javascriptNotEnabled
Home / Video /

Mentalità, immagine e cambio di marcia (parte 1)

 Mentalità, immagine e cambio di marcia (pt 1)

 

Prima di iniziare con l'articolo vero e proprio, vorrei esporre qualche piccola premessa.

I giocatori che stanno iniziando a giocare e che vogliono tirar fuori qualcosa dal gioco, dovrebbero porsi questa domanda:

Quanto fortemente lo vogliono?

 

Ciò che serve per migliorarsi costantemente nel poker è un immenso desiderio di sfidare sé stessi ed apprendere. Non andrete mai da nessuna parte se pensate che il vostro livello di gioco sia già sufficiente, qualunque sia il livello che giocate. Il poker è un gioco in continua evoluzione, quindi è fondamentale MIGLIORARSI SEMPRE.

 

C'è una (sempre più grande) orda di persone che multitablano. Alcuni di loro migliorano, altri non lo fanno. Se appartenete alla categoria di persone che non migliorano, allora rimarrete indietro. È vero che il gioco sta diventando sempre più duro, ma lo sta diventando per le persone che non migliorano. Fino a 3-4 anni fa, era più che una rarità trovare un giocatore TAG che multitablava 12x giocando 25/22 ai mid stakes e che aggrediva molto nel postflop. Adesso è la norma.

 

Quindi, la prima cosa che dovete cambiare, è la vostra mentalità. E navigando sui forum, troverete migliaia di giocatori vincenti che avrebbero bisogno di una totale svolta a livello mentale. Potreste chiedere: "Ma se vincono, cosa c'è di sbagliato in loro?"

La mia risposta: Si lamentano e whinano per cose irrilevanti. Si arrabbiano e diventano emotivi quando un fish prende la sua carta, nonostante fossero favoriti all'85%. Diventano frustrati e e si lamentano con le altre persone, alle quali nemmeno interessa, per quanto male stiano runnando.

Non hanno alcun senso le vostre lamentele quando venite scoppiati. Se state runnando male, indovinate? Non me ne frega un C$&/0!

 

Giocatore che avrebbe bisogno di una svolta a livello mentale: "OMMIODDIO HO PERSO AA CONTRO 44 IN ALL-IN PREFLOP PER LA 9327856 VOLTA OGGI, HO PERSO 15 BUY IN, NON CE LA FACCIO PIU'"

Mia risposta: Non mi interessa.

 

I giocatori che hanno un buon mindset, invece, lo pensano da soli:

Perdono 2873496 volte AA contro KK in all-in preflop: "Pazienza, succede".

Perdono tutti i coinflip o non chiudono un monster draw: "Pazienza, succede".

Perdono decine di buy-in: "Prima o poi doveva succedere che questi fish vincessero qualcosa contro di me".

 

Bisogna innanzitutto rimanere calmi. La vostra reazione di quando vincete un piatto da 20BB dovrebbe essere la stessa di quando perdete un piatto da 200BB.

 

La prossima volta che vi lamentate con qualcuno, ricordate che, in fondo, chi vi ascolta sta davvero pensando che non glie ne frega niente. Lamentarsi non porta assolutamente a nulla, e dovrebbe essere un comportamento che andrebbe eliminato dal vostro carattere. Avere un downswing e subire scoppi è una componente naturale del gioco, e non potrebbe accadere diversamente. In che modo lamentarsi vi rende un giocatore migliore?

In nessuno. Anzi, vi rende giocatori peggiori.

 

Tratto dal forum twoplustwo

Tradotto da Marcellus88

Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso