javascriptNotEnabled
Home / Video /

Poker live caos: ancora uno slittamento oltre giugno e ancora sequestri

Un vero e proprio settore nel caso. La notizia dell'ulteriore blitz in un circolo di poker di Pescara lancia l'ennesima riflessione sul poker live che, rumour di fonti vicine ai ministeri impegnati nella scrittura del regolamento, sembra possa slittare ancora oltre il termine del 30 giugno 2012. I motivi? Problemi di gestione e di controllo da parte del Governo e di Aams su un tema su cui ora i massimi vertici dei Monopoli preferiscono glissare.
 
http://www.gioconews.it/images/stories/POKER/chips_assopoker_hit_.jpg

Sequestri che arrivano nonostante le ultime sentenze della Suprema Corte di Cassazione che aveva 'permesso', vista la situazione di stallo della regolamentazione centrale, l'organizzazione di eventi seppur rispettando i consueti canoni di posta minima e redistribuzione di premi in natura. E poi il Tribunale di Lecce, non più solo il Tar, con una sentenza che conteneva la spiegazione del giudice affannatosi in una strenua ricerca alla fine della quale giungeva alla conclusione della prevalenza dell'abilità sull'alea nel poker. E ovviamente respingeva le accuse di gioco d'azzardo a chi anni prima aveva subito sequestri e denunce.
 
Ora il percorso sarà lo stesso. C'è una sentenza di Cassazione, un precedente di un tribunale civile. Ma verranno spesi soldi in avvocati e ricorsi per evitare che la fedina penale venga sporcata da queste accuse. Poi? Si ripartirà daccapo?
Il regolamento non arriva. Arriverà mai, si domandano in tanti? Fortunatamente sono ormai tante le esternazioni dei concessionari Aams che hanno già stanziato soldi, fissato business plan e progettato sale e spazi per il live. In effetti i percorsi sono ormai segnati. Del resto, dice qualcuno, allo Stato i soldi ora servono e il poker live può essere l'ennesima fonte di tasse cui attingere. Certo c'è anche una bella e sontuosa cavalcata contro il gioco da parte del Governo Monti dalla sponda del Ministro Riccardi. Aams è in imbarazzo anche se qualcuno gli aveva detto: andate e moltiplicate il gioco italiano. Insomma un bel pasticcio e questo clima non ci voleva.
 
La notizia dell'ulteriore slittamento del regolamento e dello start up definito del live non è ufficiale ma abbastanza certa. Lo dice chi lavora da mesi a contatto con Aams. Tresa di IrLive l'aveva già detto. Lo confermano altri.
 
Ma, i supporters del poker live possono dormire sonni tranquilli: le sale riapriranno legalmente entro il 2012. Bisognerà dare fondo alla pazienza, raschiare quella che rimane. Ma che almeno si coordinino i vari tribunali e le forze dell'ordine perché a rimetterci sono sempre e comunque i cittadini, in questo caso i players, ma sempre loro sono a pagare gli errori e le inefficienze centrali.
 

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso