Il vincitore della Stellar Explosion che stiamo per conoscere è un allievo di Christian "IwasKmutu" Favale, il suo nome è Piero Lombardi e gioca su PokerStars.it con il nick di "Buddilicious". Età 24, nato a Genova, ma vive a Castelnuovo di Garfagnana (LU) ormai da 8 anni: "Sono iscritto alla facoltà di Ingegneria Gestionale all'Università di Pisa e finalmente vicino alla laurea: potrò dedicare tutto il mio tempo al poker!".

La stoffa del professionista Piero ce l'ha, visto che è riuscito a raggiungere il traguardo di Supernova innescando una serie di level up, degno curriculum pokeristico di chi ha un background a "Magic The Gathering", gioco di carte strategico da cui provengono molti giocatori di poker, fra i quali figura anche Dario Minieri.

"Ho iniziato a giocare a Magic quando avevo 6 anni, mi ha appassionato per molto tempo e ho ottenuto anche buoni risultati a livello nazionale nonostante la mia giovane età". Il gioco è nel sangue se sei figlio d'arte: "Faccio parte di una famiglia numerosa (3 fratelli) e molto dedita alle carte: genitori bridgisti e figli appassionati di Magic". E il poker? "Non era mai stato niente di più che uno svaglio prima di aver partecipato alla Stellar Explosion"
 
L'impresa della Stellar Explosion richiede molto tempo, ma quando le persone vicine ti danno una mano è tutto più facile: "La mia famiglia e la mia ragazza sono stati veramente perfetti: non ho avuto alcun problema nello spiegargli sinceramente quello che stavo facendo, anzi, si sono anche interessati molto riguardo i miei progressi.
Ho provato anche a coachare mia madre per farle battere almeno i microlimiti, senza ovviamente riuscirci!
A mio fratello devo ancora restituire i 1000€ che depositai per usufruire del bonus deposito."
 
postazionebuddilicious.jpg
Allego una foto della mia sudata postazione...

Era maggio dell'anno scorso quando la Stellar Explosion aprì alle prime candidature, Piero la vide come "Una bella opportunità da poter sfruttare bene". Questa è la sua storia.
 

Passate le selezioni
Una volta passate le selezioni ho deciso che dovevo sfruttare questa opportunità pazzesca il più possibile, Ho capito subito che in questo gioco tanto più hai successo quanto più ti impegni, quindi decisi di impegnarmi il più possibile fin dall'inizio. Mi sono messo a grindare molto e con estremo rigore: sveglia tutte le mattine alle 7:30, colazione, un'ora di studio e alle 9 attaccavo col grinding per non meno di 6 ore al giorno."

I primi level up
All'inizio della Stellar giocavo il NL10, l'unica abilità che avevo era quella di riuscire a gestire 12 tavoli e con il tempo sono riuscito piano piano a migliorarmi mantenendo però sempre un grosso volume di gioco. L'approdo al NL25 e poi al NL50 è stato molto rapido (a Settembre già grindavo il NL 50) anche grazie ad un colpaccio da 1.000€ vinti al mio primo freeroll di fine mese.

Gioie e dolori
Al NL50 ho avuto più difficoltà del previsto in quanto il gioco comincia a farsi serio...
Ho avuto varianza molto positiva per un mese circa nel quale ho vinto "immeritatamente" tanto, ma nei due mesi successivi ho pagato inesorabilmente dazio perdendo quasi 80 stack. Solo grazie al costante studio e agli aiuti sempre preziosi di Christian Favale sono riuscito a venirne fuori. Alla fine Sono riuscito a doppiare Supernova chiudendo l'anno a 250.000 VPP e giocando quasi un milione di mani dall'inizio della Stellar! Non mi sono per nulla risparmiato :)

Il coach d'eccezione

Tutto questo sarebbe stato certamente impossibile pare senza l'aiuto di Christian che è sempre stato disponibile ad aiutarmi in qualsiasi momento.
A Novembre sono anche andato a Roma a trovarlo, vedere come vive un professionista come lui mi ha ancora di più spronato a dare il massimo; siamo andati a cena fuori e vi assicuro che anche al ristorante è estremamente Loose Aggressive :D.


Un'esperienza incredibile
...

Insomma è stata un'esperienza assolutamente incredibile, piena di alti e bassi, di giorni in cui credi di aver capito tutto e di altri in cui credi che non vincerai mai, giorni in cui non vorresti mai staccarti dal pc e altri in cui giocare è una enorme fatica. Ma alla fine di tutto io credo di aver dato il massimo, sono molto orgoglioso del mio percorso e penso di aver sfruttato bene questa favolosa occasione.

Tante persone
La parte più bella di quest'esperienza e del mondo del poker online che ignoravo è la parte per così dire "sociale": ho conosciuto tante persone interessanti. Spesso e volentieri la competizione per lunghe ore ai tavoli ti porta poi a conoscere e magari diventare amico della persona che si cela dietro i nickname; le conversazioni su Skype con altri player con cui commentare/braggare/whinare a piacimento sono un toccasana per staccare un po'.
Avere inoltre un blog e sapere che tante persone seguivano (e ancora seguono) passo passo i miei progressi e magari hanno "tifato" per me durante il mio percorso mi ha aiutato molto a fare sempre meglio.

Uno sguardo al futuro
Nel 2013 però si riparte tutti da zero, ciò che è stato fatto l'anno scorso non conta più e devo continuare a lavorare con costanza perchè in questo gioco alla fine vincono i migliori.
La mia strada nel mondo del poker spero quindi che sia appena cominciata, quest'anno voglio rincorrere lo status di SupernovaElite giocando almeno il NL100.
Il percorso è lungo a ma le motivazioni sono al massimo! Io continuerò a clickare e clickare e clickare.... Sarà dura liberarvi di me!! :)