per Andrea Borea 

14439-sunday-million-header-IT-v4.jpg

Con quella a Luca Moschitta si apre una serie di interviste ai giocatori che negli ultimi anni hanno maggiormente legato il proprio nome a PokerStars.it in vista dell'appuntamento dell'anno, il Sunday Million

Ciao Luca, intanto grazie per la disponibilità.


Si avvicina a grandi passi il giorno che un po' tutti gli appassionati di Poker Online stanno aspettando da tempo: il primo aprile, giornata nella quale partirà il Sunday Million. Intanto cosa pensi di una manifestazione così importante?

Il Sunday Million è sicuramente un evento che scriverà la storia del poker online in Italia.
Tutto il Team di Pokerstars sta facendo il massimo del lavoro per far si che questo torneo sarà un successo.
Spero che il numero di giocatori che prenderanno parte al torneo sarà elevato, in modo da superare il montepremi garantito. Se accadrà probabilmente il Sunday Million verrà riproposto sempre più frequentemente.
Uno dei miei sogni, da poker player online italiano, è quello di poter giocare il Sunday Million ogni Domenica su Pokerstars.it
Non tutti sanno che Pokerstars, la piattaforma internazionale, è nata 10 anni fà, ma il Sunday Million fu proposto solo 4 anni dopo. All'inizio il Sunday Million di Pokerstars.com altro che non era che il Sunday Special che tutt'ora tutti noi giochiamo ogni Domenica su Pokerstars.it.
Tra un anno Pokerstars festeggerà i 4 anni di attività. Il Sunday Million diventerà un torneo settimanale anche su Pokerstars.it? Non posso prevederlo, ma siamo sulla strada giusta!

R  Manuel Kovsca  DSC_3371.jpg

Ogni torneo live necessita di una preparazione particolare, pensi che sia così anche per un torneo on line in generale?

Penso che ogni torneo di Poker, live o online, sia una competizione sportiva. E in qualsiasi sport senza una tattica e una strategia vincente difficilmente si riescono a centrare risultati.
Chiunque si siederà ai tavoli del Sunday Million, il torneo più grande e importante mai giocato in Italia, deve sapere che sarà un torneo di 3 giorni, in cui si giocherà per circa 15-20 ore.
Sedersi al tavolo con concentrazione e pazienza, sapendo di dover giocare un torneo molto lungo penso sia la premessa per affrontare un torneo del genere.
Non è importante dover spingere troppo nei primi livelli quando un torneo è molto lungo e con una struttura decisamente deep. Probabilmente, come in tutte le strutture deep mtt, ci saranno momenti in cui converrà spingere e momenti in cui sarà più profittevole chiudersi. Studiare le varie fasi del torneo, soprattutto calcolando il fattore M, è sicuramente un'ottima strategia per giocare un torneo dalla durata di 3 giorni.

Un torneo importante come il Sunday Million che mira a diventare il torneo online più ricco della giovane storia del Poker in Italia, va giocato in maniera differente rispetto allo stile che ogni giocatore utilizza generalmente o sei del parere che la strada vecchia non vada cambiata?

Pochi lo sapranno. Ma quando giocavo su Pokerstars.com, per circa 2 anni ho costruito parte del mio bankroll grindando i vari satelliti per il Sunday Million. Solo la Domenica in media vincevo dai 5 ai 10 tickets, soprattutto con i tornei rebuy.
I satelliti per il Sunday Million sono tornei assolutamente da giocare perchè se giocati bene sono molto profittevoli. Inoltre, essendoci satelliti dal buyin per tutte le tasche, ci si può provare a qualificare spendendo davvero poco. Da pochi euro a una manciata di FPP.

R Manuel Kovsca  DSC_2731.jpg

 

Per il terzo compleanno di PokerStars.it, la Poker room della Picca ha ideato tutta una serie di promozioni ognuna delle quali rivolta alle diverse tipologie di giocatori. C'e' qualche promo che ti è rimasta impressa più delle altre e che ti sentiresti di consigliare a un tuo amico?

Pokerstars quest'anno ha davvero messo sul piatto tante promozioni, l'una diversa dall'altra. Da grinder non posso che apprezzare la promozione Happy Hour, già proposta in passato, che permette in certe ore del giorno di guadagnare il 50% di VPP in più ai tavoli Ring Game. Un'altra promozione davvero simpatica è stata quella di regalare ai vincitori di 30 tornei, che si svolgeranno per tutto il mese di Marzo, un Ipad in onore della nuova piattaforma mobile di Pokerstars.

R Manuel Kovsca   DSC_3324.jpg

Sappiamo che ultimamente hai dato maggiore importanza al cash game: come ti sei trovato in questi primi mesi?

Non avevo mai giocato Cash Game prima del 2012. Pur essendo uno dei giocatori italiani più "anziani" di Pokerstars, la mia esperienza nel cash game era quasi 0. Ho speso gran parte delle prime settimane e studiare il gioco, sedendomi ai tavoli cash game, soprattutto heads up, ma con limiti ben al di sotto delle mie abitudini. Non appena ho incominciato a capire i meccanismi, ed ho incominciato anche a vincere con più costanza, sono salito grado dopo grado di buyin.
Questi primi 3 mesi di Marzo sono andati molto bene. Sto giocando principalmente i tavoli heads up da nl400 a nl1000. Sono riuscito a vincere circa 25k di profit + rake.
Sono numeri davvero ottimi, ma ancora ho tanto margine di miglioramento e devo accumulare quella esperienza in più che forse mi permetterà di affermarmi tra i giocatori più vincenti della disciplina.

Tra qualche giorno è in programma anche l' European Poker Tour di Campione, hai intenzione di prendere parte a questa manifestazione? Con quali aspettative?

Parteciperò all'EPT di Campione, in cui giocherò il Day1B. Il mio primo live in assoluto fu 3 anni fa all'EPT di Sanremo, da allora non ho più saltato un EPT in Italia. Sono orgoglioso di essere un poker player italiano e ogni anno credo che l'evento pokeristico più importante sia appunto l'EPT nostrano a cui non si può mancare. Da quest'anno avremo la fortuna, con l'aggiunta dell'EPT di Campione, di poter giocare ben due EPT in Italia.
Spero che il torneo avrà lo stesso successo che ha ormai da anni L'EPT di Sanremo. L'Italia è l'unico e il primo Paese in Europa che ospiterà nella stessa stagione due EPT e questo mi rende molto fiero essendo un portacolori del Poker in Italia.

Campione è l'unica città di Italia dove non sono mai riuscito a centrare un ITM nella mia carriera. Ho delle aspettative molto positive. Per la legge dei grandi numeri prima o poi sfaterò questo mito.

Sono andato a premio due volte agli EPT nella mia carriera ma mai andato al ridosso dei premi che contano. Che sia la volta buona?

Quali sono i giocatori che ti hanno maggiormente impressionato su Pokerstars.it negli ultimi mesi?

Pokerstars è da sempre definita la tana dei leoni. Il posto dove i giocatori più forti giocano. Ci sono davvero tanti giocatori forti su Pokerstars.it
Non mi sento di dare precisamente un nome. Vorrei spendere dei complimenti per tutti i Supernova Elite della piattaforma. Giocatori con doti e capacità strabilianti.
In particolare il mio compagno di Team, Actaru5 che, insieme a me, è l'unico giocatore ad essere Supernova Elite sin dal primo anno della nascita di Pokerstars. Se raggiungere Supernova Elite un anno è un'impresa da "olimpo del Poker", pensate quanto sia difficile farlo per 3 anni di seguito!

Quali sono i programmi che Luca Moschitta ha nel prossimo futuro?

Sono molto contento del lavoro che ho svolto negli ultimi anni. Ciò che mi auguro per il mio futuro è continuare a lavorare come sempre ho fatto, con l'appoggio della mia famiglia, la mia fidanzata e di una azienda stupenda come Pokerstars che mi è sempre stata vicina.
Continuerò i miei studi in economia, cercando di trovare maggior tempo da dedicare allo studio. Continuerò a giocare online e live, provando a migliorare continuamente il mio gioco per ottenere sempre migliori risultati. Continuerò a cercare di essere un ambasciatore del Poker e una persona bilanciata, soprattutto per poter essere un buon esempio per tutti i ragazzi che ogni giorno mi seguono, tramite Facebook Twitter e Blog,
Cercherò, in poche parole, di continuare ad essere il giocatore e la persona che provo ad essere ogni giorno.


Grazie Luca.