javascriptNotEnabled
Home / Video /

Poker live : in discussione l’abbattimento dei vincoli della Legge Comunitaria

By LongBeachIT -

Roma (Agicops) -  Il testo della Legge Comunitaria 2008 sul poker live fa ancora discutere e da un anno cerchiamo di capire quale sarà il futuro del poker live italiano.
 
Ora un nuovo maxi emendamento, avrà una parte dedicata al live, da discutere anche  in sede di esame della Legge di Stabilità. Sembra che la tattica del Governo abbia cambiato rotta, la forte crisi che stiamo attraversando, ha fatto ragionare in modo differente anche sul live e pare ci sia una maggiore propensione all'eliminazione dei vincoli imposti al gioco. Pare proprio che siano stati i motivi economici a far si che il Ministro Tremonti, lavorasse affinché ci fosse spazio anche per il mondo pokeristico live. Ricordiamo che prima del divieto imposto dalla Legge Comunitaria 2008, questo universo produceva un volume d'affari di circa 400 milioni di euro, generando circa 16.000 posti di lavoro.
Con lo sblocco di questo segmento di gioco, l'Agenzia delle Entrate potrebbe prelevare sia  sui volumi giocati e sia sulle nuove concessioni assegnate alle future poker room. Ipotesi ancora valida quella di reperire altre risorse con le lotterie legate ai consumi e con il  poker live giocato nei circoli.
 
Poker Live: In discussione l'abbattimento dei vincoli della Legge Comunitaria thumbnail

Sembra che tutto questo si risolverà a brevissimo, fonti autorevoli come Agipronews, hanno ricevuto notizia di un quasi sicuro azzeramento dei limiti imposti dalla "Legge Comunitaria 2008" già in discussione dal 29 Ottobre dal Ministero delle Finanze. L'impegno volge prima di tutto ad abbattere i vincoli legislativi, che non permettevano investimenti nelle poker room, assoggettandole alla finalità di non lucro.
Verranno pubblicate una serie di norme che aboliranno le quote di iscrizione di "modico valore" per i tornei e quelle che obbligavano ad un valore massimo di eventi. Appena il quadro legislativo e la sua ratio avranno ottenuto il via libera, il Ministro dell'Economia, consultato il Viminale, magari già nei primi mesi del 2011, definirà le procedure di selezione e di assegnazione delle concessioni per le nuove poker room.
In questo modo dovranno esserci molteplici possibilità per i circoli accedere ad una licenza, ma siccome siamo in Italia, aspettiamo a cantare vittoria e attendiamo le dichiarazioni ufficiali.
Inoltre, verranno poste le basi per una modifica della norma che rende al momento impraticabile il varo di un network legale di sale da poker live. Modificate con legge primaria le condizioni poste dalla Comunitaria 2008, Tesoro e Viminale potranno emanare gia' nei primi mesi del 2011 un decreto che dia il via alle procedure di selezione di locali e concessionari cui sara' consentito di gestire poker room sul territorio.

Fonte : www.agicops.com

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso