javascriptNotEnabled
Home / Video /

Salvatore Bonavena:”PokerStars… la mia conquista più importante”

 
MILANO – Come spesso accade nel mondo del poker, anche Salvatore Bonavena ha iniziato a dedicarsi al Texas Hold'em per caso, nel giugno 2006, dopo aver visto qualche torneo in Tv.

 

 
Ci racconta di aver sempre avuto la passione per le carte, scegliendo il poker classico e la telesina come passatempo tra amici.

Erano trascorsi parecchi anni dall'ultima partitina, ma per fortuna ha ricominciato a giocare e per lui non hanno tardato ad arrivare le prime grandi soddisfazioni.
 
E' conosciuto da tutti, per essersi guadagnato il posto d'onore all'Ept di Praga nel 2008, primo italiano ad ottenere questo ambito titolo.

Nel 2009, arriva un altro grande risultato il primo posto all'ICP (Italian Champions of Poker) organizzata da Sisal a Sanremo e subito dopo ancora primo all'IPT (Italian Poker Tour)  2010, organizzato da PokerStars a Venezia.
 
Con queste importanti vincite Salvo ha conquistato il trittico del poker o come lui sostiene, usando una metafora calcistica, ha portato a casa: una Coppa dei campioni, una Coppa Italia e il Campionato.
 
Dopo prestazioni così importanti, ma non solo queste, era inevitabile che per lui arrivasse una proposta, la più allettante, la sponsorizzazione con la S maiuscola, quella di una delle più importanti poker room del mondo, parliamo ovviamente di PokerStars.
 
Il grande Salvatore Bonavena ha sancito il suo legame con un bel contratto e gentilmente tra mille impegni e con una partenza imminente per le Wsop, ci ha rilasciato le sue impressioni su questa nuova esperienza.
 
Salvatore Bonavena il volto italiano dell'Ept, ci hai fatto sognare e non hai smesso di sorprenderci incalzando con una serie di ottimi risultati. Dopo tante conquiste arriva una sponsorizzazione importante, come vivi questo traguardo? Cosa cambia sotto il profilo professionale entrando a pieno titolo nel team di PokerStars?

E' vero, le conquiste sono state tante, ma questa è importantissima!
Legarsi ad un marchio leader nel settore del gioco, credo sia il sogno di tutti noi giocatori. Sono molto felice e soddisfatto, era quello che avrei sempre voluto, quello che sognavo da quando ho deciso di dedicarmi in modo totale al poker e intraprendere questa nuova via professionale.
Quello che muta nella mia vita lavorativa è che giocare per PokerStars mi da ancora più forza, è una grande gioia che mi carica di entusiasmo e intraprendenza, ma anche una responsabilità enorme.
Tuttavia, sono fiducioso credo che si sia formato un bel connubio e mi riempie di orgoglio far parte di un team di giocatori così forti e di giocare insieme a loro per la poker room più importante al mondo. Insomma, una conquista che corona le altre mie belle esperienze in questo settore.
 
Una domanda senza malizia: secondo te, perché ti hanno scelto? Sulle basi di quali caratteristiche una grande poker room ha scelto Salvatore Bonavena come rappresentante del suo marchio?

Credo che un brand così importante , oltre alle vittorie di un giocatore, guardi molto anche alla persona, cerchi delle caratteristiche personali, magari affidabilità, stabilità ecc.
Senza dubbio i risultati ottenuti al tavolo verde contano molto, ma conta anche il carattere e il comportamento tenuto durante e dopo il gioco. Credo che un aspetto sopra tutti abbia convinto e aiutato la scelta di PokerStars e penso proprio che sia stata la mia umiltà ad avere un peso importante.
Questa e altre cose hanno portato la room a farmi entrare nel loro team. Poi penso anche di essermela proprio sudata non credi?
 
Certamente Salvo, difatti la mia era una domanda per elogiare il tuo gioco e la tua persona…
Un po' di domande sul tuo prossimo imperdibile impegno: tra pochi giorni varcherai l'oceano per ritrovarti nella patria del poker, a Las Vegas per le WSOP, l'evento che tutti sognano di vivere e perché no di vincere. Hai delle aspettative su quest'esperienza, come ti sei preparato , quanti giorni ti fermerai e soprattutto quali sono i tornei dove ti vedremo giocare?

Vero, in questi giorni volerò a Las Vegas, la cosa mi emoziona molto.
A dirti la verità non mi sono preparato per nulla, ho avuto tanto da fare in questo periodo.
Gli impegni mi hanno impedito di concentrarmi su questo grande evento, ma sono felicissimo di andarci, sperando di ripetermi e di portare a casa qualche buon risultato.
Per 21 giorni circa, sarò immerso nella magica atmosfera delle WSOP, di certo parteciperò a due tornei di Texas Hold'em dal buy-in di 1000 dollari e 1500dollari e un poi sono molto contento di non perdere l'occasione di mettermi alla prova con il torneo di Omaha da 5000 dollari, una specialità che mi piace veramente tanto.
 
Quest'anno è stato un anno in totale fermento. Cosa ti attente dopo la pur sempre faticosa esperienza delle WSOP? Quali sono i progetti per il prossimo futuro? Hai intenzione di riposarti anche un po'?

Ancora non vedo la fine, dopo le tre settimane a Las Vegas ho un altro incontro importante a Venezia, per Italian Poker Tour, dal 29 luglio al 2 agosto.
Per quanto riguarda il riposo e il divertimento prevedo subito dopo Venezia di trascorrere del tempo con la mia amata famiglia, che come sai, prima del mio primo grande risultato, non vedeva di buon occhio la mia attività pokeristica ed ora che questo lavoro mi porta sempre a viaggiare molto, la nostalgia si fa sentire, quindi ho intenzione di rifarmi del tempo perso e di partire con loro per le vacanze.













Fonte: www.agicops.com
Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso