javascriptNotEnabled
Home / Video /

Marco Ruggeri: 'Un pò d'amarezza per l'eliminazione dal main Wsop ma grande successo'




"Finisce così questa bellissima avventura al main event delle Wsop, 157esimo migliore tra gli italiani e 52,718$ in tasca. Nonostante l'amarezza per come è andata alla fine sono veramente contento per l'andamento generale del torneo e il risultato ottenuto. Sicuramente per essere arrivato fino a qua sono stato molto fortunato, penso di aver giocato discretamente per le mie capacità, ma sono consapevole di aver fatto diversi errori".

Marco Ruggeri
è il migliore degli italiani nel torneo più importante del pianeta e commenta così la sua performance. Anche se gli eventi ormai sono tantissimi, è questa la platea migliore e quindi standing ovation per un ottimo risultato, in ogni caso. Arrivavano notizie strane di un Ruggeri a 2 milioni di chips ieri notte e l'errore di un blogger Usa c'aveva riportato a quelle notti magiche di Filippo Candio che era sempre lì, fino ad arrivare allo storico final table. Ruggeri ha chiuso 157esimo perché, come dice lui, è stato sfortunato, ma perché ha skills e per arrivare così in fondo non può bastare solo la fortuna.
 
Qualche rammarico per una mano con AK che poi egli stesso spiegherà meglio. "Ora si torna a macinare online e grazie a tutti per il tifo". Eccola qua la sintesi del player professionista: il main Wsop è stato un sogno, un tentativo, uno sfizio forse. La realtà è quella di tutti i giorni, del grinding online senza lasciarsi ubriacare da chissà quali mondi che forse appartengono solo a poche centinaia di professionisti. Insomma si torna al lavoro ma si torna da Las Vegas col segno più.
 
Alessio Isaia e Massimo Mosele hanno lottato come leoni. Il fabbro, poi, ha ottimizzato le sue 189,000 chips portandosi alla fine in 281esima posizione e se avesse chiuso il giorno precedente con più gettoni davanti chissà dove sarebbe finito.
Maxshark prende una Q sul flop ma l'avversario ha K8 in mano e un trips chiuso sul flop. Esce spingendo e senza poterci fare nulla. Per lui un'ottima 224esima posizione a dimostrazione delle sue qualità di torneista e della sua continuità negli mtt live.
 
Ecco gli italiani a premio
157° Marco Ruggeri 52.718$
224° Massimo Mosele 44.655$
281° Alessio Isaia 34.453$
Intanto in vetta chiude il day6 Kyle Keranen con quasi 7 milioni di chips, player di Las Vegas e che gioca in casa sperando di chiudere una soddisfazione doppia da qui alla fine del main event. Dura per gli europei anche se tra i primi 8 ne troviamo ben tre, lo svedese Hellmann, il tedesco Haerig che potrebbe emulare Pius Heinz campione l'anno scorso e quindi l'ottavo, il francese Baumann. Maag, altro tedesco è decimo, poi Heitmann sedicesimo ma poi in generale strapotere Usa.
 
I migliori 10:
1 Kyle Keranen 6,935,000
2 Robert Salaburu 6,195,000
3 Taylor Paur 5,820,000
4 Erik Hellman 4,715,000
5 Wilfried Haerig 4,505,000
6 Shahriar Assareh 4,395,000
7 Charles Coultas 4,015,000
8 Gaelle Baumann 3,980,000
9 Fabrizio Gonzalez 3,935,000
10 Nicco Maag 3,895,000
 

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso