javascriptNotEnabled
Home / Video /

Macao, giocare a poker è pericoloso


casinò Macau (LaPresse)


Macao
è una delle mete più amate dai professionisti di poker. Indubbiamente negli ultimi anni è diventata l'alternativa orientale a Las Vegas e, numeri alla mano, si sta confermando la capitale mondiale del gioco d'azzardo.

E' una regione che si affaccia sul mare meridionale della Repubblica Popolare Cinese. Qui il poker spopola. Tuttavia se avete in programma una puntatina a Macao è opportuno tenere gli occhi bene aperti. L'ex colonia portoghese è infatti sempre più pericolosa e la cronaca nera riempie i giornali locali. Nei giorni scorsi sono state interrogate circa 1500 persone, sono stati effettuati più di 150 arresti in un'operazione contro la criminalità organizzata. Il 2 agosto la polizia ha perquisito 21 aziende sequestrando centinaia di migliaia di dollari. Un giro di vite dettato dagli ultimi reati sconcertanti.
 
A fine luglio una donna cinese è stata freddata vicino al casinò Venezia e due cinesi sono stati uccisi in un hotel di lusso di Lapa. Il proprietario del casinò Greek Mythology, Mr. Ng Man Sun, ha subito una aggressione a mano armata al ristorante del casinò. Ciò che spaventa le autorità locali non sono i "cani sciolti" pronti alla rapina della vita, bensì le bande di giovani criminali, affiliate spesso a gang legate alla criminalità organizzata. Gruppi molto violenti, numerosi, armati e spesso in controllo del territorio appena fuori dalle sale da gioco.
 
I flussi di denaro senza eguali che avvengono a Macao sono la strada più comoda per riciclare denaro sporco nel sudest asiatico. Un pericolo che allarma molto, ma non sorprende la polizia locale. Una situazione simile è stata già vissuta all'inizio degli anni 90. In quel periodo fu il clan-famiglia dei Tooth Wan Kuok-Koi a mettere a ferro e fuoco il gambling locale. 
 
Ma accanto agli interessi criminali prospera un'economia autorizzata e legata al gioco d'azzardo. Qui come a Las Vegas il poker, le carte, le fiches, sono il lavoro di molti e la base di una struttura sociale solida. Nel 2008 Macao era il primo paese al mondo per aspettativa di vita e a distanza di quattro anni la sostanza non è cambiata di molto. Dopo il boom dei redditi, c'è stato un naturale declino, ma senza allarmismi. In queste settimane però i fatti di violenza iniziano ad incidere sul turismo. Gli esperti del settore sono allarmati e temono che la situazione possa precipitare se la polizia non riuscirà a garantire la sicurezza. Vogliono che Macao si evolva offrendo servizi adatti anche alle famiglie e ai bambini e non solo ai gamblers.

 

Per inserire un commento, devi fare il login o registrarti.
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso