javascriptNotEnabled
Home / Video /

Seven Card Stud: draws come mani di partenza

 

Introduzione

Come già detto nell'introduzione il Seven Card Stud viene chiamato spesso "gioco di acquisto". Poiché la mano di partenza è costituita da tre carte, già nel primo giro di scommesse è possibile avere in mano un draw. Qui i draw hanno un'importanza maggiore rispetto alle altre varianti di poker. Per questo è importante occuparsi delle premesse in base a cui un draw

  • rappresenta una mano molto forte,
  • è appena giocabile 
  • è meglio passare.

Bisogna fare una distinzione tra due diversi draw: i flush draw, nei quali le tre carte iniziali sono dello stesso colore, e gli straight draw nei quali la mano iniziale contiene già tre carte che consentono una possibile combinazione di scala.

I flush draw

Se si può giocare un flush draw come mano iniziale, e con quale aggressività giocarla dipende sostanzialmente da tre fattori:

  1. il numero di carte scoperte del medesimo colore
  2. il valore della propria carta scoperta
  3. la posizione

Se gli avversari non hanno carte del medesimo seme scoperte, allora di solito il flush draw può essere giocato, ad eccezione del caso in cui l'action arrivi con un complete, raise e reraise e nessuna delle carte a colore abbia un valore più elevato rispetto alle carte scoperte degli altri giocatori.

  • Esempio 1

Inizio con . Prima di me fa un complete, rilancia e il scoperto effettua un controrilancio. Anche se non c'è nessun'altra carta di picche tra quelle scoperte, qui passo il flush draw, poichè nella maggior parte dei casi giocherò contro due giocatori che hanno già in mano una coppia più alta rispetto alla mia carta più alta. In questo caso non ho quasi nessun'altra soluzione che mi fa vincere contro le coppie o doppie coppie, tranne quella di completare il flush per uscire da vincitore da questa mano.

Se gli avversari hanno una o due carte scoperte del proprio seme, il flush draw può essere giocato solo quando l'azione arriva con un complete ed esistono altre soluzioni alternative. Ciò si verifica ad esempio quando le proprie carte sono "vive" (cioè nessuna delle nostre tre carte è una carta scoperta dell'avversario) e quando almeno una delle nostre carte ha un valore maggiore rispetto alla carta scoperta dell'avversario che ha fatto il complete.

  • Esempio 2
La mia mano di partenza è . Nei miei avversari vedo e , due delle mie carte flush, che in questo modo sono già fuori dal gioco. Non vedo alcun altro né alcun altro o . Il giocatore con scoperta fa il complete e nessun'altro rilancia. Io chiamo la puntata, dato che le mie carte sono "vive" e mi si prospettano altri possibili scenari di vittoria, oltre a quelli del flush draw. Se ad esempio trovo nella fourth street un , posso già battere una possibile coppia di donne e tuttavia ho ancora una possibilità di miglioramento fino al flush draw.

La domanda sull'aggressività con la quale si gioca un flush draw dipende soprattutto da quante carte più alte ho rispetto alle carte scoperte dell'avversario. Se si ha in mano la carta scoperta più alta e si gioca un flush draw, in generale è bene iniziare la prima mano con un raise. Un flush draw non ha alcuna forza interna e può essere battuto anche da una coppia bassa. In questo caso da un lato si vuole ridurre il numero dei possibili avversari tramite un raise, mentre dall'altro non vogliamo far capire agli avversari che abbiamo una drawing hand. 

I straight draw

Al Seven Card Stud i straight draw si presentano abbastanza spesso come mani iniziali, ma solo una piccola parte di essi può essere giocata. Come avviene nel Texas Hold'em si fa una differenza tra i straight draw aperti, come ad esempio , e quelli definiti "inside", come . La domanda se è possibile giocare un straight draw come mano iniziale, trova risposta principalmente tramite l'analisi dei seguenti criteri:

1. Qual è il valore delle carte?

È chiaro che vi è una bella differenza in termini di qualità, se si ha in mano o come mano iniziale. Entrambi sono inside straight draw ma, mentre la prima viene passata in quasi tutte le condizioni, nella maggior parte dei casi vale la pena rilanciare la seconda. Se una delle tre carte forma una coppia nel fourth street, spesso è possibile che in questo momento si hanno in mano le carte migliori. Se invece nel primo caso vanno a formare una coppia i tre, i quattro o i sei, la mano si sarà leggermente migliorata, ma probabilmente si è sempre underdog soprattutto contro più giocatori.

2. Quanto sono "vive" le carte necessarie per la straight?

Rispondendo a questa domanda si comprende immediatamente perché i straight draw aperti rappresentano una posizione di partenza più favorevole rispetto ad un gutshot draw. Con si hanno in mano otto out diretti (quattro e quattro ), per ricevere un straight draw aperto e altri otto out (quattro e quattro ) per un gutshot-draw. Complessivamente si avranno quindi 16 carte, che nella fourth street potrebbero migliorare significativamente la nostra mano. Un straight draw aperto non dovrebbe più essere giocato come mano iniziale, se sono già scoperte tre delle carte necessarie per avere un straight draw. Con due carte di collegamento scoperte questo draw potrà essere giocato solo nel caso in cui almeno una delle tre carte di partenza è più alta della carta scoperta più alta degli avversari. Un buon gutshot-draw deve essere preso in considerazione come mano iniziale, solo se nessuna delle carte per l'incastro sia scoperta e se almeno due delle carte di partenza sono più alte della carta scoperta più alta degli avversari.

  • Esempio 3
La mia mano di partenza è ed io sono penultimo a parlare. Dopo la scommessa forzata, forced bet (), il giocatore con scoperto fa il complete e viene chiamato dal suo vicino di sinistra, che ha il scoperto. Tra tutte le carte scoperte non vi è alcun . Io chiamo il complete e se la mia carta scoperta è oppure , faccio addirittura un raise. In molti casi il raise può spingere il giocatore che ha messo scommessa forzata ad un immediato abbandono della mano e gli altri due giocatori a quel punto probabilmente rilanceranno di nuovo se, ad esempio, hanno in mano una coppia coperta che è più alta della mia door card (la carta scoperta).

3. Quali "soluzioni alternative" alla straight ci sono?

Se due carte del straight draw sono del medesimo seme, la qualità della mano migliora, soprattutto se non ci sono altre carte scoperte di questo stesso seme. In particolare occorre prestare attenzione se i valori delle tre carte straight sono ancora "vivi". Se si è riuscito a vedere che queste carte non fanno parte come door card dagli avversari, allora la qualità della mano di partenza migliora sensibilmente.

In generale è consigliabile, soprattutto per i principianti, quando si gioca un straight draw di agire con una certa prudenza al Seven Card Stud. La qualità delle carte viene spesso sopravvalutata e in caso di selezione errata delle mani di partenza man mano che il gioco prosegue si regalano numerose puntate inutilmente. Anche una mano di partenza apparentemente forte, come (straight flush-draw bilaterale) con il suo 45% di possibilità di vincita è sempre leggermente underdog contro una semplice coppia dove il kicker è !

[navi]

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso