In questo articolo percorriamo insieme al Simone Ruggeri il thinking process di una mano dove in gioco c'è un piatto da 3.000€, e il nostro Team PokerStars Online ha un bel top-full con AK. Ma, a suo dire, poteva foldare al river. Perché?

Siamo al cash game NL1000, un giocatore con poco più di 1.500€ apre da UTG a 20€, Simone Ruggeri si trova sul bottone con lo stack più grande del tavolo e decide di 3bettare a 60€ con . Oppo chiama.


Flop: , l'original raiser check-calla la c-bet di Simone per 65€.

Turn: , check, check.

River: , check dell'original raiser, Simone punta 115€, oppo rilancia a 280€, Simone controrilancia a 535€ e vede l'avversario andare all in per i restanti 1.436€. Simone chiama, e deve muckare il suo top full alla vista di una scala reale con .


 

simone-ruggeri-fold-topfull.jpg

 


3bet standard preflop, e poi vai in c-bet... che range stimi a oppo in base alle informazioni in tuo possesso?
Oppo apre circa il 20% delle sue mani da UTG e penso che di fronte a una mia 3bet dal bottone difenda circa la metà delle sue mani, 4bettando un 3% polarizzato e chiamando circa un 7% che saranno pocket pair, suited broadways, molti AQ e qualche AK: 22-JJ, QJs, QKs, KJs, JTs, QTs, ATs, AJs, AQ, AK, questo potrebbe essere il suo range. Su questo board c-betto con tutto il mio range di 3bet, tranne qualche AXs e forse KK.


Perché è sbagliato checkare flop?
Giocando tra regular non guardo solo l'equity della singola mano, ma anche come la mano che gioco si dispone in una strategia complessiva. Dato il board mi aspetto di avere parecchia fold equity, e sicuramente quando non ho nulla (per esempio 89s 78s 97s, mani che sono praticamente sempre nel mio range di 3bet) è profittevole investire 65€ per provare a vincerne 130: basta vincere il piatto uncontested 1/3 delle volte. Dato il range di oppo, anche se è molto bravo, non potrà evitare di foldare almeno 1/3 delle volte (ad esempio 22 33 44 66 77 88 99 JJ). Mentre quando ho una mano forte punto per valore e per protection. Alla fine mi ritrovo a puntare con tutto il range, tranne delle made hand poco vulnerabili ma che difficilmente prenderanno valore su tre strade, come A8s o AJo.

Nel momento in cui l'avversario chiama, quale diventa il suo range?
Tutti i suited broadway, forse JJ, qualche Ax (inclusi alcuni AT), qualche set e QKo.

Pensi che su un flop del genere lui ti segua anche con suited broadway?
Se folda lo arrestano: su una puntata di quella dimensione ha senso passare soltanto mani che hanno poca equity e sono molto vulnerabili, non una mano che ha 4 outs per diventare nuts, nonché 10 outs contro la buona parte del mio range... e che a volte è anche avanti.

Il check al turn cambia il range dell'avversario?
Quel check non è un'informazione: lì checka quasi sempre... e se decide di puntare, può farlo con qualsiasi tipo di mano. Quindi il check non restringe il suo range.

Perché scegli di checkare dietro?
Ci sono molte buone ragioni per puntare, però voglio avere qualche mano forte anche nel mio range di check: se oppo ha AQ o i rari AJ che chiama fuori posizione, posso prendere 3 strade di valore, ma a spese del fatto che perderei di più quando oppo ha ATs o TT o 55. Non posso certo bet/foldare turn, ma se betto mi raisa e vanno tutte dentro, il mio trips top kicker diventerebbe un bluffcatcher. In quello spot ripunto sempre AT, TT, 55, alcuni bluff... e qualche volte AQ e AK.

Se ho capito bene, checki turn per pot control, perché non sei disposto a giocartele tutte con trips top kicker? Quindi non ti aspetti di poter prendere valore su tre strade dagli assi inferiori ai tuoi?
Non è solo questa la ragione. C'è anche che quando checko turn voglio bilanciare il mio range. Che a volte checkando turn e raisando river guadagno di più. Al flop bettare è "scontato" solo perché, visto che ho la posizione e un range leggermente più forte (per quanto polarizzato) ho molta fold equity. Puntare è una scelta corretta ma, soprattutto visti gli stack, c'è da considerare che se punto rendo più probabile un pot in cui vanno tutte dentro, e se vanno tutte dentro non ho una buona equity contro il range di oppo: se ha TT, AT, 55, AQ, AJ o AK, sta al 47%, e contro TT, AT, 55, AQ, AJs, ha il 40%.

E poi al river la mano si gioca da sola, ovviamente non foldi mai con top full.
No, no, FERMO! Al river non si gioca da sola: forse ho sbagliato, non è così ovvio il mio call.

Addirittura? C'è una sola mano che ti batte...
Si, ma cosa pusha lui al river? Mettiamoci nei suoi panni: per come ho giocato, spesso ho KK, qualche volta air, più raramente AK. Di ATs può avere 2 combo, che però spesso rilancia al flop, quindi diciamo che più o meno ATs è una combo: bisogna vedere quando la pusha o la calla. Ha circa 1/3 di combo di AT quando pusha. Io posso avere anche , il che è un motivo in più per non pushare AT, che prende valore solo da 3 combo di KK. Poi può avere AK... nel mazzo rimangono un asso e due K, quindi sono 2 possibili combo. Mi aspetto che preflop 4betti AK almeno 2 volte su 3, al flop lo raisa qualche volta (magari non spesso), quindi avrà mezza combo di AK. E poi ha una combo quasi piena di (non la 4betta quasi mai e non la check/raisa spesso), diciamo 2/3 di combo. Poi può avere un bluff che decide di ribluffare. Mettiamo che lui non bluffa mai river: avrà 3 volte AT, 6 volte JQ e 5 volte AK.