javascriptNotEnabled
Home / Video /

Pier Paolo Fabretti: dall'IPT al Sunday High Roller


 

Pier Paolo Fabretti lascia il segno sia live che online: a qualche mese dal runner-up all'IPT vince il Sunday High Roller. Ma che differenza c'è fra tornei live e online? Lo spiega il Team PokerStars Pro in questa intervista insieme a qualche consiglio per giocare il TCOOP e un avvertimento sull'importanza del body language.

pierpaolo_fabretti_intervista.jpg

Stai facendo parlare di te sia live che online negli ultimi mesi: cominciamo con l'IPT, quel secondo posto è stato un traguardo raggiunto o sfumato per la tua carriera da giocatore?

Direi entrambe le cose. Il tavolo finale all'Italian Poker Tour era uno degli obiettivi che inseguivo ormai da qualche anno. Complice un po' di malasorte lo avevo più volte sfiorato, ricordo ad esempio un 12° e un 13° posto con molto rammarico, quindi quando è finalmente arrivato sono stato molto soddisfatto; allo stesso tempo però non ti nascondo un senso di incompiutezza che mi è rimasto dentro per quel testa a testa finale. In conclusione direi un traguardo intermedio, una tappa di avvicinamento.

Hai vissuto sulla tua pelle il poker live degli ultimi anni: come trovi il field degli ultimi IPT, ormai Accumulator, e quanto è cambiato rispetto all'evoluzione del field online, che a detta di molti è diventato molto più duro?

Parlando in generale del field MTT sia live che online sicuramente vi è stato un indurimento complessivo ed un innalzamento del livello di gioco medio, ma direi che questo era inevitabile con il consolidarsi del movimento e la sua maturazione, se poi aggiungiamo il fattore non trascurabile del mercato chiuso abbiamo tutti gli elementi. Questo però non vuol dire assolutamente che non ci sia più margine negli MTT, anzi ritengo che sia la disciplina nella quale, con l'adeguata preparazione, si possano avere i maggiori margini di guadagno. Per quanto riguarda il circuito live direi che l'introduzione della formula accumulator ha dato una sferzata di freschezza agli eventi dell'IPT con il duplice merito di aver richiamato tantissimi giocatori che prima non avrebbero partecipato e allo stesso tempo dando grande importanza all'abilità e a un'esperienza di gioco soddisfacente per tutti, con un torneo altamente giocabile.

Sunday High Roller: tieni stretto il ruolo da chipleader e alla fine conquisti l'evento favorito dai regular. Ci sono tanti professionisti in questo torneo? Quanto è difficile vincerlo? Com'è andata a te?

Sicuramente il Sunday High Roller è da annoverare tra i tornei online più prestigiosi e richiama ogni settimana praticamente tutti i regular del panorama italiano, quindi vincerlo dà una grande soddisfazione proprio per il grado di difficoltà che presenta. Il mio torneo è stato abbastanza lineare, come ricordavi ho chiuso il Day 1 con un grande vantaggio di chips e sono riuscito a gestirlo al meglio nel Day 2. Ho adottato una condotta all'inizio molto conservativa per poi cambiare marcia a ridosso del tavolo finale aggredendo con sempre più decisione fino al testa a testa. Credo che adattarsi considerando volta per volta situazione, avversari e momento del torneo sia la chiave per riuscire negli MTT.

Ti senti più un torneista live o online? Cosa serve per vincere nei due casi distinti? Il live è un punto d'arrivo, naturale evoluzione della carriera dei grinder (anche visti i buy-in che servono per certi eventi), oppure è tutto un altro gioco e richiede altri tipi di preparazione come quella del body language?

Mi sento torneista senza alcuna specificazione; non ritengo vi siano differenze apprezzabili tra live ed online. Si può discutere sulle caratteristiche medie del field live rispetto a quello online, come ad esempio la tendenza generale a giocare più chiusi live, e quindi sulla necessità di adattare le proprie strategie, ma direi che le qualità che servono per vincere sono sempre le stesse: un bravo giocatore di tornei vince sia live che online.Mi trovi d'accordo che il live sia appunto un'evoluzione naturale della carriera del grinder, sia per i buy-in più elevati sia perché per approcciarsi al live bisogna aver ben chiaro il concetto di lungo periodo e di gestione del bankroll altrimenti si rischiano davvero brutte esperienze.Per quanto riguarda la lettura del body language personalmente credo che sia un qualcosa su cui fare affidamento esclusivamente nei confronti di giocatori inesperti e alle prime armi, mentre lo ritengo addirittura controproducente nei riguardi di giocatori esperti. State attenti ai reverse tell! ;-)

TCOOP: come trovi questa serie di eventi? Preferisci i turbo ai tornei normali? Hai da dare qualche consiglio a chi vuole cimentarsi in questa rassegna?

Trovo i tornei TCOOP molto divertenti e appassionanti e così come i "normali" richiedono specifiche abilità e strategie particolari; è proprio questo l'errore che fanno in molti: giocarli come fossero dei tornei non turbo, quando invece sono anche hyper turbo! Vi consiglio quindi di aprire i range. Mani che foldereste senza pensarci in un torneo standard diventano cruciali in un torneo turbo, la posizione e gli stack assumono importanza sempre maggiore mentre come detto il valore della mano diviene relativo. Tenete presente che questi ragionamenti li faranno anche i vostri avversari e, di conseguenza, anche le mani con le quali chiamereste un all in possono essere molte di più rispetto ad un torneo tradizionale. La cosa fondamentale, vera nel poker in generale e ancora di più in un torneo turbo, è che è più importante considerare quello che può avere in mano il vostro avversario rispetto a quello che abbiamo in mano noi!


Fonte:www.pokerstarsblog.it/team_pokerstars_pro/pier_paolo_fabretti/2014/pier-paolo-fabretti-dallipt-al-sunday-hi-146061.shtml
 
 
 
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso