"Mattia mi ha colpito molto per la sua umiltà e la sua metodicità. Nonostante sia un ragazzo molto giovane, ama pianificare dettagliatamente la sua vita, tra carriera universitaria, carriera pokeristica, e real life; e si impegna al massimo per rispettare i suoi plan. Inoltre è intelligente e molto umile: si è costruito il BR studiando da solo ed in pochissimo tempo. I risultati ottenuti finora sono molto incoraggianti (4bb100) ma si definisce ancora "scarso". Credo che abbia i presupposti per diventare un professionista del poker online, e per rimanere tale a lungo".

Siagen91.jpg

Così Giada Fang, membro del Team Pro Online di PokerStars.it, descrive le ragioni che l'hanno condotta a scegliere il 21enne "Siagen91", alias Mattia, come allievo all'interno della promo "Stellar Explosion". Ma come e perché l'aspirante pro ha deciso di partecipare alla promozione?

"Ho scelto di partecipare alla stellar explosion perché la ritengo un'occasione imperdibile per migliorare le proprie abilità grazie al supporto costante di un team pro. Inoltre la partecipazione ad essa mi avrebbe permesso di anticipare di molto i tempi di un eventuale "crescita pokeristica" e il raggiungimento dello status supernova"
.

"Siagen91" è infatti uno dei fortunati vincitori di "Stellar Explosion", esperienza che assicura il supporto di un coach PokerStars, Giada Fang nel nostro caso, nella conquista dello status di Supernova. Un obiettivo ambizioso per chi, come Mattia, ha cominciato a giocare da circa un anno.

"A parte qualche torneino micro ogni tanto, ho iniziato a giocare seriamente da circa 1 anno, depositando 30€ e concentrandomi sul Cash Game 6max NL2, dopo aver studiato per superare i quiz di intellipoker. Non ho ottenuto nessun risultato rilevante live-online, ma ho fatto il mio piccolo nel quotidiano, riuscendo piano piano ad accumulare un BR adatto per il NL10 (anche se ho un BR di soli 50x)".

Ma nella vita quotidiana, oltre che con il poker, "Siagen91" deve fare i conti con una complicata doppia identità: "Ho due nomi: Biagio e Mattia. Il primo nome di battesimo, è quello che uso per firmare documenti ufficiali, mentre il secondo è il nome con il quale mi riconoscono tutti e con cui mi hanno sempre chiamato. L'anomalia risale a un mancato accordo tra i miei genitori alla nascita e conseguente spewata di mio padre all'anagrafe. Per me è come avere una doppia identità in quanto spesso chi mi conosce con un nome ignora l'esistenza dell'altro :)".