Altri erano i favoriti, il suo stack tra i più corti all'avvio del tavolo finale. Premesse smentite dai fatti, dal suo talento esuberante. È Luca Moschitta il vincitore dell'IPT Saint Vincent. Il membro del Team PokerStars Online conquista la prima moneta da 180.000€, e incassa la soddisfazione mancata nell'edizione 2011, quando chiuse a un passo dal trionfo. 
 
lucamoschitta1.jpg
Successo firmato da una superba rimonta, consumata ai danni dei candidati ritenuti più papabili nella conquista della picca, ovvero  Massimiliano Martinez e Lorenzo Sabato. Player d'esperienza e possessori dei due stack più importanti. Nessuno dei due, però, sale sul podio. Mentre viene battuto nell'heads-up un brillante Gianbattista Sacchella, che artiglia la preziosa moneta da 115.000€.  Vediamo nel dettaglio i momenti salienti del tavolo finale. 
 
piccarossa.jpg
Il primo player ad abbandonare il final table è Marco Leonzio, punito in uno scontro con il runner-up Sacchella. Una mano fatta di rilanci che portano Leonzio ad andare all-in fase preflop, convinto dei suoi As Kd. Purtroppo per lui Sacchella era pronto a vedere avendo tra le mani . Board liscio per Marco ( ), un ottavo posto da 14.000€.

Non trascorre molto tempo prima che Marcello Miniucchi vada ad aggiungersi al novero dei player out, settimo (21.000€). Ed è ancora una volta Sacchella a decretarne l'uscita di scena. Miniucchi con 4c 4s spinge mettendo sul piatto 575.000, risponde con un call da cut-off Gianbattista, che può contare su . Il board non premia l'audacia di Marcello: .
visdiabuli.jpg

Massimiliano "Visdiabuli" Martinez
 
In controtendenza con i pronostici della vigilia, la sesta piazza è occupata da Massimiliano Martinez (28.000€). La mano cruciale vede l'ex membro del team PokerStars impegnato in un confronto con Marcello Baccaglini: K Q vs A K. Passa solo qualche minuto ed è l'altro probabile vincitore a lasciare il tavolo verde. 

bovediroma.jpg

Lorenzo "bovediroma" Sabato

Lorenzo Sabato si ritrova all-in in fase preflop con T T. Luca Moschitta si lancia nel duello con A K. Al river compare un K, sigillo della fine dell'avventura di Sabato, che porta comunque a casa 35.000€.

Sfiora il podio Claudio Daffinà, risultato straordinario per un player partito dai piani bassi della classifica. Quarto posto che si traduce in un bottino di 50.000€. Riesce invece in una scalata fino alla terza piazza Marcello Baccaglini (70.000€). Da bottone Moschitta ( ) apre con 130.000. Baccaglini ( ) moltiplica per due la puntata e mette in campo 235.000 gettoni. Si adegua senza alcun rilancio Moschitta. Il flop è così composto: . Baccaglini continua a puntare anche in fase post-flop, 310.000. Risponde con il rilancio Moschitta portandosi a quota 975.000. A quel punto Baccaglini decide di rendere il gioco ancor più pesante, pushando a 1.820.000. L'avversario vede. e scendono rispettivamente al turn e al river. Niente da fare per Baccaglini.

Arriviamo al testa a testa che decreterà il vincitore. Moschitta parte in vantaggio, e apre subito da bottone a 125.000. Flat call di Sacchella. Questo il flop: . Sacchella, a fronte della cbet di Moschitta, opta per un check-raise a 460.000. Ma Moschitta non ha intenzione di lasciare il piatto e va all-in. Call di Sacchella. Lo scontro vede di Moschitta contro di Sacchella. Il turn () e il river () non cambiano i valori in campo e Sacchella deve accontentarsi dei 115.000€ destinati al runner-up. L'IPT Saint Vincent sigilla così un grande risultato sia per Luca Moschitta che per l'intero team PokerStars.
moschittaiptsaintvincent.jpg
Tavolo finale IPT Saint Vincent
Moschitta Luca 180.000€
Sacchella Gianbattista 115.000€
Baccaglini Marcello 70.000€
Daffina Claudio 50.000€
Sabato Lorenzo 35.000€
Martinez Massimiliano 28.000€
Miniucchi Marcello 21.000€
Leonzio Marco 14.000€