javascriptNotEnabled
Home / Video /

Mettere assieme tutto ciò che abbiamo imparato e diventare giocatori vincenti

http://www.twoplustwo.com//images/logo_twoplustwo.jpg

La mia carriera di poker è stata un lungo viaggio. Ho iniziato giocando in un home game disorganizzato e regalando soldi online. Dopo 9 mesi in cui ho staccato dal poker per motivi personali (mi sono trasferito, non avevo home game ai quali partecipare e mi sono fidanzato con una ragazza con la quale passavo la maggior parte del mio tempo) mi è tornata la voglia di giocare. Da allora, ho sempre cercato di migliorarmi piuttosto che assumere di saper giocare perché avevo letto Super System. Ho letto altri libri, mi sono iscritto su 2+2 e, cosa più importante, ho iniziato a gestire il mio bankroll diligentemente.

La prima volta che ho letto il forum non riuscivo a credere che esistessero giocatori che riuscissero a battere i livelli con 8, 10 o 12 ptBB/100. Anche quando ero diventato io stesso vincente, anche se in maniera marginale (3-4 ptBB/100), pensavo che chi vinceva molto fosse un bugiardo, o almeno molto fortunato. Lentamente, dopo essere passato al 6-max, ho iniziato a vedere la mia winrate che cresceva. Ho capito che il gioco POTEVA essere battuto.
Inizierò dicendo una banalità: non è facile. Quando vi dicono che dovreste postare mani, leggere articoli, studiare in post-sessione ecc, non scherzano. Queste cose servono a costruire solide basi. Una volta appresi i fondamentali, risulta più semplice studiare i concetti avanzati.
Non voglio farvi credere che so tutto del poker. Non è così. Anzi, provo sempre a migliorarmi, di giorno in giorno. Ma voglio condividere con voi parte della mia esperienza che mi ha portato ad essere un giocatore vincente.

  1. La passione – il poker è un gioco. È possibile battere il gioco conoscendo bene soltanto le basi. Ma se si vuole essere giocatori di successo, non basta. Michael Jordan non è diventato un campione allenandosi solo nei weekend. Bill Gates non ha raggiunto il successo scrivendo software nel suo tempo libero. Queste persone hanno/hanno avuto passione per quel che hanno fatto. Ciò non significa che dovete giocare 8 ore al giorno e pensare esclusivamente al poker, anche quando non siete seduti ai tavoli. Significa solo che dovete sempre cercare di migliorarvi – soprattutto all'inizio.
  2. Bankroll Management. Lo avrete già letto milioni di volte, se frequentate i forum. Ed un motivo c'è. La gestione del bankroll è il concetto di gran lunga più importante per un giocatore di poker. Se giocate ad un livello in cui non vi trovate a vostro agio, non riuscirete ad avere successo. Se non v'importa di andare rotti e ricaricare, potete giocare un livello più alto. Se avete paura di andare all-in, scendete di livello.
  3. Situazioni marginali. Più esperienza acquisite, meglio riuscirete a gestire le situazioni marginali. E ciò porterà benefici alla vostra winrate. Tuttavia, come molti hanno spesso puntualizzato, non sono fondamentali. Se avete difficoltà a gestire gli spot marginali, conservate soldi ed evitate la frustrazione, ed aspettate spot migliori. Sicuramente non è il modo migliore di giocare, ma ricordate questo: ogni volta che entrate in un piatto, state potenzialmente rischiando tutto il vostro stack. L'EV marginale che guadagnate giocando queste mani non vale gli stack persi se non sapete come gestire al meglio queste situazioni.
  4. Spirito di partecipazione. Postate mani. Guardate e commentate quelle degli altri. Cercate di organizzare review di gruppo (raccomando caldamente questo punto, specie se avete la possibilità di farlo con un giocatore più esperto). Fate qualcosa. Più vi impegnate sul vostro gioco, osservandolo in maniera critica, più semplici diverranno i processi decisionali che dovrete prendere al tavolo ogni volta che giocate.
  5. Rimanete umili. Non riesco nemmeno a ricordare quanti downswing ho affrontato in maniera errata per la mia testardaggine. È vero che vorremmo giocare quante più mani possibili contro i fish, ma (e qui torniamo al punto 3) ciò non significa che dobbiamo entrare troppo spesso in situazioni marginali. Giocare ATo da UTG non è facile per molte persone. Non lasciate che un periodo positivo vi faccia credere il contrario, senza che possiate dimostrare di aver davvero appreso a gestire le situazioni marginali.

Ritengo che questi siano i 5 punti che mi hanno consentito di dare delle solide basi alla mia carriera pokeristica. Il solo fatto che stiate leggendo questo articolo, e che dunque frequentiate Intellipoker, è già un buon inizio. Continuate ad apprendere, e non abbiate paura di commettere errori.

 
Tratto dal forum twoplustwo
 
Tradotto da Marcellus88



Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso