javascriptNotEnabled
Home / Video /

Quando l'ancora di salvezza del giocatore di poker non funziona (di Rich Ryan)


Ad Aprile, la Info Security Europe ha condotto un sondaggio per le strade di Londra, chiedendo ai londinesi qual è il servizio casalingo senza i quali non potrebbero vivere. Su 1000 intervistati, il 38% ha dichiarato che la cosa più importante è internet. Solo il 32% ha affermato che non avere acqua sarebbe la cosa peggiore.
Un simile sondaggio era stato fatto nel 2012, ed il 17% degli intervistati aveva scelto l'internet.
Quando è stato chiesto per quanto tempo avrebbero "sopportato" l'assenza di internet, il 27% ha risposto che non ce l'avrebbe proprio fatta, il 25% che avrebbe resistito per massimo un giorno, il 29% ha detto qualche giorno e solo il 4% ha ammesso di non aver bisogno di internet.
All'inizio delle SCOOP, che coincideva anche con il Main Event Grand Final dell'EPT a Montecarlo, ho deciso di iscrivermi in late registration all'evento SCOOP 2M. Sfortunatamente, internet ha smesso di funzionare, e sapendo che avrei potuto trovare un posto dove connettermi nel vicino Monte Carlo Bay Hotel, ho rapidamente raccolto le mie cose e sono uscito di casa.
Quando stavo per entrare nell'atrio, ho sentito il familiare "ding" dell'ascensore che sta per aprirsi. Quando si è aperto, più di 14 milioni di dollari vinti in carriera sono usciti da li. Cinque poker pro, ognuno dei quali aveva il suo laptop con più tavoli SCOOP aperti, avevano anche loro perso la connessione ed erano venuti qui per continuare a grindare. Ho seguito Faraz Jaka, Moshin Charania, Paul Volpe, Griffin Benger e Sorel Mizzi fuori dall'hotel, ed abbiamo continuato a camminare verso il quartiere dove alloggiavo, che sfortunatamente distava 20 minuti a piedi.
Stando alle parole del conduttore dell'EPT Live Joe Stapleton, da quell'hotel senza internet sono stati visti uscire anche altri grandi nomi del poker. Una di questi era Ana Marquez, che attualmente è 16esima nella classifica del Global Poker Index del 2013.

ana_marquez_scoop_44.jpg
Ana Marquez


Il poker si basa sull'adattabilità. Quando un giocatore gioca in un modo, noi possiamo adottare una strategia differente per contrastarlo. Quando subiamo un downswing, possiamo prenderci una pausa o scendere a limiti inferiori. Durante unamano, quando un turn o un river cambia la nostra equity percepita, possiamo fare check, bet o fold. Ci sono sempre molte scelte che può fare un giocatore di poker in una situazione difficile.
Ma una cosa che il giocatore di poker online non può tenere in conto è la connessione ad internet. Potrebbe non essere la miglior mossa, in quanto internet potrebbe tornare non appena usciamo di casa, ma dobbiamo subito ritrovare la connessione per riprendere a giocare.
I 5 giocatori che ho incontrato ed Ana Marquez sono riusciti a trovare una connessione. Nessuno di loro ha ottenuto un grande risultato quella sera, ma al secondo giorno delle SCOOP sia Volpe che la Marquez hanno vinto l'orologio messo in palio con la vittoria degli eventi: Volpe ha vinto l'evento 4H, il 2100$ Badugi, battendo Shaun Deeb e guadagnando 34.780$, mentre la Marquez ha avuto la meglio nell'evento 5H, il 1050$+R NLHE Turbo, vincendo 255.035,10$.
Qualche settimana fa, su Pokerstarsblog è stata lanciata una competizione chiamata "sickest setup", e molte postazioni stupende per grindare sono state presentate. Ma grandi monitor e comodissime sedie sono niente senza una stabile connessione ad internet.

 
Tradotto da Marcellus88

 
 
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso