la maggior parte dei giocatori puntano troppo sulla fortuna, e quindi la fortuna diventa un elemento imprescindibile per battere questi livelli.
 
Ovviamente, tutto ciò è falso: con una buona strategia, i microlimiti possono essere battuti, anche piuttosto facilmente. In questo articolo vi forniremo una strategia per riuscire ad essere vincenti, e quindi superare la barriera dei microlimiti.
 
1. Non provate ad outplayare i vostri avversari
Quando vi sedete ad un tavolo ai microlimiti, potrete quasi sempre partire dal presupposto che siete il miglior giocatore al tavolo. Ma voler vincere per forza una mano contro questi avversari, solo perché credete di meritarlo, è un suicidio. Se volete cercare di far foldare l'avversario perché potete rappresentare un tris, e lui vi chiama con bottom pair e vince il piatto, l'unica persona alla quale dovete dare la colpa siete voi stessi.
 
Ricordate che state giocando per vincere soldi, non piatti, e contro i giocatori dei microlimiti è molto più profittevole far andare i soldi in mezzo quando siete abbastanza sicuri di avere la mano migliore. Quando si parla di microlimiti, il livello di pensiero dei giocatori si ferma quasi sempre al primo - in rari casi al secondo. Se cercate di utilizzare livelli di pensiero superiori, potreste finire col farvi male.
 
2. Ai giocatori dei microlimiti piace inseguire i progetti
Dovete aspettarvi che i vostri avversari abbiano una conoscenza di base del gioco molto bassa. Quindi, se puntate due volte il piatto e l'avversario vi chiama, non dovete escludere un progetto di scala o di colore solo perché ha chiamato fuori odds: probabilmente, questi avversari non hanno familiarità con le pot odds.
 
Per voi è un'ottima cosa, perché se gli avversari chiamano fuori odds, vi stanno permettendo di vincere più soldi nel lungo periodo.
 
3. Giocate sempre non il massimo disponibile, non abbiate paura di perdere.
A causa dell'azione così loose, spesso i vostri avversari saranno disposti a chiamare un all-in con mani come draw o top pair/no kicker. Giocando con il massimo disponibile (solitamente 100bb), avrete l'opportunità di vincere il massimo in queste situazioni.
 
Assicuratevi di andare in all-in solo quando è molto probabile che abbiate la mano migliore. Attenzione: ciò non significa che avrete sempre la mano migliore. A volte capiterà che il vostro avversario abbia un punto migliore del vostro; altre volte potrete subire degli scoppi. Ma ciò non ha importanza: nel lungo periodo, infatti, il profitto che ne ricaverete sarà estremamente alto e farà facilmente fronte alle volte che perderete.
 
Tratto da www.thepokerbank.com
Tradotto da Marcellus88
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso