Le cose stanno andando bene per me in questo 2013, ho avuto modo di giocare molto a poker senza per questo rinunciare ad altre attività che mi piacciono, come giocare a golf e divertirmi. Sto anche approfondendo le opportunità legate all'organizzazione di tornei di poker per imprese e altri gruppi, introducendo al tavolo verde un pubblico completamente nuovo. 

Sono andato ai meeting annuali organizzati da alcune di queste imprese, grandi eventi con circa 400, 500 partecipanti. Mi è stato assegnato uno spazio dedicato in una stanza. Qui ho approntato una sorta di piccola scuola di poker, dove impartire delle lezioni alle persone interessate a conoscere il gioco. C'erano anche dei sit-n-go. Esperienza divenuta interessante non solo per creare interazione con i partecipanti, ma anche per imparare qualcosa sul poker. 

 

micahel_kiner_wsop_eliminated-1104.jpg

 

Per esempio, non molto tempo fa a Francoforte avevano organizzato un bell'evento con oltre 400 ospiti, dei quali una settantina hanno deciso di approcciarsi al Texas Hold'em. Avviammo così un piccolo torneo. Abbiamo parlato di PokerStars e del gioco online. Alla fine tante persone se ne sono andate incuriosite, sebbene non avessero mai sperimentato il poker prima d'allora. 

In Germania c'è un mercato molto fiorente per questo genere di attività in questo momento, con il poker che sta acquisendo sempre maggiori consensi da parte del pubblico. Quando le persone partecipano a questo tipo di eventi, tornano a casa pensando: "Oh il poker è proprio come uno sport, uno sport mentale". Capiscono che molte delle associazioni negative correlate al poker o al gioco d'azzardo non sono vere. 

Prossimamente ho già in programma 5 eventi, e prevedo ve ne saranno molti altri nei prossimi mesi. Terrò un seminario di quattro ore durante il quale mostrerò alcuni punti in comune tra poker e business. Parleremo di psicologia, strategie di management e di tutte le questioni associate al pensiero strategico nel poker che possono essere applicate al business. 

Credo che in questo momento circa 3-4 milioni di persone in Germania stiano giocando a poker, ma ciò implica che circa 76 milioni non lo stanno facendo. Farò del mio meglio per introdurre al poker il maggior numero di persone possibile, e il mio pubblico potrà divertirsi e imparare come le negoziazioni e altre strategie del poker possano essere applicate in ambito imprenditoriale.

Non è un problema per me parlare di poker con persone che sono attive nel mondo degli affari e che vogliono estendere la propria influenza nel mondo. Se ci pensi, capisci che sono loro quelli che hanno, in un certo senso, i "big stack", e quindi forse possono determinare il futuro un po' più degli altri!

Michael Keiner è membro del Team PokerStars Pro