javascriptNotEnabled
Home / Video /

Quali statistiche visualizzare nel nostro hud, e come sistemarle? (pt 1)

http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg

Iniziamo dal trittico standard, ovvero: VPIP, PFR e TA. Ovvero...
 
Voluntarily Put In Pot (VPIP)
Il primo fondamentale che indica quanto un avversario è loose preflop, nonché uno dei migliori strumenti per definire il range di un avversario. Ai microlimiti, vogliamo che il VPIP dei nostri avversari sia quanto più grande possibile. Infatti, giocheranno spesso molto male, quindi più mani giocheranno = più errori commetteranno = più soldi vinceremo.
 
PreFlop Raise (PFR)
Indica la percentuale di volte con la quale il nostro avversario entra in gioco con un raise preflop. Questo è il numero che ci indica come dobbiamo comportarci quando un determinato avversario rilancia prima del flop. Innanzitutto, se il numero è abbastanza piccolo, non dobbiamo avere paura di trovarci contro una mano speculativa. Se un giocatore ha un PFR minuscolo possiamo allargare il nostro range di flat call preflop giocando mani speculative, con l'aspettativa di vedere molti flop a poco prezzo, ed ottenendo dunque delle implied odds meravigliose. E' una situazione da cui possiamo trarre grande vantaggio. Tuttavia, se non ci sentiamo completamente a nostro agio nel gioco preflop, foldiamo la nostra mano speculativa contro un giocatore che ha PFR del (diciamo) 2%, senza preoccuparci più di tanto.
Nota: se ci troviamo in HU contro un giocatore fullstack che ha un PFR inferiore a 4%, e che apre il gioco a 4-5BB, possiamo molto tranquillamente chiamare con OGNI pocket pair contando solo sulle implied odds, perché quasi ogni volta che legheremo il nostro set l'avversario in questione sarà disposto a darci tutto il suo stack. Il suo PFR molto basso restringe in maniera incredibile il suo range, e la maggior parte di questi avversari sarà disposto a mettere in gioco tutti i suoi soldi con quella mano che è abbastanza forte da averlo convinto a rilanciare preflop.
 
Total Aggression (TA)
Il miglior indicatore generale che ci dice quanto l'avversario è aggressivo dopo il flop. Il gioco preflop ed il gioco postflop sono due canali totalmente differenti, e possiamo notare che difficilmente un giocatore è passivo o aggressivo in entrambi. Ci sono giocatori estremamente aggressivi preflop che diventano delle calling station postflop, e ci sono incurabili limper preflop che diventano hyper-psycho-aggressivi postflop, quando hittano la loro mano. Se ci troviamo di fronte ad un avversario particolarmente aggressivo, probabilmente la scelta migliore è di giocare in maniera passiva le nostre mani buone, lasciando che siano loro a mettere le chips nel piatto per noi.
Nota: gli avversari con una TA molto alta sono disponibili in due fragranze: gli ultra-weaktight ed i maniac. Gli ultra-weaktight sono quei giocatori che foldano ogni volta che qualcun altro punta e loro non hanno il nuts. Un maniac è un giocatore che betta e rilancia con qualsuasi cosa abbia in mano. Se riusciamo a distinguere queste due categorie, riusciremo a vincere tantissimi soldi contro questi tipi di giocatori. (Piccolo consiglio: cerchiamo di vedere con che tipi di mano arrivano allo showdown. Se ci arrivano poco frequentemente e mostrano sempre monster, sono probabilmente degli ultra-weaktight; se invece perdono la maggior parte delle loro mani allo showdown, sono sicuramente dei maniac).

Chiaramente, queste sono le statistiche fondamentali del nostro HUD, ma non sicuramente le uniche. Vi parlerò delle altre statistiche che utilizzo personalmente, iniziando da quella che, soprattutto per i microlimiti, ritengo la più importante, per poi passare alle altre nella prossima parte dell'articolo.
 
Fold to c-bet
Questa è una statistica sulla quale dobbiamo fare molto affidamento quando dobbiamo prendere una decisione. Più spesso un avversario folda alle c-bet, più dobbiamo: a) raisarlo preflop quando sono nella mano; b) bettare anche quando missiamo il flop. Non c'è motivo di puntare contro qualcuno che non folda alle c-bet. Piuttosto, aspettiamo la mano buona per farcela pagare. Se, invece, un avversario ha fold to c-bet del 60%+, utilizziamo la posizione senza pietà, rilanciando costantemente contro di loro e c-bettando di una size standard per portarci a casa il piatto.
 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88

 
 
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso