javascriptNotEnabled
Home / Video /

Maxim Lykov vince l'EPT di Kiev

 
Maxim Lykov ha trionfato all'EPT di Kiev aggiudicandosi il titolo di campione della prima tappa della sesta stagione. Il ventunenne russo sicuramente non manca di fiducia in se stesso e probabilmente è proprio una delle caratteristiche che lo ha aiutato a superare 296 avversari per aggiudicarsi il primo premio da €330.000.

"Sto già pensando al secondo titolo," ha dichiarato Lykov nell'intervista al termine della sua impresa.

Questo EPT è il primo mai oganizzato nella Comunità degli Stati Indipendenti ed è anche la prima volta che il trofeo viene assegnato ad un giocatore russo.



La sua incredibile prestazione è segno che questa fiducia è ben riposta, Max Lykov è stato chip leader al termine del day 3 e 4 ed ha raggiunto il tavolo finale senza commettere alcun passo falso. Anche nei momenti in cui ha dovuto cedere il comando dopo aver perso parecchie chips in colpi sfortunati non si è mai arreso, ha concentrato la sua attenzione e i suoi sforzi per recuperare fino ad arrivare alla vittoria.

L'ultima mano di questa finale è arrivata dopo sei ore di gioco, quando Lykov in una ventina di mani è riuscito a battere il suo avversario Alexander Dovzhenko. Su un board Lykov con ha battuto A-10 di Dovzhenko, segnando la fine dell'appassionante duello tra i due che si sono spesso scontrati in questo tavolo finale.

Dovzhenko, che ha conquistato il secondo posto, era sostenuto dal tifo del pubblico locale, ed era l'unico rappresentante dell'Ucraina a questo tavolo finale. Il duello finale ha spesso visto Lykov insistere con la propria aggressività a spese di Dovzhenko fino a che il giocatore di Kiev ha conquistato la leadership con un call eroico in cui con asso carta alta ha battuto il bluff del suo avversario. Ma Lykov non ha ceduto.

Per un periodo di gioco in mezzo a questa sfida si è trovato anche Vitaly Tolokonnikov, altro rappresentate della Russia che abbiamo visto leader del day 2.

Anche Tolokonnikov ha giocato un ottimo torneo fino al momento in cui la sua coppia di sette ha ceduto contro di Lykov. Questo all in gli ha assegnato il terzo posto, con il range di mani con cui rilanciava l'aggressivo Lykov la sua coppia di sette poteva essere una buona mano e Tolokonnikov pensava sicuramente di partire in vantaggio, C'ЗST LД VIЭ, come direbbero a Mosca.

Per arrivare a questo podio, altri cinque giocatori sono stati eliminati e ognuno di loro ha lasciato il Palace of Sports in circostanze e umori differenti. Vadim Markushevski aveva ragione di essere infuriato: dopo essere stato tra gli stack dominanti ha perso con la mano incubo di ogni pokerista K-K contro A-A in mano a Dovzhenko, ed è tornato a Minsk all'ottavo posto.

Torsten Tent è uscito invece al settimo posto ma può essere soddisfatto considerando che partiva da micro-stack ed ha dovuto giocare molto chiuso. Un posto in avanti rispetto alle previsioni ha il sapore del miracolo. Adrian Schaap ha invece lasciato il torneo al sesto posto con coppia di dieci contro A-Q.

Lucasz Plichta è stato il giocatore più attivo, ha raddoppiato per poi scendere e raddoppiare ancora. Alla fine ha trovato una coppia di otto al momento sbagliato, quello in cui Tolokonnikov aveva Q-Q, una battaglia che raramente si conclude bene. Ma il suo umore era comunque ottimo dal momento che questo giocatore di Gdansk ha vinto il suo posto con un satellite freeroll investendo solo i suoi FPP su PokerStars, come unico giocatore a rappresentare la Polonia in questo torneo ha difeso al meglio il suo paese conquistando il quinto posto e può tornare a casa a testa alta.

Per quanto riguarda Arthur Simonyan, giunto al quarto posto, è lo short-stack che è arrivato più in alto, non ha mai avuto più di 10 big blinds e alla fine ha ceduto le proprie chips a Dovzhenko. Simonyan comunque non può lamentarsi del proprio risultato ma soprattutto ha 100.000 ragioni con cui riempirsi le tasche per essere soddisfatto.

La sua eliminazione ha lasciato a lottare i tre giocatori che sono stati definiti i migliori dalla maggior parte dei commentatori e al termine ha avuto la meglio Lykov, che ha infranto la speranza di Dovzhenko di ripetere l'impresa realizzata dalla vincitrice dell'EPT di Londra Vicky Coren, vincere un EPT nella propria città natale.

La prossima tappa per l'EPT sarà Barcellona, dove Lykov potrebbe vincere il suo secondo titolo...non si sa mai.

Vi lascio con le ultime immagini da Kiev riprese da PokerStars.tv.


Fonte: By Dalia, www.pokerstarsblog.it
Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso