Oggi la rincorsa al tavolo finale

I 167 giocatori che avevano iniziato il day 2, erano tutti consapevoli che non avrebbero concluso tutti quanti la giornata e, anzi, solo 40 di loro avrebbero potuto assaporare la gioia della tanto agognata bandierina slovena.

Ma il Mini IPT che si sta svolgendo in questi giorni a Nova Gorica non ha ancora emesso il suo primo verdetto poiché per la prima volta in tre anni il day 2 si è concluso senza il fatidico urlo di esultanza dei giocatori a premio.
La durata della bolla è stata infatti incredibile: i 67 giocatori rimasti in gara alla fine della pausa cena si assottigliavano fino a diventare 43, ma oltre quel numero non si scendeva.

Prima, molto prima, durante la giornata avevamo perso fortissimi giocatori come Marco Della Monica, Roberto Pompei e Andrea Ferrari.

IMG_7008.JPG

Ferrari

Molto importante l'eliminazione di quest'ultimo anche perché il suo antagonista principale per la conquista del primo posto nella leaderboard del Mini IPT, Piero Monzio Compagnoni è ancora dentro al torneo e, anche se necessita di un miracolo per conquistare il primato, è già tanto se il milanese può ancora crederci.

IMG_6998.JPG

Monzio Compagnoni

Sono 43 i giocatori rimasti in gara e tutti torneranno questo pomeriggio alle 14.00 per provare a conquistare bandierina prima e tavolo finale poi, di questo Mini IPT in terra slovena. Tra loro chiude con il sorriso De Vecchis che imbusta la bellezza di 435.000 chips

IMG_7023.JPG

De Vecchis