javascriptNotEnabled
Home / Video /

Main event Wsop 2014: 6 italiani passano il day1a su appena 771 iscritti



Las Vegas - Si sono presentati in 12 su 771 players totali per il flight A del Main Event delle World Series Of Poker da 10 milioni di dollari garantiti al primo classificato. Un day1 da brividi con gli italiani che alla fine si sono comportati piuttosto bene chiudendo in 6 in attesa degli altri due flight da giocare stasera, alle 21 ora italiana, e lunedì. Numeri bassissimi per le Wsop che sperano di recuperare molto nei prossimi giorni visto che ci sarebbe un garantito da coprire e non è affatto facile con questa partenza. Il day1a è sempre sotto tono ma stavolta sembra davvero dura portarsi con due giorni ai 6.352 dello scorso anno. Detto questo gli italiani negli ultimi due livelli iniziavano ad uscire ed erano quasi tutti molto corti. Il finale di giornata, invece, ha visto risalire con esperienza, classe e qualche colpo favorevole, due players che potranno recitare un ottimo ruolo in questo evento: Dario Sammartino alla fine sorpasserà quota 80.000 chips come Bendinelli  che, alla fine però, perderà qualche colpo scendendo a 75.950 chips. Ma era praticamente out, cortissimo, e ha goduto di un'ottima run finale riuscendo a risalire molto bene.

A sorpresa è uscito fuori Giacomo Fundarò che chiuderà a circa 50.000 chips. Valgono tanto questi gettoni visto che il campione Wpt ha giocato la giornata di 10 ore e 5 livelli di bui accanto a due campioni del mondo, quello in carica Ryan Riess e Greg Merson, altro vincitore del main Wsop. Una disposizione dei tavoli del tutto casuale con due campioni del mondo al tavolo e un pluricampione Wpt che ha creato anche un po' di imbarazzo agli organizzatori anche se non c'era davvero nessun motivo per lanciarsi in polemiche.

Resiste sempre stabile Enrico Mosca che imbusterà 43.000 chips guadagnando qualcosa in più dello stack di partenza. Più o meno rimane lì Filippo Galtieri che ha chiuso itm poche ore fa il Little One Drop e ha 35.000 chips, mentre rimane con metà stack di partenza Andrea Dato che chiude con 15.300 chips. Giornata non esaltante per il player romano che può ancora cercare di risalire al day2 anche se dovrà forzare molto.

Main Event sfortunatissimo per Riccardo Lacchinelli che è durato praticamente mezz'ora per un torneo diametralmente opposto rispetto a quello giocato lo scorso anno quando fu uno dei migliori degli italiani. Secondo il racconto del pro l'avversario avrebbe flottato scala dall'8 alla donna mentre Lacchinelli aveva doppia coppia di Q e J.

Per Mustapha Kanit, invece, una brutta mano con gli Assi 'crackati' che hanno azzoppato il suo torneo finito entro poche ore dopo essere entrato in ritardo di un'ora e mezza rispetto allo shuffle up and deal.

Out da un Main Event incolore, come lo ha definito lo stesso Niccolò Caramatti uscito a metà giornata dal torneo. E racconta la mano della sua uscita: "Apre uno short a 2500, un amatore chiama, io da SB faccio 6500 con AQs. Lui pensa una vita e decide di andare all in, chiamo perché non è mai fortissimo e comunque sono praticamente committed. Gira JJ e va lui".

Ecco il chip count degli italiani sopravvissuti al day1a:
Dario Sammartino 82250
Giuliano Bendinelli 75950
Giacomo Fundarò 49675
Enrico Mosca 43000
Filippo Galtieri 35000
Andrea Dato 15300

Fonte: GiocoNews
 
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso