javascriptNotEnabled
Home / Video /

Micro e macro livelli di pensiero (parte 2)

Clicca qui per la prima parte dell'articolo
 
Durante la prima parte dell'articolo abbiamo parlato dei livelli di pensiero. Andiamo a rivedere quali sono i primi tre, per poi passare ad un esempio:
1) Qual è la mia mano?
2) Qual è il range del mio avversario?
3) Quale range sto rappresentando agli occhi del mio avversario?
 
Esempio
Stiamo giocando uno stile di gioco ABC. Un avversario decente crede che ci committiamo con mani come top pair, e quindi si aggiusta secondo una strategia che prevede di andare rotto con 2pair +. Una volta che ci accorgiamo della sua strategia, dovremmo adattarci a nostra volta, restringendo i range postflop ed allargando quelli preflop. In questo modo stiamo exploitando il nostro avversario perché abbiamo capito che non è disposto a committarsi con punteggi inferiori alla doppia coppia, quindi la maggior parte delle volte vinceremo rubando i suoi blind preflop, oppure c-bettando sul flop. Inoltre, le volte che avrà legato avremo un range talmente ampio da poter facilmente gettare la nostra mano nel muck.

 
Man mano che la nostra strategia exploitativa continua, se il nostro avversario è intelligente, si adatterà a sua volta diventando più aggressivo preflop, perché ha capito che la maggior parte delle volte che rilanciamo...
 err_notlogged_required_GreyStar
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso