javascriptNotEnabled
Home / Video /

Lungo periodo e analisi del rischio (parte 1)

La singola mano o la singola sessione non contano nel poker. Per essere giocatori vincenti, dovete riuscire ad entrare nell'ottica che la vostra carriera di giocatori di poker è un'unica, lunghissima sessione. In questo articolo vi spiegheremo su cosa dovete concentrarci per riuscire ad entrare in quest'ottica.
 
Lungo periodo - come funziona?
Nel poker è davvero raro mettere le proprie chips in mezzo con il 100% di possibilità di vittoria, e anche quando stiamo al 95%, significa che ci sono ancora possibilità di perdere. Dobbiamo realizzare che la varianza nel poker è una componente imprescindibile, e che questa porta ad avere degli swing - che si possono notare nel nostro grafico di Hold'Em Manager. Quando analizziamo i nostri risultati, dobbiamo tenere in conto un numero di mani abbastanza ampio, perché una singola sessione non è un parametro sufficiente per giudicare il nostro gioco.

 
Lungo periodo - quanto dura?
A questa domanda non esiste una risposta inequivocabile. Servirebbe un campione di mani tale che la componente fortuna si avvicini quanto più possibile allo 0. Per poter dire di essere giocatori vincenti, a volte basteranno 100.000 mani o 3.000 tornei, mentre altre volte serviranno 1 milione di mani o 15.000 tornei. Molta importanza va data a cosa giochiamo: più alta è la varianza della partita che stiamo affrontando, più ampio sarà il campione di mani necessario per stabilire se siamo giocatori vincenti o meno - ad esempio, se giochiamo Sit&Go hyper turbo servirà un campione molto più ampio rispetto ai normal, o se giochiamo tornei con 1.000+ iscritti servirà un campione più ampio rispetto a tornei con 200 iscritti.
 
L'importanza del bankroll in relazione al lungo periodo
Quando salpiamo con una barca in mare, possono succedere diverse cose, come ad esempio una tempesta. Se la barca è solida, avremo sicuramente più possibilità di sopravvivere. Se non lo è, anche con il miglior capitano del mondo a disposizione, i rischi di andare incontro a qualche disastro sono maggiori - perché la barca non è affidabile al 100%. Immaginiamo che la barca sia il nostro bankroll, e la tempesta sia un downswing. Se non abbiamo un bankroll abbastanza solido, i rischi di non sopravvivere ad un downswing saranno considerevolmente più alti. È per questo che il bankroll management è uno dei concetti in assoluto più importanti nel poker. Potremmo essere anche i giocatori più bravi del field che stiamo affrontando, ma la varianza non guarda in faccia a nessuno, e senza un bankroll adeguato rischiamo di andare rotti.
 
Marcellus88
Inizia
Sei nuovo? Leggi i nostri contenuti per iniziare la tua formazione di Poker.
Già registrato? Fai il Login qui
javascriptNotEnabled
Apprendi Dalle strategie di base a quelle avanzate
Pratica Migliora le tue conoscenze con i nostri allenatori
Vinci Diventa un giocatore vincente
/INIZIA A GIOCARE ORA/
The League Benvenuto a 'The League', la più grande e appassionante lega di Poker ...
€3,000 in palio ogni mese
Altro
/Guarda/
Rilassatevi e godetevi i video del corso