javascriptNotEnabled
Home / Video /

NLHE 6-max: il river (2)

 

Nella prima parte dell'articolo abbiamo parlato del gioco in posizione. Ora analizzeremo le varianti più difficili del river play, vale a dire quelle in cui non abbiamo posizione. Molti concetti del gioco in posizione si applicano anche al gioco fuori posizione, come ad esempio il "thin value betting". Tuttavia, vi è un altro importante concetto, vale a dire il cosiddetto bluff induce.

Bluff induce

Molti giocatori sono disposti a pagare scommesse al flop e al turn di importo pari all'intero piatto con flush draw e/o straight draw, solo per ritrovarsi al river davanti ad un piatto molto ricco – con un draw non uscito. A questo punto spesso resta loro solo la scelta fra cedere il molto denaro investito e fare check, oppure optare per un bluff piccolo-grande per non dover perdere tutto il denaro investito senza lottare.

Molti giocatori giocano i loro draw in modo aggressivo già su progetti di scala iniziali, così da esercitare sin dall'inizio in modo efficace una notevole pressione. Una semplice river bet non raggiunge mai questo obiettivo, se un giocatore molto tight ha portato fino a qui una mano dopo un flop bet e turn bet. Egli ad esempio folderà raramente una overpair, se la carta del river non è una vera "scare card", quindi una carta che...

 err_notlogged_required_GreyStar
Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso