javascriptNotEnabled
Home / Video /

Macchiata...Di stelle (di Liv Boeree)


Dopo le WSOPE e San Remo sono tornata a casa nel ranch dei miei parenti, per passare un po' di tempo con loro e coi nostri animali. E' fantastico stare un po' in mezzo alla natura, senza pensare al lavoro.

L'inquinamento in campagna è bassissimo, e le stelle da qui si vedono molto meglio. E' qui dov'è iniziato il mio amore per l'astrofisica, anche se quei giorni sono ormai molto lontani. E' incredibile come la nostra mente riesca a risolvere le cose quando è allenata, e mi mancano i tempi in cui riuscivo a risolvere problemi di fisica quasi istantaneamente. Certo, giocando a poker tengo lamente sempre allenata, ma la complessità della fisica è una cosa così bella che se tornassi indietro e riprendessi, mi sentirei come nella tana del bianconiglio, dalla quale non riuscirei più ad uscire.

Mi ha intristito, qualche giorno fa, riguardare dei vecchi appunti e pensare "Wow, riuscivo davvero a risolvere queste cose disinvoltamente, ed adesso non saprei da dove iniziare". Era diventato come un linguaggio che sapevo parlare molto bene. Adesso è solo qualcosa di molto profondo, nascosto nei meandri del mio cervello alla quale non so accedere, ed è stato quasi spaventoso pensare che potrei non esserne mai più in grado.

205645_166226190101569_3667137_n.jpg


Fortunatamente, guardare le stelle riesce a mettermi di buon umore.
Qualche giorno fa, ho visto il salto di Felix Baumgartner. Incredibile! Non sono riuscita a realizzare quanto straordinario fosse fin quando non ho visto che tutti i tweet parlavano di questa impresa. Mi interessa molto l'altezza e gli effetti che ha sul nostro corpo, quindi sono rimasta catturata da quelle immagini.

Mentre l'aereo saliva, la visuale toglieva il fiato. E questa sensazione sarà durata un bel po', visto che sono servite 2 ore per raggiungere i 128.000 piedi d'altezza. Ma quando si apre il portellone, probabilmente pensi solo che ti stai lanciando da una piccola capsula in un abisso interminabile. I rischi sono molti e molto pericolosi: ad esempio, una minima fessura nella tuta spaziale avrebbe letteralmente fatto bollire tutti i fluidi presenti nel corpo per la mancanza d'atmosfera. I commentatori ripetevano anche che Felix non si sarebbe dovuto agitare troppo durante la caduta, altrimenti la forza di gravità gli avrebbe tolto la vita, portando ad una inevitabile morte in diretta davanti a milioni di spettatori.

Cose come il salto dallo spazio, o comunque molti dei lavori che vengono fatti al Large Hadron Collider del CERN (nella quale sono stata recentemente per un tour didattico!) spesso solleva domande sulle loro motivazioni. Le persone, spesso, non possono vedere (o anche solo capire) i risultati ottenuti, e ciò porta spesso ad affermazioni come "E' solo uno spreco di tempo e denaro. Lo fanno solo per la soddisfazione di qualche teorico o per un po' d'adrenalina"

Ma non è così. E' questo il modo in cui avviene il progresso. Poche persone specializzate si occupano di esaminare e rispondere alle domande che tutti gli altri prendono per scontate. Se Hertz non avesse effettuato degli esperimenti per provare che le previsioni di Maxwell sull'esistenza delle onde radio erano vere, pensate che il mondo sarebbe anche solo vicino al livello di tecnologia in cui si trova adesso?
Le risposte sono spesso molto interessanti, e non vedo l'ora di sapere dove ci porteranno le scoperte del CERN.

 
Tratto da pokerstarsblog.com
 
Tradotto da Marcellus88

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso